La piccola Islanda d’Italia: si trova in Lombardia ed i colori del paesaggio glaciale la rendono una destinazione davvero magica

Emma Valenti  | 03 Dic 2023
IS: 1412709883

L’Islanda è detta la terra del ghiaccio e del fuoco. Piena di ghiacciai e vulcani. È una terra viva, attiva. E chi lo avrebbe mai detto che un pezzo di quella terra magica lo possiamo ritrovare in Italia? La Lombardia, questa volta, è la protagonista. In particolare, parliamo del Ghiacciaio Fellaria. Siamo nella parte alta della Valmalenco. Ed ora andiamo alla scoperta di questa meraviglia, piccolo passaggio verso l’infinito per vedere una natura padrona di sé stessa.

L’Islanda italiana! Sorprendiamoci alla scoperta del Ghiacciaio Fellaria

Eccoci ad oltre 3.500 metri di altitudine. Qui, il Ghiacciaio Fellaria ci dona meraviglia allo stato puro. Per raggiungerlo, ci troveremo a percorrere un sentiero di natura escursionistica. Non dovremo allenarci per mesi per riuscire a completare con successo questo percorso, ma serviranno diverse pause e circa sei ore. Ci ritroveremo ad affrontare un dislivello totale di circa 630 metri. È una sfida che ci donerà una soddisfazione immensa. Durante tutta la nostra camminata, saremo meravigliati dalla vista delle cime circostanti, come, ad esempio, le cime del Gruppo del Bernina. Ciò che ricorda veramente l’Islanda è il fatto che il Ghiacciaio Fellaria ha una conformazione che ricorda moltissimo le tante lagune ghiacciate dell’isola del ghiaccio e del fuoco. Oltretutto, proprio come in Islanda, potremo sì avventurarci nel ghiaccio (con l’attrezzatura adeguata come scarpe con ramponi), ma lo dovremo fare esclusivamente con l’aiuto di una guida esperta. Quando si tratta di queste cose, non si può giocare.

Non è tutto rose e fiori: il cambiamento del Ghiacciaio Fellaria e la formazione del Lago di Fellaria

Ghiacciaio Fellaria

Ed ecco che arriviamo ad un argomento saliente: il cambiamento climatico. Infatti, il ghiacciaio si è spaventosamente ritirato di ben 40 metri (e non accenna a fermarsi) dal 2.015 al 2.022. Lo scioglimento del ghiaccio, a causa del continuo riscaldamento globale, ha iniziato nel 2.007 la formazione del Lago di Fellaria. La sua superficie è rapidamente aumentata sino a 201.350 mq, rendendolo uno dei laghi più enormi della Valmalenco. Qui vediamo veramente una catena di eventi, il gatto che si morde la coda. Da quando si è formato il lago, tutto il ghiaccio che lo circonda, e con cui è a contatto, ha cominciato a sciogliersi. Questo dovrebbe incoraggiarci non solo a fare scelte più sostenibili, ma anche ad affrettarci a visitare il Ghiacciaio Fellaria prima che esso scompaia, lasciandoci senza uno dei più spettacolari luoghi in Italia. Il Ghiacciaio Fellaria è una preziosissima chicca che è destinata a scomparire, se la situazione mondiale non cambia in fretta.

Informazioni utili

A causa del soffocante caldo estivo, il Ghiacciaio Fellaria rappresenta una meta perfetta per i mesi estivi.

Clicca qui per scoprire il sito dove potrete ottenere informazioni sullo stato del Ghiacciaio Fellaria!

Emma Valenti
Emma Valenti

Emma Valenti, della provincia di Trento, residente nel Parco Naturale dell'Adamello Brenta, da sempre appassionata di trekking e laureata in Beni Culturali. Promotrice del cammino meditativo, che ci aiuta a riappropriarci della centralità dell'anima.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur