Rifugio Walter Bonatti, la meta ideale per il trekking sul Monte Bianco

monte bianco_99782417
Una veduta delle vette rocciose del Monte Bianco, tra Italia, Francia e Svizzera. È qui che si trova il Rifugio Walter Bonatti

Inaugurato nel 1998 e intitolato al celebre alpinista, il Rifugio Walter Bonatti si trova sul Vallore di Malatrà, in Valle d’Aosta.

Questa struttura, una vera eccellenza della piccola regione alpina italiana, ricade nel territorio comunale di Courmayeur-Mont Blanc, proprio ai piedi del Monte Bianco che, con i suoi oltre 4.800 metri d’altezza, è la vetta più alta d’Europa.

Informazioni utili

  • Altezza: 2.025 metri
  • Indirizzo: Località Malatrà, Val Ferret, 11013 Courmayeur (AO)
  • Apertura: Tutto l’anno, tranne da metà aprile a metà maggio
  • Telefono: +39 0165 1855523 (fisso), +39 335 6848578 (cellulare)
  • Email: rifugiobonatti@gmail.com

Mappa

Curiosità sul Rifugio Walter Bonatti

Intitolato al “Re delle Alpi”, che nella sua carriera ha scalato decine e decine di vette, alcune delle quali dalla difficoltà apparentemente insormontabile (come il Grand Capucin, il pinnacolo granitico del Monte Bianco), il Rifugio Walter Bonatti si trova a una altezza piuttosto bassa per la zona, poco meno di 2.000 metri sul livello del mare.

A differenza di veri e propri giganti come la Capanna Margherita, quindi, il Bonatti, da buon rifugio di “media montagna”, è ideale anche per una escursione dal tasso tecnico meno impegnativo, risultando così un punto di sosta scelto da moltissimi escursionisti anche alle prime armi.

Che sia una passeggiata d’estate o una ciaspolata in inverno (il rifugio è infatti aperto tutto l’anno, salvo in un breve periodo a cavallo tra la stagione invernale e quella estiva), il Rifugio Bonatti di Courmayeur permette dunque di organizzare una escursione davvero significativa nei pressi del Monte Bianco, magari lasciandosi sedurre dalle bellezze del Malatrà, della zona di Belle Combe o del vicino Chearfière in estate.

D’inverno, invece, complice la presenza della neve, diventa la sosta ideale per una ciaspolata sempre sul Colle del Malatrà, oppure in direzione della Tête entre Deux Sauts che, con i suoi oltre 2.700 metri, è tra le vette principali della Val Ferret.

Significativo è sicuramente poi il Tour du Mont Blanc, il trekking dei tre stati che unisce Italia, Francia e Svizzera e che può trovare proprio nel Rifugio Walter Bonatti il suo punto d’inizio o d’arrivo, a seconda di quale orientamento si decida di intraprendere.

Non solo punto di sosta, ma anche rifugio dove è offerto il pernottamento, la prima colazione e, per chi volesse concedersi qualche giorno di totale relax in montagna, il trattamento di mezza pensione.

Le tariffe variano a seconda che si scelgano le camere (da 2 a 4 letti) o il cosiddetto dortoir, ovvero il dormitorio. Si va dai 27,50 euro del pernottamento in dortoir fino a 68 euro della mezza pensione in camera, con alcune note specifiche, come la necessità, per chi sceglie il pernottamento, di dotarsi del sacco lenzuolo personale, salvo noleggiarlo in loco con un piccolo sovrapprezzo.

GoodTrekking

GoodTrekking