Ciclabile della Val di Merse: percorsi e tracciati

Val di Merse
San Lorenzo in Val di Merse, Toscana, Italia

In provincia di Siena c’è una valle spettacolare che segue il corso del fiume Merse nella parte sud-occidentale della provincia. Meno conosciuta della Val d’Orcia e di altre zone della provincia di Siena, la Val di Merse merita più di una vista. E il modo migliore per scoprirla è in bicicletta. Qui trovate tutte le ciclovie italiane più belle e qui di seguito una guida utile per percorrere la ciclabile, anzi le ciclabili, della Val di Mersa su due ruote.

La Ciclabile della Val di Merse

La Val di Merse è segnata da una serie di itinerari ciclabili che permettono di girarla in lungo e in largo. Il Grand Tour della Val di Merse è un grande itinerario cicloturistico completamente segnalato conosciuto anche come Ciclabile della Val di Merse. Misura circa 173 che possono essere estesi a 217. Può essere percorso in una o più tappe a seconda dell’allenamento e del tempo a disposizione.

I saliscendi sono molti e in totale il Grand Tour da 173 km conta 3100 m di dislivello, adatti ai cicloturisti più esperti. Dividendo però il percorso in tappe e scegliendo gli itinerari con meno dislivello diventa adatto a tutti, specie se percorso con una bicicletta elettrica.

Il Grand Tour della Val di Merse attraversa il cuore autentico della Toscana con i borghi medievali di Chiusdino, Monticiano, Murlo, Sovicille, Casole d’Elsa e Radicondoli. Si passa per antichi mulini ad acqua, borghi medievali e abbazie abbandonate. Si percorrono esclusivamente strade secondarie a bassa percorrenza, sterrate e strade bianche.

Gravel Tour

Il Gruppo Ciclistico Val di Merse ha creato anche una versione Gravel Grand Tour della Val di Merse percorribile con bici gravel o mtb. Il percorso misura 217 km con 4200 m di dislivello. Questo itinerario è disegnato per pedalare per circa 100 km sullo sterrato e per i restanti km su una viabilità secondaria priva di traffico.

Qui trovate il percorso ufficiale del Gravel tour della Val di Merse.

Percorsi ad anello in Val di Merse

Sul sito Grand Tour Val di Merse sono presenti le tracce GPS con itinerari ad anello che possono essere percorsi in giornata visitando alcuni dei luoghi più belli della val di Merse con percorsi a tema. Noi vi segnaliamo l’itinerario “Etruschi in Val di Merse”: un itinerario nel Comune di Murlo lungo strade bianche e sterrati tra la Val di Merse e le Crete Senesi fino a Montalcino.

  • Distanza: 26.5 Km
  • Dislivello: 425 Mt
  • Punto Partenza/Arrivo: Qualsiasi punto del percorso
  • Bici: Gravel, Mountain Bike, Cicloturismo

Val di Merse, la Toscana etrusca (e longobarda)

La Val di Merse ha una storia ricca di testimonianze etrusche, romane e longobarde. Dal punto i vista naturalistico il paesaggio è vario: colline medie e alte, quasi montagna, percorse da una continua sequenza di zone agricole, coltivazioni, radure, e boschi. Le aree plasmate da una lunga, secolare e tradizionale agricoltura sono inframmezzate ad aree selvagge con il sapore affascinante del non ancora conosciuto ed esplorato.

Cosa vedere

La Val di Merse è famosa per i corsi d’acqua e per i mulini dove si produce una farina rinomata.

Monticiano è uno dei borghi della valle più belli e con più tesori storici e culturali. Consigliamo una lunga tappa. Chiusdino è conosciuta per l’Abbazia di San Galgano: un’antica abbazia con il tetto fatto di cielo e legata all’affascinante leggenda del santo. Una spada conficcata nella roccia e mai più estratta dopo la scelta d’eremitaggio di San Chiusdino ricorda la storia della spada di Re Artù.

Il borgo di Torri ha un bellissimo castello magnificamente conservato. A Rosia c’è il Ponte della Pia, un ponte di pietra che porta all’eremo di Santa Lucia.

Murlo è territorio etrusco. Il Museo “Antiquarium di Poggio Civitate”, nel centro storico del borgo, merita una visita alla scoperta dei tesori etruschi. Il paesaggio è sparso di rovine di chiese e castelli, oltre ad antichissime cave e miniere.

Anche Sovicille affonda le sue radici nella storia etrusca e romana, e vanta un prezioso patrimonio storico-artistico, con pievi romaniche e le abbazie. Il territorio è situato sulla Montagnola Senese con il suo paesaggio quasi montano. Il bosco qui è l’elemento principale, alternato a radure e pascoli.

Commenti