Passo Cinque Croci, MTB in Trentino Alto Adige sul Lagorai

lagorai_641373367
Cinque Croci e Lagorai: MTB in Trentino Alto Adige

Oltre 2.000 metri di puro piacere alpino: è il Passo Cinque Croci, uno splendido sterrato che unisce la Val Campelle e la Valle del Venoi, passando per la Valsugana.

Ci troviamo in Trentino Alto Adige, e precisamente nella provincia di Trento, tra le vette del Lagorai che, nel suo punto più alto, raggiunge i 2.754 metri d’altezza (Cima Cece). Gruppo montuoso dagli scorci panoramici incredibili, lo scopriamo con questo giro in mountain bike in Trentino Alto Adige.

65 chilometri di bellezze alpine da Borgo Valsugana a Fiera di Primiero, passando per Passo Cinque Croci e Canal San Bovo, con un dislivello in ascesa di 2.055 metri e in discesa di 1.725 metri. Pronti a partire?

Informazioni utili

Lunghezza  65 chilometri
Durata  3-4 ore circa
Principali punti attraversati  Passo Cinque Croci, Canal San Bovo
Livello di difficoltà  Medio
Dislivello  2055 in ascesa, 1725 in discesa
Tipologia di itinerario  MTB
Partenza e arrivo  Borgo Valsugana – Fiera di Primiero

Passo Cinque Croci. L’itinerario

Partiamo da Borgo Valsugana, l’unica cittadina del Trentino ad aver occupato, durante le fasi di sviluppo urbanistico, ambedue le sponde di un fiume (in questo caso parliamo del Brenta).

Si segue il percorso della SP10 e successivamente della SP41, oltrepassando il Torrente Maso e arrivando a Località Paoli, da dove poi proseguiamo fino alla Strada dei Sassi Rossi, che percorriamo per circa 10 chilometri, andando a scorgere i primi tratti del Passo Cinque Croci, arrivando infine agli oltre duemila metri del passo.

Il nome Cinque Croci si deve alla presenza di un Crocifisso in ferro sul quale insiste una croce principali e quattro croci laterali, e che si trova nei pressi di un Monumento ai caduti della Prima guerra mondiale, qui dove sono stati più forti i combattimenti tra le truppe italiane e quelle austroungariche.

Il percorso è avvolto in una natura maestosa, tranquilla e mai toccata dal traffico stradale, dunque da godere senza nessun rischio o preoccupazione per i transiti di autovetture. Per arrivare al Canal San Bovo ci attendono 24 chilometri di pura bellezza alpina, che costeggiano il profilo settentrionale del Lagorai e che toccano, tra gli altri, la bella Chiesetta del Pront e la zona di Caoria.

Ultimo tratto di percorso è quello che da Canal San Bovo ci porta a Fiera di Primiero, in circa 15 chilometri. Anche questo tratto è particolarmente interessante, e soprattutto ci permette di avvicinarci – utile se volete continuare il giro – alle zone di Predazzo, delle Pale di San Martino e, ovviamente, della vicina San Martino di Castrozza.

GoodTrekking

GoodTrekking