Sul Lago di Garda puoi vivere un’esperienza di trekking unica, completamente sospeso sull’acqua: ecco su quale percorso

Adriano Bocci  | 11 Giu 2024
Sentiero del Ponale, Garda, Trento - cover

Buongiorno Goodtrekkers, oggi ci troviamo in un’esperienza di trekking unica, percorsa molto spesso dagli amanti delle mountain bike. Siamo sul Lago di Garda (chiamato anche Benaco) o meglio tra il Garda e il Ledro, a tenere il fiato sospesi sull’acqua, per 3 ore di piacere da trekker al Sentiero del Ponale, Riva del Garda.

Straight from Trentino siamo sulla vecchia Strada del Ponale che collega Riva del Garda alla Valle di Ledro, una strada ottocentesca scavata nella roccia. Non più utilizzata dopo la creazione della galleria circa una ventina d’anni fa, è un sentiero dal 2004, per la nostra gioia. Siete pronti? Sono tre ore e mezzo, ish.

1 Qualche consiglio e qualche dettaglio sul percorso

Sentiero del Ponale, Garda, Trento

Evitate di fare il Sentiero del Ponale nelle giornate più calde. Detto questo, ci vogliono 3 ore e mezzo, quasi 4, a camminata calma; il percorso è lungo una decina di km, dislivello positivo di 780 m e negativo di -170 m, con la segnaletica ben presente per il percorso D01. Si consiglia di seguire il sito ufficiale per eventuali aggiornamenti: il percorso è molto ben tenuto, e alle volte potrebbe essere chiuso per breve durata.

2 Sentiero del Ponale? Riva del Garda. Com’è il percorso

Sentiero del Ponale, Garda, Trento

Si parte proprio da Riva del Garda e sarà bellissimo perché oltre all’inebriante tutto, fra il lago blu dipinto di blu e l’aria fresca, ad inizio percorso ci sarà parcheggio, che ormai tutto è tranne che scontato. Per sapere come arrivare al Sentiero del Ponale, ci arrivate da poco sotto Riva del Garda: la partenza sta qui su maps, dopo il Lungolago Gabriele D’Annunzio. Il parcheggio sta proprio alla fine di Riva del Garda, quello chiamato Monte Oro (questo qui). Da qui si supera il porto e si va verso Limone con la costa e la centrale idroelettrica di Riva, al sentiero D01.

Per la cronaca, la centrale Riva venne minata e resa inutilizzabile nella Prima guerra mondiale: sovente nel percorso si troveranno piccoli rifugini di guerra. Le foto non mancheranno, statene pur certi.

Sottolineiamo come il Sentiero del Ponale sia un meraviglioso percorso ciclo-pedonale, battuto da appassionati di tutto il mondo poiché considerato uno dei sentieri più belli a livello europeo. Piccolo spoiler: andrà tutto bene. È un percorso quasi liscio come l’olio, la cui unica parte più impegnativa è verso la fine, una salitina boscheggiante. Alla vostra sinistra troverete interminati spazi, mentre alla vostra destra troverete infiniti silenzi, ossia il Garda e le rocce scavate, a seconda dei tornanti dove siete e del senso di marcia. Questo perché, volendo, potete farlo andata e ritorno per 20 km.

Cominciato il percorso sarete in salita per pochi km fino all’uscita per Valle di Ledro, per biforcarsi in due percorsi: quello pedonale e quello ciclistico. Dopo il ponte si va su una strada forestale fino alla Valle di Ledro. Da lì c’è la serie di tornanti per il quale il sentiero è famoso, fino alla terrazza panoramica con la statua della Madonna (questo punto qui). Vi ritroverete, prima o poi, a Prè di Ledro assieme ai ciclisti: continuate verso Molina e arrivate al Lago di Ledro dove c’è il Museo delle Palafitte.

Cliccate qui se avete ancora bisogno di un lago diverso ma con un itinerario un po’ più lungo pieno di borghetti e saliscendi.

Adriano Bocci
Adriano Bocci


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur