Trail del Monte Brugiana, in MTB sulle Alpi Apuane

alpi apuane_600155573
Il profilo svettante delle Alpi Apuane, le montagne più alte della Toscana

Neanche mille metri ma ad elevato spessore spettacolare per il Trail del Monte Brugiana, al confine tra le province di Massa e Carrara, un vero e proprio balcone panoramico sulla costa toscana e ligure e sulle Alpi Apuane.

Insomma, itinerari tra rocce e mare che incantano e invitano alla visita. Un posto così non può certo passare inosservato ai cultori della MTB e in particolare agli appassionati di enduro che qui, in percorsi tra sali-e-scendi anche piuttosto ripidi, sentieri stretti, boschi e rocce trovano davvero di che divertirsi.

In un ambiente in genere silenzioso e ancora integro, in cui accanto alla natura autentica si possono osservare gli squarci effettuati dall’uomo nella sua attività estrattiva del famoso marmo di qui. In questa occasione puntiamo l’attenzione sul versante di Massa.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 21 chilometri circa
  • Durata: 2 ore e mezza
  • Principali punti attraversati: Bargana – Bergiola Maggiore – Parco della Resistenza
  • Livello di difficoltà: Media/Difficile
  • Dislivello: 700 metri circa
  • Tipologia di itinerario: MTB (con punti da percorrere a piedi)
  • Partenza e arrivo : Massa

Trail del Monte Brugiana – La partenza

Massa
Massa, la città del marmo, è il punto di partenza di questo trail sulle Apuane

Si parte dalla città di Massa, la città dei marmi, ai piedi della Brugiana. Si fa la zona periferica a nord-ovest: in questa parte si sale lungo una strada ancora asfaltata da cui il panorama è già super, con il mare in sottofondo e persino il profilo delle isole dell’arcipelago toscano in lontananza.

La meta è la frazione di Bargana, un borgo montano che dista 5 chilometri da Massa e che è ricordato oltre che per la posizione e il paesaggio, per la presenza dell’Oratorio di San Rocco Pellegrino, risalente al 1400.

Si supera questa località e si entra nel bosco vero e proprio e il sentiero lascia l’asfalto e ci si immette in una strada a ghiaia.

La meta è Bergiola Maggiore, siamo a circa 400 metri di altitudine: il paese è antico, se ne parla in alcuni documenti già nel 1174 ed è caratterizzato da piccoli gruppi di case caratteristiche uniti da vicoli e piazzette.

Le salite ripide del Trail del Brugiana

Apuane
Le vette delle Apuane offrono invidiabili panorami che spaziano dagli Appennini al Mar Ligure

Si continua a salire con alcuni tornanti con la possibilità di continuare a godere svolta dopo svolta della meraviglia marina ai piedi e di quella forestale di alberi decidui tutto attorno, mentre il profilo delle cime delle Alpi Apuane si fa più vicino.

Si osservano le tracce dell’estrazione del marmo e anche qua e là alcuni pannelli che informano sui fatti storici che hanno coinvolto i versanti della Brugiana durante la Seconda guerra mondiale. Questa è stata infatti zona di diverse battaglie tra i nazisti che si erano asserragliati proprio sulla cima del monte e i partigiani che con la loro azione cercavano di facilitare l’avanzata delle truppe alleate.

C’è qui un vero e proprio Parco della Resistenza, con una cappella, una serie di lapidi commemorative e diversi cimeli e residuati bellici trasformati in veri e propri monumenti che testimoniano quel difficile periodo.

La zona presenta sentieri stretti con frequenti cambi di direzione. A circa 800 metri, sempre su strada sterrata, si incontra la Comunità della Brugiana (dove sono ospitate persone con diverse vulnerabilità). Vicino a una segheria, al termine della carrozzabile, si imbocca il sentiero per la vetta del monte: qui bisogna scendere dalla bike poiché il terreno è troppo accidentato per percorrerlo in sella.

Trail del Brugiana – Il ritorno

Apuane Monte Sumbra
Il profilo delle Alpi Apuane viste dal Monte Sumbra: un’esplosione di vette e di… colori!

Per ritornare indietro, c’è una discesa abbastanza problematica che richiede attenzione e tecnica per essere affrontata al meglio: il sentiero infatti (che si imbocca dalla segheria) è piuttosto ripido e in alcuni tratti ci si trova davanti a un tracciato a zig zag con tornanti stretti, vorticosi e in contropendenza. Una parte finale è poi caratterizzata dalla presenza di grossi massi: quindi il mezzo non può che essere portato a mano.

Poi si prosegue nella discesa verso Bargana, si ritrova la strada provinciale asfaltata e si arriva a Massa nel punto di partenza.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking