D’autunno è bello, ma con la neve da il meglio di sé: questo sentiero tra le cascate in Emilia è veramente sorprendente

Emma Valenti  | 26 Nov 2023

Un sentiero tra scrosci che fanno scivolare via i nostri pensieri, come le correnti trascinano le foglie via con sé. Il Sentiero delle Cascate di Sant’Annapelago si trova nell’omonima foresta in Emilia. Ci troviamo circondati da una meraviglia che ci prende il cuore, e lo colora di tutte le emozioni che un percorso così ci può offrire. E allora sbrighiamoci a fare lo zaino, buttiamocelo in spalla e andiamo alla scoperta di questo tornado di sensazioni meravigliose.

Scheda tecnica

  • Lunghezza: 12 km
  • Tempo di percorrenza: 4/5 ore
  • Difficoltà: facile/intermedia
  • Dislivello: 500 m
  • Dove parcheggiare: parcheggi vicino all’area sportiva “La Torre”
  • Stagione consigliata: inverno per farci investire dalla meraviglia, ma sono perfette anche stagioni come la primavera e l’autunno.

Il Sentiero delle Cascate di Sant’Annapelago: un percorso di emozioni

Una volta parcheggiata l’auto non ci resterà altro che buttarci in quest’atmosfera unica. Chiudi gli occhi. È inverno, un candido manto bianco ricopre il mondo, e tu sei avvolto in quell’abbraccio. Questo luogo durante l’inverno assume una magia che ci ricorda Narnia. Dovremo seguire i segnavia che ci portano a Casa delle Rose. Inizialmente, dovremo affrontare una leggera salita, ma poi il Sentiero delle Cascate di Sant’Annapelago diventa pianeggiante per circa 4 km. Quasi sin da subito, inizieremo ad incontrare le prime cascate: vi presento ufficialmente la graziosa Cascata dei Rioo, la Cascata della Bandita e la Cascata di Sassorso. Alla seconda cascata arriviamo attraversando il Rio dell’Acero. Tramite mulattiera giungeremo poi la meravigliosa Cascata della Cascadoora. Questa cascata sarà possibile osservarla da vicino, ma ricordiamoci che se non vogliamo vederla solo dalla terrazza il sentiero che ci porta ai suoi piedi è solo per escursionisti esperti.

Il ritorno e la storia del Sentiero delle Cascate di Sant’Annapelago

Il Sentiero delle Cascate di Sant'Annapelago

La Cascata della Cascadoora sarà l’ultima che vedremo. Iniziamo dunque il ritorno proseguendo sino ad arrivare a Nespolo. Attraversiamo il Rio Valdarno e, seguendo la strada vicinale di Montalto, arriviamo a Casa Gennaio. Da qui ci basterà tenere la sinistra per tornare verso Sant’Annapelago. La storia del Sentiero delle Cascate di Sant’Annapelago è una meraviglia all’ascolto. Abbiamo appena percorso i sentieri che i trasportatori di legname facevano per lavoro. Trasportavano legname lavorato grezzamente. Cose come legna da ardere, carbone e carbonella venivano poi ammassati all’imposto del Ponte di Sant’AnnaPelago. Questo succedeva sin dal XVI secolo. Oltretutto, anche materiali ferrosi venivano trasportati per questi sentieri. Questa volta i materiali (a partire dal 1.500) provenivano dalla Toscana. Il loro scopo finale era quello di essere poi lavorati nelle “Fabbriche del ferro”.

Informazioni utili

Clicca qui per visitare il sito ufficiale del Sentiero delle Cascate di Sant’Annapelago!

Credit dell’immagine in evidenza: www.inappenninomodenese.com

Credit dell’immagine nel secondo paragrafo: www.inappenninomodenese.com

Emma Valenti
Emma Valenti

Emma Valenti, della provincia di Trento, residente nel Parco Naturale dell'Adamello Brenta, da sempre appassionata di trekking e laureata in Beni Culturali. Promotrice del cammino meditativo, che ci aiuta a riappropriarci della centralità dell'anima.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur