Non serve arrivare ai Caraibi per la barriera corallina: sulle coste del Lazio ce n’è una tutta italiana, ma è a rischio

Emma Valenti  | 07 Mar 2024
Bellissimo esemplare di corallo nero, presente all'interno della Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno - IS: 522513521

Nelle acque del Lazio, lungo le coste di Anzio e Nettuno, si trova un tesoro sommerso che pochi conoscono: la Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno. Questo tratto di mare, ricco di biodiversità marina e caratterizzato da una barriera corallina unica, è una delle gemme nascoste del Mediterraneo. Basti pensare che stiamo parlando dell’unica tra le aree marine italiane protette ad essere completamente sommersa.Tuttavia, nonostante la sua bellezza e importanza ecologica, la Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno è a rischio a causa di molteplici minacce ambientali. In questo articolo, esploreremo in dettaglio la situazione attuale della Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno, mettendo in luce le sue caratteristiche uniche, le minacce che affronta e le azioni necessarie per proteggerla e preservarla per le generazioni future.

1 Introduzione alla Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno

Piccolo esemplare di tartaruga liuto che dalla spiaggia sta per immettersi in mare - IS: 502419053
Piccolo esemplare di tartaruga liuto che dalla spiaggia sta per immettersi in mare

La Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno si estende lungo la costa laziale per circa 1.387 ettari, comprendendo un’ampia area di mare. Qui troviamo una serie di scogli e secche che costituiscono un habitat ideale per una varietà di specie marine. La sua caratteristica più distintiva è la presenza di una barriera corallina, una formazione di coralli e altri organismi marini che fornisce un rifugio vitale per pesci, molluschi e altre creature marine. La Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno è rinomata per la sua straordinaria biodiversità marina. Le acque cristalline ospitano una vasta gamma di specie marine, tra cui l’aquila di mare, il corallo nero, le gorgonie e la tartaruga liuto. Questo ecosistema ricco e diversificato fornisce habitat vitali per molte specie ittiche commerciali e non, contribuendo alla salute dell’ecosistema marino nel suo complesso.

2 Minacce alla Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno

Purtroppo, nonostante la sua importanza ecologica, la Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno è a rischio a causa di molteplici minacce ambientali. Tra le principali minacce che affronta vi sono:

  1. Inquinamento: le acque costiere del Lazio sono soggette a inquinamento da parte di scarichi urbani, agricoli e industriali, che possono danneggiare la qualità dell’acqua e mettere a rischio la salute degli ecosistemi marini.
  2. Impatti antropici: l’attività umana, comprese la pesca eccessiva, il turismo non sostenibile e la navigazione intensiva, può causare danni diretti agli habitat marini e alle specie che li abitano.
  3. Cambiamenti climatici: i cambiamenti climatici, inclusi l’aumento delle temperature dell’acqua e l’acidificazione degli oceani, possono avere effetti negativi sui coralli e altri organismi marini sensibili, compromettendo la salute complessiva della barriera corallina.
  4. Sfruttamento: la pesca eccessiva e l’estrazione non sostenibile di risorse marine possono esaurire le popolazioni ittiche e danneggiare gli habitat marini, mettendo a rischio l’equilibrio ecologico della zona.

3 Azioni di conservazione e protezione

Piccoli esemplari di tartaruga liuto che stanno per essere rilasciati in mare - IS: 1454285449
Piccoli esemplari di tartaruga liuto che stanno per essere rilasciati in mare

Per proteggere e preservare la Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno, sono necessarie azioni concrete e coordinate a livello locale, nazionale e internazionale. Alcune delle azioni chiave che possono essere intraprese includono:

  1. Monitoraggio ambientale: è essenziale monitorare costantemente la qualità dell’acqua, lo stato degli habitat marini e le popolazioni di specie marine. Ciò, al fine di valutare l’impatto delle attività umane e attuare misure correttive quando necessario.
  2. Gestione delle risorse: implementare misure di gestione sostenibile delle risorse marine, inclusa la regolamentazione della pesca e la creazione di zone protette. Questo, per proteggere gli habitat critici e garantire la sopravvivenza delle popolazioni ittiche.
  3. Educazione e sensibilizzazione: coinvolgere la comunità locale, i turisti e le parti interessate nella conservazione e protezione di questo paradiso naturale. Ciò, può avvenire soltanto attraverso programmi di sensibilizzazione, educazione ambientale e volontariato.
  4. Collaborazione internazionale: collaborare con altri Paesi e organizzazioni internazionali. Bisogna unirsi per affrontare le minacce ambientali e promuovere la conservazione e la protezione degli ecosistemi marini a livello globale.

4 Conclusioni

La Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno è davvero un tesoro nascosto lungo le coste del Lazio. Questo quadro naturale è caratterizzato da una barriera corallina veramente unica e una straordinaria biodiversità marina. Tuttavia, questa preziosa risorsa naturale è a rischio a causa dell’inquinamento, dell’attività umana e dei cambiamenti climatici. Per proteggere e preservare questo capolavoro della natura per le generazioni future, è davvero necessario adottare misure concrete di conservazione e protezione. Ciò, significa anche coinvolgere attivamente la comunità locale e le parti interessate nella sua gestione sostenibile. Solo attraverso un impegno collettivo e coordinato possiamo garantire che questa meraviglia naturale continui a esistere per sempre.

Vuoi scoprire un mondo sottomarino senza precedenti? Clicca qui e vai sul sito ufficiale della Marina Protetta!

Trovi affascinanti i mondi sottomarini? Clicca qui e resta senza parole scoprendo i tre fondali più belli della Sardegna!

Emma Valenti
Emma Valenti

Emma Valenti, della provincia di Trento, residente nel Parco Naturale dell'Adamello Brenta, da sempre appassionata di trekking e laureata in Beni Culturali. Promotrice del cammino meditativo, che ci aiuta a riappropriarci della centralità dell'anima.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur