10 trekking sulla neve da fare nel Lazio con ciaspole o scarponi

Se amate il trekking sulla neve il Lazio è una tappa obbligatoria per i suoi sentieri e i meravigliosi paesaggi. Chi ha detto che la neve è fatta solo per sciare? Le montagne laziali offrono infatti la possibilità di fare delle fantastiche camminate sia sulle ciaspole che con gli scarponi. Il trekking nel Lazio in inverno diventa ancora più caratteristico. Gli itinerari sono fiabeschi per via degli incredibili paesaggi che la neve crea. L’inverno è il momento giusto per apprezzare la bellezza e la diversità di questa regione unica affacciata sul mare. Tra le varie catene montuose e i panorami marini, è capace di offrire all’escursionista la fuga perfetta nella natura!

Dai Monti Sabini al Parco Naturale dei Monti Aurunci le località in cui fare trekking sono molte. Che voi vogliate ciaspolare sulla neve o semplicemente passeggiare, questa regione permette di scoprire paesaggi dal grande valore faunistico e naturalistico, il tutto avvolto dalla magia della stagione invernale!

Itinerari: nel Lazio sulla neve

trekking neve lazio_1898599480

Certamente il miglior modo per godere del paesaggio invernale e apprezzare la cultura del Lazio è attraverso un itinerario escursionistico. Dalle riserve naturali alle cime innevate, questa regione ne ha per tutti i gusti. Fare trekking nel Lazio in inverno è un’esperienza irrinunciabile. Chi fa base a Roma potrà raggiungere in due ore il monte Livata. Se invece avete a disposizione un intero weekend potrete andare alla scoperta delle tracce dei briganti nel sentiero che unisce la riserva del Rufeno a quella della Selva del Lamone. Non vedete l’ora di partire per fare trekking sulla neve nel Lazio? Siete impazienti di mettere ai piedi le vostre ciaspole o gli scarponi per avventurarvi nei boschi e sui versanti innevati, all’insegna di panorami mozzafiato? Eccovi una lista di 10 meravigliosi itinerari!

Monte Terminillo

trekking neve lazio monte terminillo_1889387044

Situata nei Monti Reatini, la vetta del Terminillo non è solo un’importante località sciistica, ma si rivela come un’ottima occasione per chi vuole percorrere la natura incontaminata dei suoi 2.000 metri attraverso boschi innevati e valli ghiacciate. Per una ciaspolata a due passi da Rieti, l’anello del Monte Terminillo è un percorso perfetto adatto anche alle famiglie.

Leggi anche Ciaspole Terminillo: percorsi, itinerari e tracciati per le ciaspolate!

Parco di Veio

In inverno le escursioni hanno un particolare, soprattutto perché il paesaggio muta forma, la natura si addormenta e ci dona la possibilità di carpire i suoi segreti e le sue meraviglie. Tra le tante escursioni a piedi sicuramente il Parco Regionale di Veio è capace di regalarci tutte queste emozioni. Situato a mezz’ora dal Lago di Bracciano, questo parco offre numerosi spunti per gli amanti dell’archeologia. Tra musei a cielo aperto e resti dell’antica città etrusca i percorsi di trekking nella sua rete di sentieri saranno un’esperienza unica!

Leggi anche Parco di Veio: entrate, sentieri e itinerari!

Monte Livata

trekking neve lazio monti simbruini

Nel cuore del Parco Naturale Regionale Monti Simbruini, si erge il Monte Livata con i suoi 1.429 metri. Quest’area protetta è la più estesa della regione Lazio e una delle zone preferite dagli amanti della neve sia per lo sci che per il trekking. Qui è possibile approfittare di stupende passeggiate sia con le ciaspole che a piedi godendo della natura. Salite in cima al Monte Autore camminando in mezzo alle faggete per restare incantati dal panorama che si tinge dei colori del tramonto. 

