In alta montagna ma con gli occhi sul mare: in Liguria c’è un meraviglioso sentiero d’alta quota che attraversa i picchi più alti della regione

Adriano Bocci  | 17 Giu 2024
Alta Via dei Monti Liguri - AVML

In Liguria c’è un meraviglioso sentiero d’alta quota che si fa i picchi più alti della regione, diviso in comode tappe, ma lungo. Con regione intendiamo che si fa tutta la regione, ergo, se avete bisogno di una vacanza all’insegna del trekking, questa è una delle scelte migliori: ecco l’Alta Via dei Monti Liguri (AVML).

Come appena detto, per una vacanza dedita al trekking è fenomenale. Scendiamo più nel dettaglio, però, GoodTrekkers: con vacanza intendiamo che è un percorso da 440 km che si fa tutta la Liguria, dall’ovest all’est, da Ventimiglia a Ceparana. How much? Una ventina di giorni. Le avete prese le ferie?

Alta Via dei Monti Liguri: in mtb? In moto? A piedi?

 

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Gionata Di Caro (@supervwman)

Prima che ve lo chiediate, sì, l’Alta Via dei Monti Liguri è percorribile completamente in mountain bike (mtb). Trent’anni fa (ai miei tempi, ugh) l’AVML è stata creata come sentiero prettamente pedonale che collega Ventimiglia a Ceparana. Da lì in molti, in mtb, la hanno percorsa lo stesso: di recente è nata la versione ufficiale del percorso in mountain bike, che però è più lungo, e che troverete qui sul sito di Alta Via Info H24.

Sempre sul sito di Alta Via Info H24 non troverete solo la versione per la mountain bike, ma anche quella a piedi con ogni dettaglio per singola tappa, inclusi gps, tracce interattive e cartografia digitale. Parlando d’altro, visto che è richiesto: l’Alta Via dei Monti Liguri non è percorribile in moto nei sentieri protetti, da come si evince da questo articolo di GenovaToday. Per andare a piedi, invece, non c’è problema. Avrete bisogno di tempo, però, come anticipato.

Alta Via dei Monti Liguri, le tappe più belle e lista tappe

 

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sonia Conti (@sonia_bea)

Quali sono le tappe più belle dell’Alta Via dei Monti Liguri? È difficile sceglierne una in assoluto o anche una piccola selezione poiché le tappe sono diverse. Parte della bellezza di tutte l’AVML è che si può fare e rifare in più punti, e l’idea predominante è quella di dividere i weekend in otto, come suggerisce proprio il CAI stesso qui.

Ricordate che i segnavia sono quelli che notate chiaramente in foto. Ad ogni modo le tappe sono le seguenti:

  • Tappa 1: da Ventimiglia ci si fa la Val Nervia in una delle parti più wild, grande biodiversità: lecci, aceri, faggi, abeti, aquile, e lupi. La parte migliore è il Sentiero degli Alpini, militare e degli anni ‘30, tra i Monti Pietravecchia e Toraggio.
  • Tappa 2: si fa le Alpi Liguri ed è pieno di conifere e praterie. Qua si entra nel Parco delle Alpi Liguri (codesto) e si va al Monte Saccarello, con la statua del Redentore, camosci, marmotte e qualche forte sabaudo. Passate per i borghi Realdo e Verdeggia.
  • Tappa 3: porta attraverso il Melogno con tre monti importanti (Monte Galero, Rocca Barbena e Monte Carmo di Loano) e alcune sculture naturali chiamate Giganti di pietra (al Monte Galero) e dei monoliti (su Rocca Barbena).
  • Tappa 4: focus completo sul Parco del Beigua (questo) fra boschi infiniti e tanta ombra. In zona Meugge ci si avvicina alla Riserva Naturalistica dell’Adelasia. Nel Parco troverete climi diversi e qui potrete, invece, salutare i daini.
  • Tappa 5: la tappa di Piani di Praglia è panoramica come quella precedente e facilitata da qualche ferrovia, con suoli spogli della vegetazione per loro particolarità. Qui si possono vedere i Laghi del Gorzente e il Passo della Bocchetta.
  • Tappa 6: questa, con una vecchia funicolare novecentesca e una strada ferrata degli anni ‘30 posta a Righi e Casella. Ci si fa l’Antica Via del Sale e si vede anche il Lago della Val Noci, ma si vedono anche i Monti Alpesisa e Candelozzo, vicini anche al Parco Naturale Regionale dell’Antola (questo).
  • Tappa 7: quella di Zatta conduce dal Passo della Forcella al Parco Naturale Regionale dell’Aveto (qui) dove poco fa c’è stata la 22° edizione della Festa delle Rose (per capirci). Grossa area paesaggistica, piena di sentieri medievali, dove poi si arriva ai laghetti glaciali del Monte Aiona.
  • Tappa 8: la tappa di Vara ha un misto mare fra boschi di latifoglie, pascoli e conifere. Qui c’è il Monte Gottero, tra le cime più elevate della Liguria (1.640m), piena di faggi sopra e castagni sotto. Parliamo di una zona del SIC (sito di importanza comunitaria) con un cippo che ricorda la Battaglia del Gottero tra partigiani e nazifascisti del ‘44. Ci sarà anche la Foce dei Tre Confini che, anticamente, confinava Parma, Genova e Toscana (Ducato, Repubblica e Granducato). Si finisce a Ceparana come previsto.

