Monte Miglio: il Molise dalle escursioni al relax

Monte Miglio
Monte Miglio, trekking e natura del Molise

Recatevi a Monte Miglio: che cerchiate relax o movimento, non vi sbaglierete!

Il massiccio del Molise riserva ai suoi visitatori paesaggi mozzafiato e location in cui il tempo sembra essersi fermato.

Sono svariati gli itinerari che vengono realizzati in zona ogni anno da amanti dell’escursionismo ma anche da semplici curiosi che scelgono di addentrarsi nel territorio silvestre del Molise.

Itinerario da San Pietro Avellana a Monte Miglio

L’itinerario che conduce da San Pietro Avellana a Monte Miglio è di tipo escursionistico e arriva sino a 1350 m.s.l.m. nel medesimo comune con un dislivello di 584 m in salita e di 236 metri in discesa.

La partenza è fissata dal Corso Regina Margherita dove è possibile parcheggiare l’auto, giungendo poi a piedi in piazza Umberto I a 978 m s.l.m. e la lunghezza del percorso è di quasi 12 km tra andata e ritorno.

Il tempo che si stima necessario per percorrere l’iter è di quasi tre ore essendo esso così ripartito:

  • più del 50% di pista forestale
  • circa il 20% di sentieri
  • circa il 30 % di strade, spesso sterrate

La segnaletica lungo il tratto da percorrere non è sempre presente.

La passeggiata tra i faggeti è davvero suggestiva e verrebbe la voglia di bere dalle numerose fontane lungo il percorso, ma questo desiderio va placato in quanto non sempre si tratta di fonti di acqua potabile.

Durante il percorso, è possibile visitare l’eremo di Sant’Amico e si incontreranno delle fortificazioni di epoca sannita.

Monte Miglio, itinerario da Ortona a Monte Miglio 

L’itinerario da Ortona a Monte Miglio è adatto anche ai meno avvezzi all’escursionismo, tant’è che è classificato di tipologia facile.

Ciò non toglie, ad ogni modo, che si tratta di percorrere circa tre ore in salita con un dislivello di 600 metri, per cui bisogna camminare in totale per sei ore.

Il percorso è sprovvisto di segnaletica pertanto annotate queste informazioni.

Partendo da Ortona, dopo aver parcheggiato l’auto in zona Santa Maria, bisogna imboccare il sentiero che spinge fino alla statua della Madonna. In alternativa è possibile parcheggiare nel bosco per poi risalire le curve  sino all’Alto della Cona che si incrocia con il Vallone di Mezzana.

Monte Miglio, Lago di Scanno
Monte Miglio e l’escursione verso il Lago di Scanno dalla curiosa forma a cuore

Da questo punto vi sono due possibili percorsi:

  • Risalite verso est in mezzo ai boschi sino alla piana Bocca Mezzana, imboccando poi, in direzione sud, la via per la Bocca delle Campore sul Sentiero Italia segnalato in rosso. Continuate fino alla cisterna di Santa Maria, in passato avente funzione di neviera. Da qui salite sul lato destro del Monte Miglio sino a quota 1711,32 m. Continuando incontrerete la cosiddetta capanna Bernardo cui segue una discesa nel vallone Onofrio immersa nei faggi lungo un percorso che scende sino a Santa Maria.
  • Una volta risaliti, si giunge ad una zona pianeggiante per poi imboccare il sentiero Italia che arriva con una serie di tornanti sino in cima, oltrepassando la cisterna.

Da qui si imbocca la discesa verso sud passando nella zona detta Femmina Morta e seguendo il filo spinato che delimita la zona rinfoltita. Da qui è possibile prendere la discesa che porta sino a Santa Maria.

Tra i due percorsi, la differenza è che il secondo dona una bella visuale sul Lago di Scanno anche se è un po’ più lungo. Entrambi sono molto affascinanti poiché attraversano querceti, faggeti e pini silvestri con superba vista sui monti più alti d’Abruzzo e del Lazio, Gran Sasso e Maiella inclusi.

La difficoltà stimata per le varianti del percorso è pressoché la stessa.

Itinerario dai Monti Marsicani al Monte Miglio

Altro affascinante percorso che conduce al Monte Miglio è quello che vede la partenza fissata da Anversa degli Abruzzi facente parte della Comunità montana Peligna e classificato tra i borghi più belli d’Italia anche per la presenza delle Gole del Sagittario, meraviglia naturale che trae il suo nome dal fiume che l’attraversa.

Si parte, dunque, dai Monti Marsicani con ben 50 cime superiori ai 200 metri classificati quali il sesto gruppo più elevato nell’Appennino continentale.

L’altezza che si raggiunge al culmine di questo percorso sul Monte Miglio è di 1712 metri con partenza dai 584 di Anversa degli Abruzzi. Il percorso è classificato EE poiché parliamo di un dislivello di 1150 metri sia in salita che in discesa. L’iter si snoda per meno di 20 km ed è percorribile in circa 6 ore.

Monte Miglio, Anversa degli Abruzzi
Monte Miglio: si parte per l’escursione dalla bella Anversa degli Abruzzi

Si può giungere ad Anversa degli Abruzzi in auto per poi parcheggiare in piazza e proseguire a piedi sino a 600 metri s.l.m. seguendo una stradina sterrata fino al sentiero n° 17 che porta sino a 1.250 mt. Questa salita è molto ripida per cui si consiglia di portare con sé uno zaino non pesante e dell’acqua. Alla fine di questo percorso si trova un rifugio dove è possibile ristorarsi, a quasi 1500 metri d’altezza.

Da qui si arriva sino in cima al Monte Miglio per poi scendere fino al Pizzo Marcello giungendo al sentiero n° 17 che porta sino al parcheggio.

Se decidete di percorrere questo iter, munitevi di lampada frontale e di bastoncini telescopici oltre che di acqua e di scarpe adatte e resistenti.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking