Da Cortina d’Ampezzo parte un trekking davvero piacevole che porta fino a uno specchio d’acqua immerso nel verde

Maria Bolettieri  | 31 Mag 2024
sh_1707090250

In Veneto, tra gli splendidi panorami delle Dolomiti, vi è uno specchio d’acqua color smeraldo: scoprite con noi il trekking che da Cortina vi porta al Lago di Ghedina!
Un luogo incantevole caratterizzato dalle sfumature del paesaggio che si riflettono nelle sue acque. Qui relax e avventura sono a portata di chiunque voglia immergersi, fra i suoni della fauna autoctona, in una natura incontaminata. Nonostante le piccole dimensioni, questo bacino ha un fascino davvero particolare la cui bellezza risiede nelle acque cristalline e nella cornice che lo avvolge. Le sue sponde erbose e i boschi circostanti offrono numerosi spazi per pic-nic e passeggiate in totale tranquillità. Se cercate un’esperienza autentica e rilassante in montagna questa è di certo una meta da non perdere!

1 Scheda tecnica

  • Punto di partenza: Cortina d’Ampezzo (BL)
  • Punto d’arrivo: Cortina d’Ampezzo (BL)
  • Lunghezza: 9,18 km circa
  • Dislivello: 290 m
  • Tempo di percorrenza: 2 h e 50’ (senza soste)
  • Difficoltà: intermedio
  • Periodo consigliato: maggio – ottobre

2 Lago Ghedina: il piccolo gioiello fra le montagne del Veneto settentrionale

iS-692310052
Cortina d’Ampezzo panorama
Siamo in provincia di Belluno, a far da sfondo il Massiccio delle Tofane da un lato e la vetta del Monte Cristallo dall’altro. Dalla Tofana di Rozes alla Tofana di Dentro, passando per quella di Mezzo, queste cime sono una destinazione popolare sia per gli escursionisti che per gli scalatori. Anche il Gruppo del Cristallo, con oltre 3.000 metri di quota, non è da meno.
Sono proprio le Dolomiti ampezzane, note per le vette spettacolari, la cornice in cui si colloca questa splendida cittadina. Meta sciistica per eccellenza e località di moda delle vacanze invernali, in primavera Cortina si trasforma divenendo il punto di partenza dei trekking più belli nella natura del Veneto.
iS-1156466002
Fauna acquatica del Lago Ghedina
È proprio il Lago Ghedina una delle gemme nascoste delle Dolomiti orientali in cui natura incontaminata e serenità regnano indiscusse. Attorniato da fitte foreste di conifere e da imponenti cime, offre uno sfondo spettacolare i cui colori cambiano durante il corso dell’anno. Si va dal verde intenso, quasi smeraldo dell’estate, al candore del bianco invernale. L’area che lo circonda è ricca di biodiversità, con una varietà di vegetazione e fauna alpine.
Questo specchio d’acqua è visitabile durante tutto l’anno, ma i mesi che vanno da maggio a fine ottobre sono particolarmente gradevoli per le escursioni. Tuffatevi in rilassante trekking che da Cortina vi porta al Lago Ghedina alla scoperta di questo piccolo gioiello del Veneto!

3 Trekking in Veneto: giro ad anello da Cortina al meraviglioso Lago di Ghedina


Arrivare al Lago Ghedina è semplice, sia a piedi che in auto. Se siete pigri potete giungere qui in macchina in 15 minuti e fare un giro attorno alle sue sponde.
Ma se volete immergervi nei panorami delle Dolomiti ampezzane vi è una bellissima passeggiata che vi conduce direttamente qui. Da Cortina è possibile seguire un percorso di trekking che porta al magnifico specchio d’acqua dopo aver parcheggiato in Via Lungoboite.
Si costeggia per un tratto il torrente Boite con lo sfondo delle vette e della cittadina di Cortina e lo si attraversa per ben due volte lungo i ponti situati sul suo corso. Arriverete quindi alla vecchia pista da bob, per iniziare a inoltrarvi nella folta vegetazione boschiva.
In mezz’oretta circa giungerete al Lago Ghedina. Lasciatevi incantare dai meravigliosi colori e dalle nuances delle varie angolazioni.
iS-1311668703
Acque smeraldo del Lago Ghedina
Dopo aver scattato il perfetto selfie potete intraprendere la via del ritorno. Il trekking dal Lago di Ghedina a Cortina prosegue dentro il bosco di larici e spunta sui verdi prati che si aprono alla vista sul Monte Cristallo. Passando per Cadin di Sopra, fate un salto alla graziosa chiesetta alpina della Beata Vergine della Salute. Attraversando il ponte sul Boite sarete nuovamente a Cortina. Volendo potete fare una passeggiata alla scoperta della meravigliosa Basilica dei Santi Filippo e Giacomo col suo alto campanile. Eretta verso la fine del XVIII secolo, conserva al suo interno degli splendidi affreschi. Non perdete la Chiesa della Madonna della Difesa.
Se siete in cerca di altri trekking in Veneto in cerca di avventura, a circa venti chilometri da Cortina d’Ampezzo vi è una bellissima escursione sulle Gallerie del Lagazuoi!

Maria Bolettieri
Maria Bolettieri

Lucana di nascita e nomade per vocazione, ama viaggiare a 360°. Da sempre affascinata dalla scrittura e dal mondo del turismo, ha realizzato itinerari e audioguide per diversi Tour Operator, agenzie di viaggio e musei. Come web editor racconta le sue passioni (Travel, Food e DIY) collaborando con blog a tema. Dal trekking urbano alle passeggiate nella natura, è sempre un buon momento per godere della bellezza che ci circonda e trasmetterla con le parole.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur