Lago Calamone: come visitare il lago balneabile in Emilia-Romagna

Lago Calamone
Lago Calamone in Emilia Romagna

In provincia di Reggio Emilia, alle pendici del Monte Ventasso, c’è uno dei laghi glaciali più belli e facilmente raggiungibili dell’Appennino Tosco-Emiliano. Si tratta di un lago balneabile, dotato di bagni e strutture per cambiarsi. Siamo a 1400 metri sul livello del mare in un paesaggio appenninico incontaminato che permette diverse escursioni e passeggiate, con diversi livelli di difficoltà.

In questo articolo scopriamo tutto sull’escursione al Lago Calamone, con le informazioni utili per visitarlo, mangiare al rifugio e salire sulla cima del Monte Ventasso, da cui si apre uno dei panorami più belli dell’Emilia-Romagna.

Lago Calamone

Il lago Calamone, come detto più su, è un lago di origine glaciale che si trova vicino Ramiseto, a circa 1400 m s.l.m. Tre sorgenti naturali lo alimentano e ne fanno il più vasto lago naturale della provincia di Reggio Emilia. Intorno al lago le chiome dense degli alberi di faggio creano un paesaggio da bosco incantato. Ci sono esemplari secolari e un piccolo nucleo di abetina.

Il lago Calamone fa parte della Rete Natura 2000 che protegge habitat importanti per fauna e flora. Come altri laghi appenninici è stato soggetto a modificazioni e interesse da parte dell’uomio. Le sue sponde sono state interessate dai pascoli e una serie di interventi hanno allargato l’invaso dello specchio d’acqua e ne hanno aumentato la profondità. Sono previsti lavori per il ripristino allo scopo di riavvicinare quanto più possibile il lago alla naturalità.

Lo specchio d’acqua è importante per la presenza di specie acquatiche. Nella zona litoranea c’è un’abbondante fioritura di piante acquatiche radicate, come il miriofillo, una delle poche specie in grado di produrre ossigeno anche nelle ore notturne e creano un’importante zona di rifugio e di riproduzione per invertebrati, pesci e anfibi. Bellissima l’estesa popolazione di un’altra idrofita radicante, Menyathes trifoliata nella sponda ovest del lago.

Escursioni al Lago Calamone

Il lago Calamone si raggiunge facilmente da Ventasso Laghi seguendo la strada forestale chiusa al traffico che sale lungo le pendici del monte. Dal lago partono i sentieri CAI 663 e 661 per la cima del monte Ventasso. Uno, più ripido e diretto e uno più dolce e agevole. Insieme possono essere combinati per un itinerario ad anello sulla cima del Ventasso. Da qui il panorama è magnifico e l’ascesa vale assolutamente la pena.

In alternativa si può camminare lungo il breve sentiero che costeggia le sponde del lago. Sull’altro lato un sentiero brevissimo e accessibile anche a sedie a rotelle e passeggini raggiunge invece immediatamente il rifugio Venusta, con apertura stagionale.

Un’altra alternativa è quella di raggiungere il Lago Calamone percorrendo l’itinerario che lo collega al Rifugio Pratizzano, per circa 2 ore totali di camminata.

Rifugio Venusta

Il rifugio Venusta è aperto solo con la bella stagione. Offre cucina tipica da asporto. Si ordina e si paga alla cassa e si esce con il pranzo da consumare liberamente ai tavolini all’aperto o ovunque si voglia. Non è possibile prenotare. Il rifugio è poco distante dal parcheggio che si trova a circa 15 minuti a piedi dal lago di Calamone. Si raggiunge con un sentiero lastricato che costeggia una piccola parte della sponda del lago o altrimenti con il sentiero che fa il periplo dello specchio d’acqua.

Salita al Monte Ventasso dal Lago Calamone

Come detto più su, il Monte Ventasso, si ascende attraverso due sentieri CAI ben segnalati. Qui di seguito riportiamo il tracciato che conduce alla cima del Ventasso dalla via Normale, la più adatta ai camminatori meno esperti e adatta anche ai bambini. Ovviamente sempre con tutto il necessario per il trekking: scarpe da trekking, acqua in abbondanza e uno zaino adeguato.

Qui trovate il tracciato del percorso dal Lago Calamone al Ventasso per la via normale.

Anello del Monte Ventasso

Un percorso abbastanza ripido e con qualche difficoltà (escursione di media difficoltà) parte dal Lago Calamone e sale sulla Cima del Ventasso passando per l’oratorio di Santa Maria Maddalena, in posizione panoramica. Saliti sulla cima del Ventasso, con vista sul lago, le vette del Cusna e dell’Alpe di Succiso si ridiscende per il sentiero più agevole compiendo un anello che ritorna al Lago Calamone. Circa 7 km per un dislivello di quasi 500 metri.

Qui trovate il tracciato completo del percorso.

Escursione intorno al Lago Calamone

Dal parcheggio Ventasso Laghi si prosegue a piedi lungo la pista forestale verso il lago Calamone. Una volta raggiunto il lago e superando un ponticello si cammina lungo il sentiero ad anello che costeggia lo specchio d’acqua. Si tratta di una breve passeggiata adatta a tutti, anche ai bambini. Il sentiero può essere molto fangoso quindi, nonostante la brevità e la mancanza di dislivello, sono comunque consigliate le scarpe da trekking. Portate con voi anche scarpe e pantaloni di ricambio per mangiare puliti e all’asciutto le prelibatezze del rifugio.

Escursione dal Rifugio Pratizzano al Lago Calamone

Un percorso ad anello facile collega il rifugio Pratizzano al Calamone. Ecco qui il tracciato da seguire per questa escursione di 11 km e 500 metri di dislivello da un rifugio all’altro. Il percorso può essere seguito in entrambi i sensi di marcia.

Il Lago Calamone è balneabile?

Il Lago Calamone è un lago balneabile. In estate le sue sponde sono attrezzate con un bar e bagni. Oltre quindi alla passeggiata lungo le sponde e al pranzo presso il rifugio è possibile prendere il sole sul prato che costeggia il lago e fare un bel bagno rinfrescante. Qui trovate i laghi balneabili più belli dell’Emilia-Romagna.

Commenti