Lago Trasimeno, in bicicletta sul più grande lago del Centro Italia

Lago Trasimeno

Lago Trasimeno, la natura dell’Umbria per un percorso su due ruote alla scoperta del più grande lago del Centro Italia.

Storia, natura, arte, enogastronomia e tanto altro ancora per un turismo ecosostenibile e all’insegna della valorizzazione e della riscoperta dei luoghi. Un turismo lento che ci porta a lasciarsi alle spalle la frenesia della quotidianità e a trastullarci in totale relax nel grande cuore verde e blu della nostra penisola, l’Umbria.

Si perché l’Umbria non è solo verde ma è anche blu, il blu del Lago Trasimeno, il più grande lago del Centro Italia. E noi di Goodtrekking l’abbiamo scelto per il nostro prossimo itinerario. Un percorso escursionistico che ci porta in bicicletta lungo le sponde del lago, quasi a “circumpedalarlo” attraverso la pista ciclabile, i sentieri e le strade secondarie adiacenti, integrando il bike tour con i prodotti turistici e tipici del territorio.

Ogni pedalata ci permetterà di scoprire gli scorci panoramici sul lago, con i colori delle luci della natura che si riflettono sull’acqua e le prospettive delle colline umbre che ci circondano.

E allora se l’idea vi piace saltate in sella con noi per coniugare un gita fuori porta in uno dei posti più suggestivi del Bel Paese, praticare sano sport in bicicletta ad impatto ambientale zero e andare a passo lento alla riscoperta delle tradizioni, degli usi e costumi del luogo. Il “Trasimeno in Bici” ci aspetta! Un itinerario ciclabile facile ed accessibile a tutti da fare in totale spensieratezza e relax insieme alla famiglia o con gli amici.

Informazioni utili

 

Lunghezza 70 km
Durata 4 ore
Principali punti attraversati Ferretto – Tuoro sul Trasimeno –  Passignano – San Feliciano – San Savino – Sant’Arcangelo
Livello di difficoltà Medio
Dislivello 160 metri
Tipologia di itinerario Biclicletta
Partenza e arrivo Castiglione del Lago – Castiglione del Lago

Un bike tour intorno al Lago Trasimeno

Lago Trasimeno – il bike tour

Circa 70 i km che ad anello costeggiano il lago e ci permettono di ammirare i suoi dintorni e le sue bellezze toccando i centri abitati che sorgono lungo le sponde del bacino lacustre. La pista ciclabile si alterna al fondo sterrato ma senza produrre molte difficoltà tra una serie di saliscendi che rendono la passeggiata in bici ma monotona. Numerosi sono i punti bici lungo il percorso dove è possibile  noleggiare bici di diversi tipi (Mtb, city bike, bici da corsa, bici da bambino, bici elettriche, tandem, e-bike), trovare assistenza tecnica e ricevere informazioni sugli itinerari e sulle attrattive del territorio.

Se poi vorrete unire la bici alla barca è possibile acquistare dei pacchetti combinati che vi permetteranno di ampliare ed arricchire la gita fuori porta con escursioni guidate tanto in bici che in barca.

Ma guardiamo ora l’itinerario. Si parte da Castiglione del Lago a cui poi si ritorna percorrendo tutto il circuito lungo le sponde del Trasimeno. Il centro storico di Castiglione del Lago è davvero suggestivo e merita una breve visita. Le mura medioevali e le tre porte d’ingresso incantano tutti i turisti che decidono di affrontare questo bike tour e poi la visuale dal borgo è davvero splendida.

Si prosegue verso Tuoro sul Trasimeno, luogo di storia e antiche battaglie. Qui infatti nel 217 a.C. avvenne la battaglia del Trasimeno in cui Annibale guidò i cartaginesi alla vittoria sull’esercito romano. Impossibile non fermarsi. Si prosegue poi verso il centro del paese per scendere verso il lago e proseguire verso Passignano.

Un tragitto per lo più su fondo sterrato, che ci porta alla scoperta dell’enogastronomia locale tra frantoi e aziende agricole e vinicole per arrivare fino alle porte di Passignano. Il suo centro storico è molto delizioso e lungo il percorso si può pensare di fare una breve deviazione salendo fino in cima all’abitato per una visita al castello medioevale da dove si gode una vista su tutto il lago.

Superato Passignano, ci si dirige verso San Feliciano. Anche qui un’altra sosta è d’obbligo e le scelte sono due: visitare il museo delle pesca oppure lasciare per un po’ la bici e prendere il battello per Isola Polvese. Da San Feliciano si ritorna in sella, si passa per San Savino continuando il percorso ciclabile fino a Sant’Arcagelo.

A questo punto il tour è giunto quasi a termine. Due sono le possibilità a nostra disposizione: lasciare lo sterrato proseguendo per la Statale scegliendo così il tratto più breve ma anche quello più trafficato, per ritornare al puto di partenza di Castiglione del Lago. Se invece vogliamo continuare in totale tranquillità non badando ai chilometri percorsi, sfrutteremo delle strade sterrate che salgono su per le colline allungano di tiro ma proseguendo il tour ancora a contatto con la natura.

 

Commenti

Avatar

Francesca Bloise