Cicloturismo in Puglia: itinerari adatti a tutti per una vacanza sportiva tra uliveti e masserie

Cicloturismo in Puglia - Locorotondi

Foto in apertura di Vincenzo Pioggia

Tra infiniti filari di ulivi, tra le fronde rigogliose degli ulivi e querce millenarie, la Puglia è una terra da scoprire anche a bordo di una bicicletta. Lungo sentieri segnati da muretti a secco o antichi tratturi, con trulli che fanno capolino, vigili castelli e masserie didattiche che salutano da lontano, esplorare i paesaggi costieri o dell’entroterra pugliese è un’avventura rigenerante. Il cicloturismo in Puglia è un’attività ancora poco praticata, ma questa ancor più preziosa. Pedalata dopo pedalata, nel cuore della fitta macchia mediterranea si apre dinnanzi a voi una terra meravigliosa e inaspettata. Dal Gargano al Salento, i tracciati lungo i quali sfrecciare arrivano a ben 2000 chilometri, attraverso campagna, collina, costa e antichi tratturi. Ci sono sentieri per tutti i gusti e tutti i livelli di difficoltà, ma sicuramente non è necessario essere ciclisti professionisti o molto allenati. Infatti l’itinerario può essere suddiviso in diverse tappe, da percorrere durante escursioni giornaliere o fine settimana lontano dalla città. Il percorso è reso ancor più speciale e interessante dai tanti tesori che si offrono tra una tappa e l’altra: tavole imbandite di prodotti tipici oppure borghi che custodiscono inestimabili capolavori architettonici. 

Carovigno
Torre Guaceto a Carovigno (Foto di Leonardo D’Angelo)

Puglia in bicicletta percorsi facili 

I primi due itinerari che vi suggeriamo si sviluppano lungo il versante adriatico. Il percorso della Costa Imperiale si snoda per 150 chilometri e parte da Siponto, capolavoro romanico pugliese, fino ad arrivare alle saline di Margherita di Savoia, una riserva naturale istituita nel 1977. Trani, Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo e Bitonto sono le tappe successive del percorso che giunge poi a Bari Vecchia, tra le massaie che fanno le orecchiette e i profumi dei vecchi forni.

Con il secondo itinerario lungo il versante adriatico meridionale e si attraversa una distesa di trulli fronte mare. Da Polignano a Mare proseguite per Monopoli e da qui pedalate alla volta di Ostuni tra maestosi ulivi secolari. Brindisi, frontiera verso Oriente, è la tappa finale. 

Un salto tra i due mari è invece l’itinerario cicloturistico in Puglia coast to coast, che dall’Adriatico si sposta sullo Jonio per 153 chilometri. Partite dalla città bianca di Ostuni e attraversate la Murgia tarantina pedalando verso la costa ionica fino al Parco Archeologico di Saturo. Da qui l’itinerario si fa adatto a tutti, costeggiando spiagge tra le più belle della Puglia. La tappa finale è Gallipoli, la vecchia città fortificata salentina.

Il vino dei Messapi è un itinerario di 100 chilometri, semplice ma dalle grandi emozioni. Salite in sella a Grottaglie alla volta delle città di origine messapica. Da Manduria vi immergerete tra i vigneti del pregiato Primitivo e dell’intenso Negroamaro. Ci sono due alternative: pedalare tra i vigneti intorno a Brindisi e Guagnano, compresi quelli del cantante Albano Carrisi a Cellino San Marco; oppure tagliare tra i vigneti di Manduria e raggiungere subito il mare nei pressi della Riserva Naturale Foce del Fiume Chidro.

Architetture della Natura è un altro percorso in bici piuttosto facile lungo appena 12 chilometri, che va da Lecce ad Otranto. Dal borgo fortificato di Acaya, raggiungete l’oasi Le Cesine. Prima sarete avvolti da fitte foreste, per poi raggiungere le spiagge di San Foca e Torre dell’Orso. Successivamente vi aspettano i Laghi di Alimini e infine i bastioni di Otranto

Il sole. il mare, il vento è l’itinerario da godersi in tutta la sua lentezza. 186 chilometri di pedalata tra le bellezze più suggestive del Salento. Partite da Maglie e raggiungete i borghi vicini fino a Punta Palascia nel punto più orientale d’Italia; successivamente pedalate alla volta di Porto Badisco, dove secondo la tradizione approdò Enea in fuga da Troia e, infine, raggiungete Santa Maria di Leuca, lo spartiacque tra Ionio e Adriatico. Da qui risalite il versante ionico tra i filari di ulivi e tornate a Maglie.

Polignano a Mare
Polignano a Mare, San Vito

Puglia in bici lungo itinerari di media difficoltà

Tra gli itinerari di media difficoltà per scoprire la Puglia su due ruote non possono mancare quelli tra i canyon, da percorrere in Mountain bike. Un’avventura lunare lungo 115 chilometri attraversa il Parco Nazionale dell’Alta Murgia fino a raggiungere Castel del Monte. Tappe successive sono lungo gli splendidi borghi di Minervino Murge, Spinazzola e Poggiorsini. Il paesaggio circostante vi stupirà tra gole profonde, crateri e scenari brulli da sembrare il suolo lunare fino a Gravina in Puglia. Il borgo medioevale di Altamura e il richiamo del profumo del pane locale vi invoglieranno a fermarvi.

Dal mare alla campagna si snoda per 92 chilometri. Paesaggi fiabeschi e scene di campagna si alternano partendo da Bari e arrivando alle Grotte di Castellana, il complesso speleologico più importante d’Italia. Le stradine di campagna puntellate da mandorli in fiore vi porteranno fino ad Alberobello, la “città dei trulli” patrimonio UNESCO.

La pietra delle città eterne è l’itinerario di 131 chilometri che non può mancare in questo elenco. Partendo da Altamura, si snoda lungo le principali località caratterizzate da eccellenze enogastronomiche della zona come Santeramo, Noci, Martina Franca, Locorotondo e Cisternino. Un viaggio tra campi coltivati, filari e muretti a secco che si conclude ad Ostuni dove vi accoglieranno panorami spettacolari per una conclusione del tour con i fiocchi. Da un lato lo scenario della distesa di ulivi verso l’entroterra, il secondo a perdita d’occhio sull’Adriatico.

Nel cuore della storia è lungo 90 chilometri ed è un itinerario di media difficoltà che raggiunge gli angoli ancora più sconosciuti della Puglia. Da Ginosa raggiungete il Parco delle Terre delle Gravine. Attraversate Castellaneta e Palagianello lungo un antico ponte ferroviario per poi penetrare nel cuore della Magna Grecia e Crispiano. L’itinerario raggiunge infine Grottaglie, città delle storiche ceramiche.

Cicloturismo in Puglia, Otranto
In bicicletta verso la Cava di Bauxite alle porte di Otranto

Puglia in bicicletta itinerari difficili

La natura aspra e dolce è un itinerario lungo 233 chilometri che si snoda tutto intorno al Gargano. Da Manfredonia corre lungo la costa fatta di curve fino al Lago di Varano. Da qui la natura assume un aspetto selvaggio e la pedalata si fa più dura. Lo sforzo sarà ripagato dalla rinascita spirituale che vi aspetta nei luoghi della fede di San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo. Se desiderate optare per una variante, da Vieste entrate nei sentieri della Foresta Umbra e fate una sosta sotto la faggeta vetusta, sito Unesco. Un continuo saliscendi è il nome dell’ultimo itinerario che vi suggeriamo. 295 chilometri mettono alla prova anche le gambe più atletiche. Tra le pendici del Gargano e le cave di pietra di Apricena, lungo i campi coltivati dell’Alto Tavoliere delle Puglie e i punti più suggestivi dei Monti Dauni. Il panorama ripagherà completamente i vostri sforzi, ma anche un bicchiere di Nero di Troia e un assaggio del prosciutto di Faeto non saranno da meno. Superato il borgo di Deliceto, pedalate finalmente in discesa alla conquista del Basso Tavoliere fino a Canosa di Puglia.

Continua il tuo viaggio su viaggiareinpuglia.it

Commenti