Marguareis
Marguareis, il massiccio montuoso tra Italia e Francia

La Valle Pesio, in Piemonte, è una valle meravigliosa, ricca di boschi, che ospita il Marguareis, la cima più alta delle Alpi Liguri, con i suoi 2.651 metri di roccia calcarea che svettano verso il cielo.

Qui gli appassionati della montagna troveranno un luogo ideale per trascorrere le vacanze, sia che si tratti di famiglie con bambini, sia di escursionisti alla ricerca di percorsi mediamente impegnativi, sia di alpinisti esperti, che amano mettersi alla prova con arrampicate dure e difficili.

I due versanti della montagna sono talmente ricchi di contrasti, da regalare emozioni e sensazioni completamente diverse: la parete sud è carsica ed è un altopiano che degrada dolcemente, quella a nord è una parete verticale dal forte impatto emotivo e incisa da canaloni profondi e ripidi.

Le Alpi Liguri

Quello delle Alpi Liguri è un mondo poco conosciuto, infatti la Valle, il massiccio e tutto il circondario, costituiscono una meta turistica poco battuta, ma infinitamente affascinante, che offre molti spunti ai suoi visitatori, i quali potranno deliziarsi tra passeggiate nei numerosi boschi, esplorazioni di itinerari enogastronomici, esercizi sportivi di vario genere dal trekking, alle arrampicate, alla bicicletta.

Anche le visite culturali conducono i villeggianti più curiosi alla scoperta dei suoi siti ricchi di storia, con la vista ai luoghi che ospitano reperti archeologici ed antichi ruderi.
Sotto al massiccio ci sono altre sorprese: 56 km di gallerie naturali delle quali molte sono ancora da scoprire e per questo è anche una meta ideale per gli speleologi che arrivano qui da tutto il mondo.

Parco Naturale del Marguareis

La visita al Parco Naturale del Marguareis è un area carsica perfetta per un’escursione facile, adatta alle famiglie. Le meraviglie della natura che popolano i sentieri, vi faranno compagnia: non sarà difficile avvistare gli stambecchi, mentre le bellezze botaniche fanno la loro superba figura prima di arrivare alle rocce del panorama lunare.

L’abete bianco è il re di quest’area protetta: un albero che raggiunge i 40 mt di altezza ed un’età che può arrivare fino a 600 anni, così da raccontare, attraverso le venature ed i colori della sua corteccia, tutta la storia del luogo. Il profumo che emanano questi abeti, vi accompagnerà sia nelle passeggiate estive, sia in quelle invernali.

Il Giro del Marguereis, si percorre ad anello e nel percorso ognuna delle sue quattro valli regala atmosfere diverse. La Valle Pesio è caratterizzata dai boschi di abeti bianchi, la Valle Ellero da pascoli a perdita d’occhio, la Val Corsaglia e l’Alta Val Tanaro dai suoi due laghi Brignola e Raschera ed infine l’Alta Val Tanaro, che costituisce un ponte naturale che collega il Piemonte e la riviera Ligure.

L’escursione a Punta Marguareis è una meta per escursionisti esperti, un percorso ad anello con tratti su roccia molto esposti, da affrontare in estate.

Consigli utili ed informazioni

Il periodo migliore per visitare il Marguareis

Il Marguareis in estate offre la maggiore possibilità di sfruttare tutte le sue varie e tante opportunità di svago, mentre in inverno gli itinerari, coperti dalla neve, sono certamente più limitati, da affrontare con ciaspole ed attrezzatura adeguata, anche se indubbiamente il fascino del manto bianco è irresistibile.

Il periodo perfetto per ammirare la cascata Pis de Pesio che sgorga da una parete verticale, è la primavera, poiché le acque derivate dal disgelo sono più abbondanti.

Come arrivare

Per raggiungere la località in auto, se venite da Cuneo, dovrete percorrere la SS Cuneo – Mondovì, svoltare a Beinette e seguire le indicazioni per Valle Pesio, invece se venite da Genova o da Torino, autostrada A6 uscita Mondovì, seguendo poi le indicazioni per Chiusa di Pesio.

Se viaggiate in treno, le stazioni Cuneo e Mondovì sono quelle più vicine alla Valle Pesio e dal piazzale antistante la stazione c’è il servizio bus delle Autolinee Valle Pesio. Se invece preferite il bus, da Cuneo potete viaggiare con la linea Autolinee Valle Pesio, da Mondovì invece è attivo il servizio bus Ati – Trasporti interurbani.

Affrontare la Punta del Marguareis

La punta Marguareis è raggiungibile da tre vie diverse: le prime due partono da Pian delle Gorre e si può salire o dal canalone dei genovesi o da quello dei torinesi. Se scegliete questi percorsi avrete, come base di appoggio, il rifugio Garelli, che raggiungerete in circa 2 ore e 30.

Per dare un’idea sui tempi di percorrenza, consideriamo che partendo dal Rifugio Garelli, aperto da metà giugno fino a settembre, il tempo della salita è di circa 3 ore e 30 e poco meno per la discesa. Dislivello 680/1000 metri considerando i saliscendi.

La terza via invece parte da Carnino Superiore e, come base d’appoggio ha il rifugio Don Barbera. Questa via è più breve ed anche più facile, tanto che gli escursionisti più esperti salgono senza fare tappa al rifugio, dal quale il tempo necessario per raggiungere la Punta è di circa 1 ora e 30 e poco meno per la discesa.

Dislivello in salita 600 metri. Una volta raggiunta la cima, il panorama mozzafiato che ci circonda ripaga di ogni fatica, con la vista che si perde e spazia ben oltre l’orizzonte.

Le temperature

In estate il meteo in Punta Marguareis è dolce, con temperature minime intorno ai 10 °C e massime intorno ai 20 °C. In inverno il termometro scende drasticamente sotto lo zero.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking