Svizzera, il paradiso degli escursionisti

Svizzera escursionismo

65mila volte bella, una per ciascun chilometro di sentieri escursionistici che offre. I panorami elvetici ti aspettano per un viaggio nella natura più autentica e interessante.

Qual è la prima cosa che ti viene in mente pensando alla Svizzera? Sì, sicuramente è il cioccolato. E poi il formaggio, gli orologi, i tennisti. Stavolta però prova ad allontanarti un momento dal già sentito e dal già visto, e guardare oltre.

Oltre, verso i panorami di un paese gioiello, incastonato tra le Alpi e che offre una delle reti escursionistiche e di sentieri meglio sviluppate d’Europa. C’è davvero da perdersi negli oltre 65.000 chilometri di percorsi della natura elvetica, un dedalo di esperienze turistiche all’insegna della natura più autentica.

Ogni percorso di escursionismo in Svizzera è studiato per un diverso tipo di turista, rispondendo così alle esigenze più disparate e mettendo ciascun viaggiatore nelle condizioni di godere al meglio della natura d’Oltralpe.

È possibile farlo camminando, scalando, pedalando oppure semplicemente da seduti, godendosi – grazie ai treni panoramici – il panorama che muta e si apre davanti ai nostri occhi. Che si preferiscano le cime delle Alpi, si voglia ammirare un placido specchio d’acqua oppure il nostro intento sia vivere la natura in famiglia, difficilmente si rimarrà insoddisfatti.

I percorsi delle acque in Svizzera

Numerosi laghi alpini, fiumi e torrenti che segnano delle vie di comunicazione informali. La Svizzera “acquatica” non è toccata dal mare ma la purezza dei suoi specchi d’acqua e dei rii le rende sicuramente giustizia.

Tra i sentieri più interessanti che è possibile ammirare quello delle Terrasses de Lavaux mette in comunicazione St-Saphorin e Lutry: 11 km di percorso – da compiere in circa 3 ore – ammirando il susseguirsi armonico dei vigneti che dalle colline declinano verso le acque del lago. Un itinerario “morbido”, adatto alle famiglie e ai viaggiatori gourmand.

Per chi ama gli scenari d’alta quota il Percorso dei 5 laghi di Zermatt, ai piedi del Monte Cervino (o Matterhorn che dir si voglia) è il modo migliore per ammirare i riflessi di questo gigante alpino sulle limpide acque d’altura. 9 chilometri, un dislivello di poco inferiore ai 250 metri e la bellezza di un panorama variegato ma di facile accesso.

Suggestioni dei parchi svizzeri

La Svizzera è una terra che ti tenta. Lo fa con i sapori, i panorami, un’accoglienza tanto calda quanto professionale. E attraverso i suoi percorsi nelle aree protette, scoprirla avrà tutto un altro gusto.

Come quelli che è possibile assaggiare lungo lo Chemin du Gruyère, 11 chilometri di itinerario che vedono come protagonisti gli angoli naturalistici del Lago di Montsalvens e la Gola di Jaunbach. Lungo l’itinerario è immancabile una sosta alla Maison Cailler di Broc, dove assaggiare il tradizionale cioccolato, oppure a Gruyères, dove si produce l’omonimo formaggio dall’inconfondibile odore e dal sapore celestiale, da impiegare anche nella celebre fondue.

A piedi, ma anche a cavallo: è la proposta escursionistica dell’Etang de la Gruère, lungo le montagne della zona francofona del Canton Giura. Si parte dallo Stagno della Gruère e si arriva a Saignelégier, percorrendo 8,5 chilometri in poco più di due ore. Un percorso adatto già ai bambini di 6 anni e dunque utile per quelle famiglie che vogliono recuperare il contatto autentico con la natura.

Svizzera escursionismo
Svizzera, la terra dell’escursionismo per ogni età e per ogni livello

La natura accessibile

Turismo attivo e outdoor fa rima con accessibilità. In Svizzera, infatti, sono numerosi i percorsi di escursionismo che possono essere affrontati con poche o zero possibilità anche dalle persone a mobilità ridotta.

Questi percorsi, segnalati con una cartellonistica specifica (l’immagine di una sedia a rotelle su sfondo verde) si caratterizzano per lunghezza e durata ridotte e per un dislivello meno accentuato, permettendo così una percorrenza sicura e al contempo piacevole, indipendentemente dalle proprie abilità.

Di sicuro interesse è il percorso che unisce Furi e Zermatt, quest’ultima tra le maggiori località del turismo svizzero. Una passeggiata nel verde, dalla lunghezza di soli 5 chilometri e caratterizzata da uno scenario idilliaco, immersi tra boschi di larici e con un progressivo avvicinarsi alle belle costruzioni lignee in stile alpino.

Il percorso del Lago di Ginevra è uno dei più noti nell’immaginario collettivo e, pur rientrando in una dimensione prettamente urbana, non rinuncia al verde. Ci troviamo a Ginevra, la città internazionale per eccellenza della Svizzera. Qui, un itinerario di 3 chilometri che si apre lungo il perimetro del Lago Lemano ci porta a poca distanza dal Jet d’eau, l’enorme getto (è alto ben 140 metri) d’acqua che caratterizza il lungolago ginevrino.

La Svizzera è a portata di clic!

Per scoprire tutte le suggestioni della Svizzera – escursionistica e non solo – l’Ente del turismo elvetico mette a disposizione dei viaggiatori numerosi strumenti multimediali e tecnologici. Gli utenti iOS possono scaricare la Swiss Hike App, strumento di consultazione interamente offline con alcuni dei percorsi più amati dai turisti arricchiti da informazioni tecniche.

In più, sul portale MySwitzerland.com è possibile consultare tutti i percorsi e le guide dedicate all’escursionismo elvetico, in maniera facile e immediata.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking