Trekking a Gozo, escursioni tra storia, benessere ed eccellenze locali


Una natura selvaggia che si getta in un angolo incontaminato di Mediterraneo è lo scenario perfetto per praticare le più diverse attività all’aria aperta. Gozo, la sorella minore di Malta, è il luogo perfetto se desiderate dedicarvi a del sano trekking e a pedalate in mountain bike in completa tranquillità. Questa piccola isola nel Mediterraneo meridionale offre infatti lunghi sentieri che si snodano in un rigoglioso entroterra per offrire scorci meravigliosi ed escursioni a picco sul mare immersi in una tranquillità quasi metafisica. Ma un paradiso così intatto a sole due ore di aereo da casa è un incredibile richiamo per gli appassionati di yoga e meditazione che qui possono trovare il perfetto equilibrio tra natura e spirito. Godendo di un clima temperato durante tutto l’anno, tra una passeggiata e un’arrampicata, non lasciatevi poi sfuggire la possibilità di una golosa pausa rifocillante a base dei migliori prodotti tipici di Gozo, rigorosamente a chilometro 0.

Sopu Tower
Sopu Tower, Gozo

Trekking a Gozo

Gozo è uno dei segreti più nascosti e magici di Malta. Templi millenari sono pronti a stupire lungo il percorso i camminatori curiosi e infaticabili che seguono i sentieri fino alle spiagge paradisiache dell’isola e alle cantine dove si producono vini d’eccellenza. Insomma: lì dove non vi aspettereste grandi sorprese, preparatevi a rimanere a bocca aperta lungo i chilometri di sentiero offerti da Gozo.

Se dovessimo sintetizzare in un aggettivo l’essenza di Gozo, probabilmente sarebbe “rurale”. Un trionfo di campagna e campi coltivati sono le caratteristiche inconfondibili di un paesaggio dove la tradizione e la vita lenta non hanno ancora lasciato il passo al turismo. Ecco perché i sentieri che vi aspettano in questa isola sono un dedalo di vie sterrate. Da Marsalforn parte un cammino che si sviluppa nella parte settentrionale dell’isola, passando per le trecentesche saline che anticipano l’arco naturale di Wied Il-Mielaħ. Due percorsi di trekking raggiungono invece le due grotte di Calypso Cave e Tal-Mixta Cave nella zona di Ramla Bay. Xlendi Bay è l’angolo di Gozo dove i buongustai e gli sportivi possono trovare entrambi la propria soluzione ideale.

Tal Mixta Cave

Trekking a Dahlet Qorrot

Questo percorso si snoda per circa 10 chilometri nell’altopiano di Il-Qortin Isopo e parte dal villaggio di Nadur. Lungo la passeggiata si incontra la torre di guardia dei Cavalieri di Sopu, un meraviglioso punto panoramico lungo la costa, una piccola baia di pescatori scavata nelle rocce e dalle caratteristiche porte delle rimesse colorate. L’itinerario arriva a Dahlet Qorrot. Proseguendo il percorso raggiunge la valle di Il-Wied ta ‘Grejgel popolata di fattorie, fino a raggiungere il villaggio più orientale dell’isola: Il-Qala. Proseguendo, vi aspetteranno un antico mulino a vento del XVIII secolo ed un’antica colombaia. Punto di arrivo è In-Nadur con uno spiccato stile barocco e romanico.

La chiesa di Taà Pinu

Trekking a Dwejra

Un percorso di trekking di difficoltà moderata lungo circa 13 chilometri. Il cammino parte e torna a Victoria, capitale dell’isola, per poi procedere verso la costa dove incontrerete il pittoresco Dwejra Heritage Park. La torre di avvistamento costiera dei cavalieri fa da sentinella al percorso, mentre il Mare Interno è un piccolo lago di acqua marina che si raggiunge attraverso una fenditura nella roccia e da cui partono escursioni in barca alla scoperta dell’isola. In questa zona solamente si trova la pianta endemica conosciuta come l’elicriso di Malta. Dwejra durante la bella stagione è amatissima dagli appassionati di immersioni; qui potrete fare snorkeling e godervi un romantico tramonto.

Dwejra
Dwejra

Trekking a Ħondoq ir-Rummien

Ben 10 chilometri di passeggiata attraverso i villaggi di Il-Qala, In-Nadur e Għajnsielem vi porteranno alla scoperta della baia di Ħondoq ir-Rummien. Nella bella stagione Ħondoq ir-Rummien potrebbe essere una tappa per un tuffo in acqua, all’orizzonte vi saluterà l’isola di Comino. Nonostante la strada sia piuttosto curata, lungo questo itinerario non mancano importanti dislivelli.

Trekking a Ramla

Una passeggiata di 8 chilometri che inizia da Marsalforn Bay, passando per il villaggio di Ix-Xagħra e terminando a Ramla Bay. Proprio intorno alla zona di Ix-Xagħra non mancheranno interessanti monumenti della vita e della storia locali. Ad esempio, qui potrete ammirare il Ta ‘Kola Windmill, uno dei pochi mulini a vento sopravvissuti all’età cavalleresca. Vi ritroverete proprio nei pressi di Ġgantija: un complesso di due templi in pietra risalenti al 3600 a.C. ed entrati a far parte del Patrimonio Unesco. La passeggiata prosegue verso la scogliera di Nuffara per respirare a pieni polmoni la brezza mediterranea e infine arrivare a Ramla Bay accolti dalla sua iconica sabbia rossa.

Vista dall’alto delle saline di Xwejini

Trekking alle saline

12 chilometri di percorso lungo un tracciato ad anello che parte e torna a Victoria. Le tappe successive si proiettano verso la Valle Sara, attraversando la basilica più antica dell’isola e la valle di Wied il-Għasri. Scendendo verso il mare arriverete a Reqqa con le sue saline tuttora in funzione. La passeggiata prosegue verso le baie di Xwejni e di Qbajjar, dove potrete fare un bel bagno rinfrescante. Proseguite poi lungo una strada polverosa che attraversa corsi d’acqua e consente di ammirare meravigliose specie di flora e fauna.

Xwejini
Baia di Xwejini

Gozo in mountain bike

L’isola di Gozo dà il meglio di sé anche a chi decide di percorrerla su due ruote. È possibile pedalare in tutta tranquillità tra le strade di campagna dell’isola per immergersi al 100% nella vita lenta di Gozo, scandita dai ritmi della natura. Infatti l’isola è quasi interamente pianeggiante, fatta eccezione per le tre colline dell’entroterra. Gli oltre 42 chilometri di strade che percorrono l’isola in uno e largo sono uno spettacolo incredibile da non perdere. Il percorso più entusiasmante parte da Mgarr, appena scesi dal traghetto, e consiste nel percorso dell’intera costa dell’isola tra sterrato, saliscendi e vedute mozzafiato sul mare circostante. Noi vi consigliamo di scoprire questa terra su due ruote tutto l’anno.

Web: visitmalta.com

Blog: ilblogdimalta.com

Facebook: @visitmaltait

Instagram: @visitmaltait

Commenti

Redazione

Escursioni