Monte Redentore

Se cercate una vista spettacolare sul mare anche d’inverno partite alla volta del Monte Redentore, una delle mete di trekking più ambite nel Lazio. Il sentiero affaccia sullo splendido Golfo di Gaeta.  Dai suoi 1.252 metri di altezza la terrazza panoramica fa da padrona su Ischia, sull’Isola di Ponza e sul Vesuvio in lontananza. La vetta fa parte del Parco Naturale dei Monti Aurunci e prende il nome dalla Statua del Cristo Redentore situata sulla sua sommità. 

Leggi anche Monte Redentore a Formia: il trekking più bello del Lazio!

Monte Gennaro

A soli 30 chilometri dalla capitale troviamo il Monte Gennaro. Si colloca, coi i suoi 1.271 metri, all’interno del Parco dei Monti Lucretili. Poco distante dalla splendida città di Tivoli, per chi volesse approfittare di una passeggiata nelle sue ville, le famose Villa d’Este e Villa Adriana. Il paesaggio che il parco ci regala è qualcosa di incredibile, tra escursioni più o meno impegnative, è perfetto per le ciaspole. Approfittate dei Monti Lucretili per scoprire i vari percorsi di trekking sulla neve negli splendidi panorami del Lazio!

Monte Semprevisa

A pochi chilometri da Carpineto Romano troviamo il Monte Semprevisa. Con i suoi 1.536 metri è certamente la cima più alta della catena dei Monti Lepini. Questi separano la Ciociaria dalla zona marittima del Circeo. Perfetto per un trekking con scarponi in presenza di neve scarsa o per una ciaspolata se il paesaggio viene ricoperto dai bianchi fiocchi. Il Monte Semprevisa, dal punto di vista naturalistico, rappresenta un vero e proprio gioiello nel Lazio.

Monte Soratte

Se volete andare alla scoperta delle bellezze naturali della Tuscia Romana, la Riserva Naturale del Monte Soratte è qualcosa di unico. Questo monte è noto per le sue voragini carsiche che in antichità venivano considerate le “porte dell’Inferno”. I suoi 691 metri di altezza permettono di fare delle bellissime passeggiate di trekking. Tuffatevi nei sentieri degli Eremi e immergetevi nei boschi silenziosi per giungere alla sua sommità e ammirare i panorami mozzafiato.

Monte Scalambra

monti ernici_2192114865

Trekking sui Monti Ernici? Andate alla scoperta del Monte Scalambra. Situato nella provincia di Frosinone, in piena Ciociaria, la cima di questo monte raggiunge i 1.420 metri ed è una delle più panoramiche del Lazio. Percorrete i suoi sentieri anche con le ciaspole e ammirate la vista 360° da Campo Staffi a Subiaco, dal lago di Canterno agli Altipiani di Arcinazzo. È inoltre conosciuto anche come “montagna dei santuari” che si trovano alle sue pendici: Madonna delle Grazie, convento di San Lorenzo, eremo di San Michele e santuario della Santissima Trinità.

Monti della Tolfa

Situati a circa 15 chilometri da Civitavecchia, i Monti della Tolfa selvaggi e incontaminati sono un perfetto trekking da fare a piedi nel Lazio anche d’inverno! Attraverso creste panoramiche e sino a toccare il Monte Cavone, è possibile godere di una splendida vista sul mare. Noti per il rapace chiamato biancone, sono una tappa obbligatoria per gli amanti di birdwatching. Non perdetevi il vicino Faggeto di Allumiere, il fitto bosco di faggi, uno spettacolo da godere oltre che in autunno, per il foliage, anche nella stagione invernale!

Riserva Naturale Monte Rufeno

A due passi dal confine settentrionale con l’Abruzzo, la Riserva Naturale Monte Rufeno si presenta in tutta la sua magnificenza, ricoperta da una incantevole foresta. Il monte omonimo, con quasi 800 metri di altitudine è noto per essere la vetta più alta del parco. E per gli appassionati di trekking a piedi, sappiate che da qui si snoda il Sentiero dei Briganti, percorrendo in un itinerario di 100 chilometri, le vie che un tempo furono seminate di terrore dalle bande di banditi del XIX secolo. Il percorso unisce la riserva del Rufeno a quella della Selva del Lamone.

Leggi anche Ciaspolate Lazio: itinerari, tracciati e ciaspolate facili!

Commenti

Escursioni