Se avete tempo e voglia di capire un po’ come vanno le cose, vi consigliamo un video un po’ lungo che si fa tutto il percorso. Prendete tempo, mi raccomando:

Dove dormire: i rifugi

Rifugio nell'Alta Via dei Monti Liguri
Le viste, signori e signore.

Per capire dove dormire divideremo le zone. Google Maps può aiutare in questi casi per le classiche strutture alberghiere, ma non credo che per farlo abbiate bisogno di noi. Ergo, appunto, noi di GoodTrekking vi facilitiamo le cose e vi consigliamo in pura coerenza alcuni rifugi per zona. Sempre Maps aiuta a verificare la disponibilità, che sia col pulsantino o col telefono, quindi siete coperti.

Imperia

  • Rifugio di Realdo. Sta a Via XX Settembre, Realdo, è un rifugio accogliente nel cuore delle Alpi Liguri. Eccolo qui.
  • Rifugio Ca’ da Cardella. Si trova in Via Giardino 10 bis, Mendatica, ed è un ottimo punto di sosta per gli escursionisti. Eccolo qui.

Savona

  • Rifugio Cadifugio. Localizzato in Via Bricco, Colle di Cadibona, Quiliano, offre una vista panoramica mozzafiato. Eccolo qui.

Genova

  • Rifugio Monte Caucaso. Questo sta a in Via Barbagelata 24, Lorsica, è perfetto per chi cerca un’esperienza autentica di montagna. Eccolo qui.
  • Rifugio Ventarola. Ventarola 14, Rezzoaglio, una base ideale per esplorare i dintorni. Eccolo qui.

La Spezia

  • Rifugio Patrick Gambino. Questo qui invece sta a Gerri e dà un rifugio tranquillo per i viaggiatori. Eccolo qui.
  • Rifugio Monte Gray. Una scelta più rustica, situato a Monte Gray, ideale per chi cerca un’esperienza più avventurosa.

Ah, giusto: quando aprite i vari link di Maps, se vi interessano le recensioni (come non potrebbero, d’altronde) controllate le date delle eventuali recensioni e guardate quelle recenti. Alcune potrebbero indicarli come chiusi (che da una parte può essere normale, diversi rifugi chiudono fuori stagione) ma buona parte di tali recensioni sono vecchie di anni. Per una lista completa dei rifugi liguri vi consigliamo di andare su questo sito.

Dormire in tenda all’Alta Via dei Monti Liguri

Tenda in un campeggio libero

Dormire in tenda all’Alta Via dei Monti Liguri si può. È fattibile, ma regolato.La Legge regionale 2 del 7 febbraio 2008 indica come il bivacco, ossia il dormire in tenda (ish) si possa fare solo in luoghi appositamente designati. Ergo, cercate i cartelli, chiamate e informatevi perché il campeggio non è bivacco. E comunque, se avete voglia di Liguria ma non vi serve un percorso così vasto (per quanto si possa spezzettare), andate un po’ qua.

Come arrivare a Ventimiglia

A proposito. Se avete deciso di cominciare, l’AVML parte da Ventimiglia, da questo punto che vedete sulla mappa. Per arrivare a Ventimiglia ci sono vari modi, come usare la A10 da Genova in auto. Treni regionali che vengono da Milano (Piemonte) e un po’ di Centro Italia ci sono, stessa cosa per i bus, ergo molto fattibile. Questo perché l’AVML comincia praticamente da sotto la Stazione di Ventimiglia: usate Maps qui.

Adriano Bocci
Adriano Bocci


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur