In Abruzzo senza neve, 10 percorsi a piedi da fare anche in inverno

Abruzzo senza neve? Negli Appennini centrali cade sempre un po’ più tardi rispetto alle Alpi, ma non disperate. Se avete già prenotato la vacanza in montagna ricordate che oltre allo sci e alle ciaspolate vi sono numerose attività alternative da poter fare per poter sfruttare a pieno le vostre giornate. Ecco una lista di consigli e 10 percorsi a piedi da fare anche in inverno!

Lago San Domenico e lago di Scanno

Lago di Scanno

Se amate i laghi, sicuramente il Lago San Domenico saprà rapirvi con i suoi meravigliosi panorami. Il piccolo specchio d’acqua, è situato nei pressi di Villalago, un piccolo borgo medievale. Venne creato artificialmente per sbarrare il fiume Sagittario. Ammirate lo splendido Eremo di San Domenico, e la sua famosa grotta, in cui dimorò il santo, scavata nella roccia calcarea. Camminate sul ponte e tuffatevi nei percorsi di trekking arrivando sino alla terrazza panoramica per godere di una vista mozzafiato.

Situato a 5 chilometri dal Lago San Domenico si trova il Lago di Scanno. Percorrete il Sentiero del cuore che vi condurrà al belvedere per osservare la forma di cuore che il bacino d’acqua ha disegnato nella natura. Raggiungete l’eremo in stile romanico dedicato a Sant’Egidio.

Lago di Barrea

Tra escursioni e percorsi di trekking il Lago di Barrea, senza dubbio uno dei laghi più belli dell’Abruzzo, vi sorprenderà con le sue alternative alla classica settimana sulla neve. È la location perfetta per essere vissuta all’aria aperta tra attività di bird watching ed ecoturismo. Tuffatevi nei suoi sentieri alla scoperta dei vicini monasteri e dei borghi del Parco Nazionale.

Leggi anche Barrea: il lago e i percorsi di trekking più belli!

Grotte di Stiffe

Abruzzo_Grotte di Stiffe_1689084604

Se amate le passeggiate in famiglia, le Grotte di Stiffe sono la tappa giusta per trascorrere alcune ore in compagnia dei vostri bambini. Si trovano vicino all’omonimo paesino, frazione del di San Demetrio ne’ Vestini. Le grotte sono rinomate per essere una “risorgenza”, ovvero quando il fiume torna in superficie dopo un tratto sotterraneo. Ammirate le favolose stalattiti e lasciatevi incantare dalle loro forme e giochi di luce.

Parco regionale naturale del Sirente Velino

Il Parco regionale del Sirente Velino è ricco di itinerari naturali che permettono di godere dell’Abruzzo anche in assenza di neve. Tra trekking e nordic walking le possibilità di fare escursionismo non mancano di certo. Andate alla scoperta dei canyon, dei resti romani, delle antiche fortezze e dei castelli medievali e passeggiate per le aree faunistiche. Immergersi nel turismo lento del parco non vuol dire apprezzare solo la natura, ma anche la storia e la cultura di questi luoghi!

Parco Nazionale della Majella

Un altro paradiso di sentieri escursionistici è certamente il Parco Nazionale della Majella. La sua particolarità è la varietà territoriale data dalla posizione tra mare e montagna. Se amate l’adrenalina delle discese innevate, allora i percorsi acrobatici tra gli alberi fanno al caso vostro, sapranno essere un valido sostituto delle piste in mancanza di neve. Passeggiate sotto la grande roccia lungo il Sentiero dello Spirito per giungere all’eremo di San Bartolomeo e camminate negli itinerari con i vostri amici a 4 zampe. Tra sentieri tematici, escursionistici e per famiglie non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Castello di Roccacalascio

Abruzzo senza neve_Castello Roccacalascio_2070126542

Volete sentirvi come nel film “Il nome della rosa”? Salite lungo le pendici del Gran Sasso e giungete al Castello di Roccacalascio, uno dei castelli più belli al mondo. La fortezza fu fondata dalla corte di Altavilla in epoca medievale e ancora oggi attira attraverso i suoi sentieri, i numerosi visitatori che ogni anno giungono per ammirarla. 

Castello Piccolomini 

Se siete alla ricerca di una vera roccaforte medievale con tanto di fossato, fate un salto al Castello Piccolomini. Costruito intorno al 1392 dal conte di Celano, è un perfetto mix di arte gotica e rinascimentale tra torri e merlature. Visitate il suo Museo di Arte Sacra della Marsica. Approfittate del sentiero che conduce alle Gole di Aielli-Celano, per ritrovarvi immersi nella natura.

Gole di San Venanzio

Tra il Parco della Majella e il Parco Sirente Velino troviamo il cuore verde dell’Abruzzo, la Riserva Naturale Regionale Gole di San Venanzio. Partite dal centro abitato di Raiano alla volta dell’Eremo di San Venanzio, giungete al Vecchio Mulino costeggiando le rive del fiume Aterno. Se siete amanti dell’archeologia resterete incantati dal percorso che da Raiano vi porta alla “Via delle uccole” nell’antico acquedotto romano scavato nella roccia. Lasciatevi catturare dalla bellezza delle pitture rupestri di Rava Tagliata. Immergetevi nei tesori naturali, artistici e storici delle Gole di San Venanzio!

Riserva Naturale Regionale Gole del Sagittario

A pochi chilometri dal Lago San Domenico, le Gole del Sagittario, si snodano nei magnifici sentieri che hanno permesso di dichiararla come Riserva Naturale Regionale Oasi WWF, nel 1991. Lo spettacolare canyon creato dalla continua erosione dell’omonimo fiume ha fatto di questo luogo un paradiso naturale incontaminato tutto da scoprire. Tra borghi, vallate e colline, giungerete sui picchi a strapiombo e vi dimenticherete della mancata neve in Abruzzo!

Riserva Regionale Zompo Lo Schioppo 

Abruzzo Zompo lo Schioppo_2055439841

Nella Valle Roveto, in una ricca varietà di flora e fauna è possibile percorrere splendidi sentieri escursionistici tra rifugi e aree pastorali alla ricerca della sua cascata. La Riserva Regionale Zompo lo Schioppo prende il nome proprio da questa cascata, infatti zompo significa salto. È nota per essere la più alta cascata naturale dell’Appennino con il suo salto di oltre 80 metri. Qui è possibile anche visitare l’ecomuseo per fare un’esperienza a 360 gradi nel paesaggio abruzzese.

Commenti

Escursioni