Escursioni in Trentino Alto Adige, un tour da Brunico al Lago di Braies

braies_512230543
Lago di Braies, in Alto Adige/Südtirol

Tra gli scorci più emozionanti del Trentino Alto Adige, il Lago di Braies è la meta ideale di questo tour di trekking in Trentino.

Situato a una altitudine di 1.496 metri, il Lago di Braies (o Pragser Wildsee, questo il suo nome in tedesco) si trova a circa 27 chilometri da Brunico e a poco meno di 100 da Bolzano. Di origine franosa, le sue sponde, che si estendono per un paio di chilometri, bagnano i piedi della Croda del Becco (oltre 2.800 metri), mentre le sue acque raggiungono, per la zona, la ragguardevole profondità di 36 metri.

Per raggiungere il Lago di Braies, abbiamo pensato a un “trek tour” da fare, a piacimento, sia a piedi che in bicicletta, dalla lunghezza di poco inferiore ai 30 chilometri, per una giornata insolita – e piacevolissima – tra la natura del Trentino Alto Adige.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 27,5 chilometri
  • Durata: 6 ore e mezza (solo andata)
  • Dislivello totale: 669 metri
  • Partenza: Brunico/Bruneck
  • Arrivo: Lago di Braies/Pragser Wildsee

Trekking sul Lago di Braies

Tra l’Alta Val Pusteria e la quasi omonima Valle di Braies, questo trek tour si contraddistingue per la bellezza dei suoi luoghi e per l’ampio – ma non difficoltoso – dislivello che unisce la partenza, ovvero Brunico (838 m.s.l.m.) e l’arrivo, ovvero il Lago di Braies (1.496 m.s.l.m.).

Dall’amplissima maggioranza di parlanti di madrelingua tedesca (85% circa), Brunico/Bruneck è la “capitale” della Val Pusteria, zona di grandissimo impatto naturale, al confine con il Parco naturale di Fanes-Sennes-Braies. Una località di circa 16mila abitanti, circondata dal verde del Plan de Corones, e con innumerevoli attrazioni, non solo naturalistiche, ma anche monumentali, quali il Burg Bruneck, castello del XIII secolo e l’imponente Chiesa di Santa Maria Assunta, dello stesso periodo.

Lasciata Brunico, possiamo proseguire in direzione sud-ovest seguendo le strade parallele alla SS49, una delle principali direttrici della Val Pusteria, in direzione di Valdaora e del suo omonimo lago; a oltre 1.000 metri d’altezza, questo piccolo specchio d’acqua, lungo meno di 2km e largo 400 metri, è sicuramente la pausa ideale durante il cammino in direzione del Lago di Braies.

Hiking Lago di Braies
Il periplo del Lago di Braies è possibile tramite un sentiero a tratti scosceso, ma dalla difficoltà media

Si prosegue toccando Monguelfo, piccolo borgo dal quale, spesso, viene mutuato il nome del Lago di Valdaora, e subito dopo aver lasciato il centro abitato si abbandona la SS49 in direzione di Untergasse Feroara.

Siamo così arrivati alle propaggini del Parco naturale di Fanes-Sennes-Braies, quasi 26mila ettari di territorio alpino, tra i più vasti del Südtirol.

L’ultimo tratto del percorso, quello che unisce San Vito, Oberhaus e il Lago di Braies, sebbene in salita non presenta un profilo di difficoltà oberante, e dunque è adatto anche agli escursionisti meno esperti. I più pigri, poi, potrebbero optare anche per arrivare fino a qui in automobile, salvo poi proseguire, almeno nel periplo del Lago di Braies, a piedi.

Il piccolo porticciolo sul lago, la Chiesetta sul Lago di Braies (Marienkapelle) e il panorama mozzafiato del lago ci ripagheranno della fatica fatta, e ci lasceranno godere di una pausa tranquilla e rilassante sulle sponde di uno dei più celebri laghi alpini.

Dai mille colori in estate, e ghiacciato in inverno, il Lago di Braies ospita un celeberrimo hotel, costruito nel 1899 nel classico stile alpino, nel quale fermarsi per qualche giorno e scoprire ancora meglio le bellezze dell’Alto Adige, una destinazione da veri escursionisti!

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking