Trekking e fotografia: reflex, action cam o smartphone?

Trekking e fotografia
Trekking e fotografia

I consigli di GoodTrekking su quale strumento scegliere per un’escursionista che non può rinunciare agli scatti paesaggistici

Gli amanti del trekking sono tanti e tutti diversi. C’è chi ama immergersi nella natura e staccare completamente la spina, godendo totalmente dell’esperienza lontano da tecnologia, stress e vita di tutti i giorni e chi, invece, non vuole perdersi proprio nulla dell’escursione, immortalando, istantanea dopo istantanea, la bellezza del paesaggio e le emozioni del percorso.

E allora se amate il trekking fotografico come vi comportate? Quale attrezzatura portate con voi? Se siete ancora un po’ indecisi sulle scelte da fare oppure vi vorreste approcciare ad un trekking che prediliga anche la fotografia ci pensiamo noi di Goodtrekking a darvi una mano. Qui di seguito vi daremo alcuni consigli su come coniugare un’attrezzatura standard da trekking e quella per la fotografia.

Chi fa molte escursioni sa bene che con lo zaino in spalla il peso e lo spazio sono delle discriminanti fondamentali. È essenziale compattare lo spazio e fare delle scelte. Ma se oltre al kit essenziale per l’escursione abbiamo anche quello per la fotocamera? Bisognerà limitare l’attrezzatura? Certamente è indispensabile ridurre gli accessori, portando solo quelli di cui proprio non si può fare a meno, trovando il giusto compromesso tra le necessità del buon escursionista e le esigenze del fotografo.

E allora quale può essere la fotocamera più adatta per il trekking? Regola di base “essere leggeri”.

Trekking fotografico, quale dispositivo scegliere

Trekking e fotografia, la qualità della reflex

La domanda principe per capire quale dispositivo fotografico acquistare e poi utilizzare durante il trekking è solo una, che tipo di foto vogliamo scattare? Vogliamo la qualità assoluta avendo tra le mani uno strumento avanzato che ci permetta di avere dei signori scatti in qualsiasi condizione? Oppure una fotocamera che ci permetta di scattare foto e video in esterna e che siano anche subacquee? O ancora, ci piace immortalare la nostra esperienza senza spendere troppo e usare il nostro smartphone?

Per ognuna di queste esigenze esiste una soluzione e un dispositivo diverso. Basta solo capire in che modo si voglia coniugare trekking e fotografia. Qui di seguito troverete alcuni consigli su quale dispositivo scegliere in base alle vostre esigenze.

La reflex, la qualità che pesa

Partiamo dalla soluzione più costosa, la reflex.  Ottima qualità e grande professionalità per chi non vuole rinunciare a scatti nitidi e dettagliati, con la possibilità di regolare ogni parametro per scattare le foto. A disposizione una vasta gamma di obiettivi, intercambiabili, che restituiscono performance ineguagliabili. Occhio però al prezzo e al peso. Se il costo delle reflex non è di certo accessibile a tutti anche il peso e l’ingombro dell’apparecchiatura non scherza. Le reflex danno grandi risultati in termini di qualità ma non sono certo le regine della comodità durante il trekking. Il corpo macchina è pesante e voluminoso come lo sono anche gli obiettivi. Tra i marchi più importanti troviamo le Canon e le Nikon. Sta a voi scegliere! Se proprio volete degli scatti perfetti a tutti i costi sappiate dovrete essere disposti a portare con voi un dispositivo pesante.

Trekking e fotografia, con la reflex la qualità pesa

Durante le escursioni una buona alternativa alle reflex sono le mirrorless, delle nuove fotocamere che restituiscono un’alta qualità di immagine, simile a quella delle reflex, ma meno ingombranti e pesanti delle reflex. Obiettivi interscambiabili a seconda delle esigenze e sofisticati mirini elettronici. Tutto ciò che occorre per bellissimi scatti viaggiando leggeri, tenendo il dispositivo sempre a portata di mano.

I nostri consigli..

Canon e Nikon sono i due grandi marchi che da sempre assicurano la qualità delle reflex.  Qui la scelta è veramente ampia perché il catalogo è veramente vasto. Bisogna dunque scegliere tra quei modelli non troppo grandi e che possono essere portate nello zaino. Tra queste la Canon EOS 200D, è di sicuro una delle più piccole e leggere reflex sul mercato. Questo la rende perfetta per il trekking, per chi cerca un dispositivo professionale che non sia quasi un peso da portare dietro. Mirino ottico di alta qualità, schermo orientabile e una messa a fuoco velocissima. Ottime foto per un dispositivo disponibile ad un prezzo non di certo accessibile a tutti (oltre 600 €) ma che garantisce davvero risultati eccellenti.

Stessa storia anche per Nikon D600, anch’essa tra le più compatte e leggere macchine digitali, supportando anche le condizioni ambientali più estreme. Un vero e proprio gioiellino da portare sempre dietro senza avere troppi problemi assicurando anche 1000 scatti di altissima qualità con colori brillanti con una sola batteria. Il meglio della categoria perfetto per il trekking ad un costo decisamente più alto (intorno a 1000 €)

La action cam, perfetto compagno di viaggio  

Per molti, anche per gli addetti ai lavori da escursionismo, action cam può sembrare un termine nuovo o inusuale. Eppure è molto più familiare di quanto non si pensi. Parliamo dei dispositivi che più comunemente vengono usati per le attività outdoor, le videocamere compatte che si usano proprio in esterna per fare foto e soprattutto video quando si è in movimento e che si applicano al casco, al manubrio della bici, sulla fascia pettorale per riprendere dal proprio punto di vista ciò che accade intorno durante le escursioni.

Parliamo delle più conosciute GoPro, il marchio commerciale di riferimento per questo tipo di dispositivo tanto che il termine viene usato quotidianamente per identificare tutta la gamma delle action cam. Leggere, compatte e pratiche sono le fotocamere più piccole che esistono. Si possono ancorare praticamente ovunque e sono anche subacquee. Pensate proprio per un utilizzo outdoor, resistono anche ai colpi, alla polvere, al fango, e alle alte e basse temperature. Cosa chiedere di più? Le action cam scatta foto, ma i video sono la loro specialità. E nonostante la compattezza garantiscono una risoluzione molto alta e un angolo di registrazione che può arrivare fino a quasi 180 gradi. Se cercate un dispositivo che possa essere un fedele compagno di viaggio, che vi segua in qualsiasi percorso e circostanza, che immortali tutto ciò che fate e dalla vostra prospettiva senza essere troppo ingombrante la action cam è quello che fa per voi.

Trekking e fotografia,le action cam grandi compagne di viaggio

I nostri consigli…

Il marchio più conosciuto delle action cam, come dicevamo, è GoPro. HERO5 Black è uno dei suoi prodotti di punta: prezzo abbastanza salato (intorno a 450 €) ma dispositivo piccolo e semplice da utilizzare ma nello stesso tempo potentissimo. E ancora integrazione con GPS, Cloud GoPro Plus, schermo LCD touch che permette di fare moltissime attività: modificare le impostazioni di ripresa, visualizzare l’anteprima e rivedere foto e video. Per molti è considerata la regina delle action cam. Certamente è la migliore in circolazione. Se cercate il meglio del meglio, senza badare a spese, per delle foto e riprese in outdoor GoPro HERO5 Black è certamente un top di gamma.

Vi segnaliamo, inoltre, un altro gioiellino, Nikon KeyMission 360. Anche in questo settore la Nikon ha portato avanti i suoi alti standard qualitativi: ripresa a 360 gradi con due obiettivi ultragrandangolari che riprendono due immagini combinate in maniera fluida restituendo una qualità molto buona. Leggera, piccola ma robusta e anche subacquea. Si può piegare nei modi più disparati senza problemi.  Un ottimo prodotto per chi davvero non vuole limiti nel fotografare e riprendere. Prezzo non elevatissimo ma comunque sostenuto (poco più di 350 €).

Lo smartphone, la praticità a portata di tutti

Infine ci sono gli smartphone che sono sempre una salvezza per tutti. Se amate il trekking e la fotografia ma non volete fare grossi investimenti e non amate portare troppe attrezzature con voi, la soluzione più pratica e veloce è quella di usare lo smartphone per le vostre uscite outdoor. Ovviamente per avere una buona fotocamera il prezzo dello smartphone non potrà che essere alto, guardando a modelli che sono top di gamma.

Sul mercato oggi i moderni cellulari sono corredati da fotocamere di tutto rispetto con sensori fotografici di qualità; ottima velocità di scatto e precisione e velocità di messa a fuoco.

Trekking e fotografia, la praticità dello smartphone

I nostri consigli…

Senza ombra di dubbio il Samsung Galaxy S7 è un piccolo gioiello, in tutti i sensi, non solo per la qualità della fotocamera da 12 megapixel. Ottime foto sia in condizioni di luce che di buio. Riuscendo a catturare di notte tantissimi dettagli dando il risultato migliore tra tutti gli smartphone in circolazione. Presente anche lo stabilizzatore ottico dell’immagine, ottima la velocità di messa a fuoco e molto buona anche la velocità di apertura dell’app. Tutto questo al prezzo di una reflex base o di una action cam (intorno a 400 euro).

Per gli smartphone vi consigliamo un altro top di gamma rimanendo sempre sul marchio Samsung.  Galaxy S8 che possiede una buona fotocamera, sempre di 12 megapixel come il modello precedente. Peccato che per un modello più nuovo non ci siano state integrazioni ma in generale se cercate uno smartphone di ottima qualità che sia in grado di rispondere a più esigenze e tra queste anche quella della fotografia ve lo consigliamo (prezzo tra 500 e 600 euro).

 

 

Commenti

Francesca Bloise