La Strada del Vino della Sassonia, in MTB tra i vigneti

La strada del vino
La strada del vino

La Strada del Vino della Sassonia, un itinerario attraverso il sentiero escursionistico della valle dell’Elba. Tra vigneti secolari, bellissimi paesaggi e castelli incantati alla scoperta della terra del vino

La Sassonia si sa è rinomata per essere la terra dei castelli, delle favole e dell’incanto. Ma non è solo questo.

La Sassonia è anche la terra del vino, quel vino bianco che viene coltivato da circa 800 anni e che è conosciuto in tutto il mondo per la sua grande qualità. La Sassonia è la terra del Müller Thurgau e Riesling.

Proprio attraverso le aree vinicole, lungo il fiume Elba, tra le città di Pirna e Diesbar, si estende la Strada del Vino sassone. Un sentiero ciclabile ed escursionistico che si snoda attraverso la valle fluviale tra vigneti, terrazzamenti, pittoreschi villaggi e cantine enogastronomiche dove tappa dopo tappa è d’obbligo fermarsi. Senza esagerare facendo solo qualche assaggio,poi si riparte pedalando.

Informazioni utili

Lunghezza 60 km
Durata 3/4 ore
Principali punti attraversati Dresda: castello, chiesa Frauenkirche

Meissen: fabbrica della porcellana

Radebeul: castello Wackerbarth,

Livello di difficoltà Basso – accessibile a tutti
Dislivello 30 metri
Tipologia di itinerario MTB
Partenza e arrivo Pirna – Diesbar

La Strada del Vino della Sassonia: una storia centenaria

La Strada del Vino, Pirna

La Strada del Vino percorre una delle aree vinicole più piccole di tutta la Germania. Sono solo appena 13 gli ettari in cui in Sassonia si producono le eccellenze del vino bianco ma la cura e l’amore per il territorio, tra i più soleggiati di una regione così a nord, hanno dato grandi risultati.

Questo grande patrimonio che, come dicevamo esiste da 800 anni, nel XX secolo ha rischiato di essere distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale. Solo negli anni ottanta del ‘900 sono stati ripiantati i vigneti nella valle dell’Elba e dopo la caduta del muro di Berlino, la Sassonia dei vigneti è ritornata a splendere.

Così nel 1992, con l’intento di riqualificare la valle dell’Elba e renderla fruibile a tutti, è nata la Sächsische Weinstraße, la Strada del Vino sassone. Quasi 60 km di sentieri che attraversano i luoghi dove vengono prodotti alcuni dei migliori vini al mondo. Appassionati di vino, turisti, curiosi, cicloturisti del gusto ed escursionisti si lasciano trasportare dalla Strada del Vino alla scoperta delle particolarità di questa regione, tra le città di Pirna, Dresda e Diesbar. La bici è certamente il mezzo più adeguato per addentrarsi in questa rotta nel cuore della Germania, che quest’anno festeggia 25 anni.

E allora cosa aspettiamo? In sella per questo scenografico e suggestivo itinerario in MBT nella soleggiata valle dell’Elba.

La Strada del Vino della Sassonia: in bici da Pirna e Diesbar

La Strada del Vino, tra vigneti e cultura

Affrontiamo dunque in totale relax questi 60 km che si snodano in un ambiente da favola. Il percorso, è pieno di tappe da scegliere, punti panoramici e gustose tentazioni enogastronomiche. L’itinerario può essere scelto in totale libertà perché si possono ammirare i posti e le attrazioni turistiche più belli della regione. Non solo costeggiando gli splendidi e secolari vigneti, ma anche città e villaggi che sono tutti da scoprire. E poi le enoteche, i locali dei viticoltori che allestiscono sempre delle degustazioni, il tutto impreziosito dai racconti delle storie locali.

Partiamo da Pirna e qui, volendo, prima di montare in sella alla bici potremmo fare un giro nel suo centro storico, piccolo ma molto pittoresco.

Lungo il tragitto la prossima tappa è Dresda, conosciuta per la sua eleganza e raffinatezza come la Firenze dell’Elba. Parcheggiamo la bici perché ne vale davvero la pena e facciamo un giro in città. Obbligatorie le visite al castello e alla chiesa Frauenkirche.

Si prosegue sulla Strada del Vino con soste gastronomiche nelle osterie e nei ristoranti che si trovano lungo il percorso. Sosta in una cornice elegante e prestigiosa a Radebeul per la visita al  Castello Wackerbart. La città è famosa per l’antica e rinomata produzione di vino brut.

Ultima sosta, prima di terminare il tour, a Meissen, città del vino e della porcellana. E dunque oltre ai vigneti cosa visitare? La Manifattura-Museo della porcellana ovviamente.

Terminiamo il nostro giro in MTB a Diesbar. Qui la sosta può essere più lunga e rilassante.

Avatar

Francesca Bloise