I laghi di montagna più belli in Emilia-Romagna: balneabili, trekking e da visitare

Laghi Emilia Romagna
Aerial view of the artificial lake of Fontanaluccia Gazzano in Frassinoro, Modena, Emilia Romagna / Italy

L’Appennino Tosco-Emiliano, vero paradiso per gli amanti del trekking e delle passeggiate, è ricco di laghi trasparenti e circondati da una natura selvaggia. Si raggiungono con sentieri di montagna che portano ad oasi acquatiche imperdibili. Alcuni di essi sono siti di interesse comunitario (SIC) perché ospitano uccelli, animali e flora protetti. In questo articolo scopriamo i 10 laghi dell’Emilia-Romagna da visitare assolutamente questa estate.

Laghi dell’Emilia-Romagna

Tra i principali laghi di montagna dell’Emilia-Romagna se ne contano 14, incastonati tra le vette. L’origine di questi laghi è quasi sempre glaciale. Durante la glaciazione, infatti, il ghiaccio ha creato delle conche nella roccia dell’Appennino che si chiamano circhi artici. Le morene (i depositi di detriti che la massa glaciale trasportava) hanno formato dossi e collinette sbarrando queste conche. L’acqua, impossibilitata a scorrere a valle, ha dato così origine ai laghi che oggi costellano l’Appennino e che hanno tutti una forma tondeggiante, come i circhi che li hanno originati. Su vaste piane moreniche, senza la tipica forma rotonda, ci sono i Laghi Cerretani e il Lago Mesca.

Lo Scaffaiolo e il lago di Pratignano, nel Frignano (Appennino modenese), si sono formati invece per sdoppiamento delle creste, occupando lo spazio tra una cresta e l’altra, come due laghi gemelli. 

10 laghi di montagna più belli della regione

Qui di seguito la lista dei laghi di montagna più belli dell’Emilia-Romagna, da scoprire assolutamente in un trekking o hiking sull’Appennino Tosco-Emiliano. Alcuni di essi sono balneabili, come il Suviana e il Brasimone, altri offrono la possibilità di rilassarsi al fresco, ma la balneazione non è consentita, per preservare gli ecosistemi acquatici e le specie che ospitano.

  • Lago di Suviana
Laghi Emilia Romagna, Lago di Suviana

Il Lago di Suviana, in provincia di Bologna, è un lago artificiale nato nel 1932 in seguito alla costruzione di una diga connessa ad una centrale idroelettrica. Il Lago Suviana, insieme al vicino Brasimone, fa parte del Parco Regionale omonimo che conta sentieri ameni sulle sponde dei laghi e nel territorio circostante. Castagneti e faggeti contornano gli specchi d’acqua e offrono l’habitat ideale a animali di interesse comunitario, tra cui uccelli nidificanti e il lupo che è costantemente presente. Sulle sponde del lago si possono fare vari sport acquatici tra cui windsurf e canottaggio. Il lago è balneabile e attrezzato con tutti i servizi per una giornata in costume. Qui trovate tutti gli itinerari sul lago.

  • Lago Brasimone
Laghi Emilia Romagna, Lago Brasimone

Anche il lago Brasimone fa parte del Parco Regionale Laghi Suviana e Brasimone, in provincia di Bologna. Si trova sull’Appennino tosco-emiliano ed è di origine artificiale. Una estesa rete di sentieri permette di espolare castagneti e querceti. In autunno, da ottobre a novembre, è il posto perfetto per ascoltare il bramito del cervo. A primavera fioriscono numerose orchidee e in estate le numerose aree attrezzate sulle sponde permettono di godersi una bella giornata di balneazione.

  • Lago Calamone
Lago Calamone
Calamone Lake or Ventasso Lake in Italy

Il Lago Calamone, in provincia di Reggio Emilia,  è anche chiamato “Lago del Ventasso”, come la vetta più alta che veglia sulle sue sponde. Un mito sfatato nel ‘700 lo considerava profondo quanto gli abissi del mare e ad essi collegato. Una strada forestale chiusa al traffico sale lungo le pendici del monte fino a raggiungere questo bellissimo lago glaciale di montagna. Dal lago partono i sentieri CAI 663 e 661 per la cima del monte Ventasso. Sulla sponda c’è il rifugio Venusta che apre con la bella stagione. Alcuni laghi più piccoli della zona si sono trasformati in torbiere che è interessante visitare, mentre le sponde del lago con la stazione sciistica più a valle hanno conservato intatte faggete e praterie.

  • Lago Verde

In Alta Val Cedra, nel parmense, c’è un trekking facile che porta ad un lago glaciale circondato da boschi di abete rosso e bianco. Il Lago Verde è anche un punto di partenza ideale per diversi itinerari nell’Alta Val Cedra. Poco distante, sempre nel Parco Regionale dell’Alta Val Cedra, ci sono il Lago Ballano (1341 m s.l.m.), il piccolo Lago Frasconi (1600 m s.l.m) e il Lago Verdarolo (1388 mt. s.l.m.).

  • Laghi Cerretani
Lago di Cerreto
Cerreto Laghi, Reggio Emilia / Italy – 08/08/2012: Panoramic view over the lake in Cerreto Laghi, near the Cerreto Pass in the Apennine Mountains. In summer.

Nei pressi del Passo del Cerreto, nel Reggiano, ci sono 4 laghi glaciali: il Lago Gore, il Lago Scuro, il Lago Pranda, il Lago del Cerreto. Presso quest’ultimo si trova l’omonima stazione sciistica, mentre tutti gli altri sono perfettamenti intatti, con i loro boschi di faggio e le ampie radure. Da Cerreto Laghi parte il percorso natura n. 7 che porta alla scoperta di tutti i laghi Cerretani.

  • Lago Scaffaiolo
Laghi Emilia Romagna, lago scaffaiolo

Il lago Scaffaiolo è un piccolissimo specchio d’acqua a 1800 m s.l.m. Si trova nei pressi del Corno alle Scale dove l’Appennino Bolognese e quello Modenese salutano la Toscana. Un itinerario segnato parte dal Laghetto del Cavone e passando per la vetta del Corno alle Scale, la più alta della provincia di Bologna, raggiunge il lago Scaffaiolo.

  • Lago Santo Modenese
Lago Santo Modenese

Il Lago Santo Modenese si trova a 1.501 metri vicino al borgo di Pievepelago, pochi chilometri dopo l’Abetone. Secondo la leggenda due pastorelli usavano incontrarsi con le proprie greggi presso il lago per vedersi di nascosto, con la scusa del pascolo. Un giorno, mentre si abbracciavano, furono inghiottiti dal lago perché lo strato di ghiaccio primaverile su cui sostavano si ruppe. Il loro ultimo abbraccio fu detto santo, e così anche il lago. Le sponde sono attrezzate con aree picnic. Il sentiero 521 del CAI parte dal lago e percorre suggestivi boschi di faggio. La balneazione non è consentita.

  • Lago Bargetana
Laghi Emilia Romagna, Lago Bargetana

Il lago della Bargetana si trova sull’Appennino Reggiano, all’interno della spettacolare conca del versante nord del Monte Prado, la seconda vetta più alta della zona. Circondato da pascoli verdi e pareti rocciose, con un po’ di fortuna è possibile avvistare la marmotta, mammifero raro in Italia. Diversi sentieri segnati, tra cui il CAI 633 da Ligonchio, raggiungono le sponde del lago.

  • Lago Turchino
Lago Turchino, Modena
Turchino lake, lago turchino, Modena, emilia romagna, Italy

Nel Parco Naturale dell’Appennino Modenese c’è un piccolissimo lago, famoso per il colore turchese delle acque, cirondato da praterie, faggi e conifere. Vicino al Lago Turchino ci sono altri laghi bellissimi di montagna in cui rilassarsi: Lago Baccio, Lago Santo e Lago Torbido (pieno solo nei mesi primaverili), che si trova a soli 400 metri di distanza. La balneazione non è consentita.

  • Lago Santo Parmense
lago santo parmense

Il Lago Santo parmense è il più vasto lago glaciale della provincia di Parma e dell’intera Emilia-Romagna, nonché di tutto l’Appennino settentrionale. Si raggiunge facilmente dal Rifugio Lagdei, a pochi chilometri dal borgo di Corniglio.

Commenti