Monte Fumaiolo, trekking in Emilia Romagna alle sorgenti del Tevere

verghereto_362039501
Verghereto: è qui che si trova il Monte Fumaiolo

Sull’Appennino tosco-emiliano nasce il Monte Fumaiolo, nel Comune di Verghereto al confine tra Romagna, Toscana e Marche.

Alto 1.407 metri s.l.m, il monte offre una natura incontaminata ricca di faggete e distese verdi, particolarmente adatta per praticare vari tipi di sport come il trekking, la mountain bike, il free climbing, le passeggiate a cavallo e altre attività invernali da fare sulla neve.

La zona è soggetta a vincolo paesaggistico, ed è una meta turistica sia estiva che invernale.

Qualche curiosità sul Monte Fumaiolo

Monte Fumaiolo, Montione
Verghereto e i monti intorno al Fumaiolo visti da Montione (Foto di Marco Musmeci in licenza CC BY-SA 4.0)

Il simpatico nome di questo monte, deriva probabilmente da un’ipotesi ovvia: il “fumo“. La sua vetta infatti, come anche le sue pendici, sono spesso sovrastate da nubi di grandi dimensioni che sembrano provenire proprio dalle sue viscere.

Una seconda ipotesi, fa risalire il nome ‘Fumaiolo’ all’attività dei carbonai che un tempo sfruttavano e abbattevano le foreste circostanti per produrre carbone.

Mentre l’ultima e più verosimile spiegazione ritiene che il nome attuale sia solo la versione moderna’ del vecchio nome, “Fiumaiolo“, ovvero ‘che da origine al fiume’, cioè al Tevere.

A pochi metri dalla vetta infatti, nel verde rigoglioso dei faggi, il Monte Fumaiolo ospita la foce del fiume Tevere. Fu Mussolini a decidere che sarebbe nata lì nel forlivese, la sua terra natia, così nel 1923, spostò i confini per spostare la sorgente dalla toscana alla Romagna.

Per manifestare l’importanza di un simile avvenimento fu organizzata una grande cerimonia pubblica e sul luogo fu eretto un monumento marmoreo con i simboli della Roma imperiale (un’aquila e una lupa capitolina) e una frase scritta in caratteri latini che dice: “qui nasce il fiume sacro ai destini di Roma”.

Gli itinerari che partono e arrivano sulla vetta, i sentieri sul Monte Fumaiolo

Monte Fumaiolo
Foto dei boschi del Monte Fumaiolo (Rilasciata in licenza CC BY 3.0)

Gran parte dei sentieri si snodano intorno all’area del monte, oppure lo attraversano passando da un paese all’altro, da una frazione all’altra della catena appenninica.

Tra i principali itinerari abbiamo: da Verghereto fino a Ville di Montecoronaro, da Sassoni a La Cella, da San Giovanni al Monte Fumaiolo, da Ponte del Vado a Frassineta, da Pieve Santo Stefano a Monte Fumaiolo (con due diversi itinerari), da Monte Fumaiolo al Passo delle Gualanciole, da Monte Fumaiolo a Tedalda e infine da Maestà della Biancarda a Balze.

Per chi invece vuole un trekking più ‘rilassato’è consigliabile la camminata che parte e arriva a Balze (1096 metri): un giro ad anello molto semplice da percorrere (dislivello di 509 metri a salire) della durata di 3 ore e mezza (eliminando le soste).

E’ adatto a tutti e lo si può fare in compagnia, da soli o anche con ai bambini, sia per la mancanza di terreni accidentati, sia per la frescura del bosco che permette di percorrerlo anche in piena estate.

Ed proprio a Balze di Verghereto che fu posta una colonna originaria del Foro romano, ad indicare l’inizio della strada che sale verso la cima del monte, ed è sempre da qui che passa il Giro d’Italia e dipinge ogni angolo di rosa.

Dal paese bisogna cercare la strada di Alberico: una vecchia mulattiera di due secoli fa e ancora in ottime condizioni, fino a raggiungere l’Eremo di Sant’Alberico (1136 metri), che ha tutto il fascino di un luogo isolato e pacifico.

Si prosegue poi verso il Rifugio Giuseppe e verso un breve tratto in salita. In questo punto, a poca distanza dalla vetta, c’è la sorgente del Tevere con la sua aquila mussoliniana che sfida chiunque a non bere un sorso della sua acqua. Lì è possibile anche fermarsi per una sosta più lunga, in un ristorante, un bar o un hotel.

La vetta del monte la si può raggiungere attraverso una deviazione, sempre segnalata dai cartelli. Dalla cima del Fumaiolo, si gode di un panorama a 360° su gran parte della penisola, dalla riviera romagnola alle colline toscane fino al Monte Amiata, l’Appennino marchigiano e le colline umbre.

A questo punto la passeggiata prosegue in pianura e in discesa senza ulteriori salite e ognuno può scegliere la soluzione che preferisce per tornare a Balze.

Come arrivare sul Monte Fumaiolo, i collegamenti con Verghereto

In macchina è possibile raggiungere il comune di Verghereto percorrendo la A14 uscendo al casello Cesena Nord e seguendo poi la E45 in direzione Roma fino all’indicazione Verghereto (FC).

In treno invece si può raggiungere Sansepolcro e, da qui, utilizzare i bus delle Società Start Romagna, “Etruria Mobilità SCARL e ATR per arrivare a Verghereto e al Monte Fumaiolo.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking