Uno spettacolo unico tra le colline del Chianti: questo percorso intorno a Siena è lungo ma quasi commovente

Emma Valenti  | 29 Nov 2023
SH: 1613838031

Quattro tappe, 70 km circa, un cuore che batte forte. Questo percorso tra le colline del Chianti è pronto per farci vivere i profumi, le emozioni e tutte le meraviglie del Grande Anello di Siena. Il percorso è lungo, ma che cosa potrebbe fermarci? Ogni tappa ci farà scoprire luoghi meravigliosi, chicche nascoste che ci portano a comprendere che le colline del Chianti non sono solo il luogo dove nasce uno dei vini più famosi d’Italia. Queste colline nascondono tesori naturalistici che aspettano solo di sorprenderci.

Scheda tecnica

  • Lunghezza del Grande Anello di Siena: 70 km circa
  • Tempo di percorrenza: 4 giorni a piedi
  • Tappa 1: da Isola d’Arbia a Ponte allo Spino
  • Tappa 2: da Ponte allo Spino a Badesse
  • Tappa 3: da Badesse a Pieve a Bozzone
  • Tappa 4: da Pieve a Bozzone a Isola d’Arbia
  • Tipologia di percorso: percorso ad anello
  • Difficoltà: media
  • Segnavia: segnavia bianco-rossi

Tra le colline e i misteri del Grande Anello di Siena: la prima tappa

Tutte e quattro le tappe sono costellate da paesaggi mozzafiato, ed ora vedremo le tappe intermedie che dovremo superare per giungere al compimento del Grande Anello di Siena. Il nostro punto di partenza, e anche di arrivo è Isola d’Arbia, una frazione di Siena. La prima cosa che dovremo fare, iniziando l’avventura, sarà attraversare il torrente Tressa. Ed ecco che il Grande Anello di Siena ha inizio. Ci ritroveremo dunque circondati dalla campagna, liberi, con i capelli al vento. I segnavia da seguire sono quelli bianco-rossi. Arriveremo prima ad un punto panoramico, sul quale ci fermiamo accanto ai cipressi. Seguiamo le indicazioni per San Rocco. In men che non si dica, saremo a Linari. Poi, nella nostra continuazione all’insegna del Grande Anello di Siena, incontreremo un piccolo monastero del 1.200, per ritrovarci successivamente a Pian dei Mori. Ecco che costeggiando il Torrente Serpenna, ci troviamo finalmente a Ponte allo Spino.

Ecco che arriviamo alla seconda tappa del Grande Anello di Siena: tuffiamoci verso Badesse

IS: 863622024

Dopo esserci riposati a dovere, avendo dormito profumatamente dopo un buon bicchiere di Chianti senese, ci rimettiamo in marcia. Questa volta la nostra destinazione è Badesse, ma partiamo con ordine: ci abbraccia prima Toiano, il quale ci indica la strada per entrare nel bosco. Seguiamo il sentiero CAI 113. Eccoci nel bosco, gli uccellini cantano e sembra una favola. Questa favola ci conduce a Colle dei Mandorli. Più camminiamo, più ci viene voglia di tuffarci in quel paesaggio che parla dell’infinito. Arriviamo a Santa Colomba, e, una volta proseguito verso Celsa è quasi d’obbligo fare una piccola deviazione sulla destra per deliziarci nella visita dell’Eremo di San Leonardo al Lago. Il Grande Anello di Siena, come era da aspettarsi, non è privo di sorprese. Tornando poi sui nostri passi, ci ritroveremo a Fungaia per poi salutare il bosco attraverso il sentiero 106. Giungiamo a Podere Caggio ed ammiriamo la vista del Monte Amianta, per arrivare, tramite il sentiero 104, a Castello la Chiocciola. L’ultima tappa intermedia sarà il Podere di Cerbaia. Dopo aver raggiunto e superato quest’ultima meta, finalmente Badesse ci accoglie.

La terza tappa: passo convinto, cuore forte, dirigiamoci verso Pieve a Bozzone

Dopo un meritato riposo, Miniera è il nostro inizio, la nostra prima tappa intermedia, e Pieve a Bozzone è la nostra meta finale. Partiamo di buon’ora, e giungiamo a Santo Stefano. Il Grande Anello di Siena ci continuerà a sorprendere. Tra alberi che ci fanno sentire piccoli e una lieve brezza tra i capelli Cellole ci accoglie. Continuiamo verso il Castello di Monteliscai. A questo punto, prima di giungere alla nostra meta finale, prendiamoci il tempo di fermarci ad un meraviglioso punto panoramico sulla piccola chiesa di San Giovanni Battista al Bozzone. La sua origine risale al XII secolo, e fu successivamente restaurata nell’Ottocento. Ci troviamo immersi nella vegetazione, in luoghi che sembrano mondi a parte, ed ecco che ci dimentichiamo dello smog delle città, e ci dimentichiamo dello stress. Ecco che poi arriviamo alla nostra terza tappa. Pieve a Bozzone ci aspetta, siamo pronti per un meritatissimo riposo. Domani affronteremo la quarta tappa, l’ultima prima di tornare a Isola d’Arbia e completare il Grande Anello di Siena.

La quarta ed ultima tappa che completa il Grande Anello di Siena: torniamo ad Isola d’Arbia

Grande Anello di Siena

Una volta aver sostato a Pieve a Bozzone, siamo pronti per completare il Grande Anello di Siena e tornare ad Isola d’Arbia. È stata un’avventura, è stato emozionante. Ma godiamoci questi ultimi chilometri. Dobbiamo puntare verso Vico d’Arbia. Avremo la possibilità di fare una deviazione di 2 km, che, se lo vorremo, ci condurrà a Villa di Montechiaro, una tenuta privata con tanto di giardino e una vista da sogno. Proseguendo sulla strada principale, attraversiamo il bellissimo paesino di Vico d’Arbia, ed arriviamo alla vecchia tenuta di Presciano. Qui sentiamo il vento della storia sussurrarci favole mistiche sulle leggende di questi luoghi, un sussurro che non ci è certamente mancato durante il Grande Anello di Siena. Proseguiamo per i meravigliosi poderi abbandonati della Bandita e di San Giovannone. Ecco che sentiamo la magia entrarci dentro, tra calanchi e biancane. A questo punto, due soli chilometri ci separano dalla meta finale. Siamo di nuovo a Isola d’Arbia, abbiamo completato il Grande Anello di Siena.

Informazioni utili

Adori le città piene di storie da raccontare? Clicca qui per conoscere l’attività del trekking urbano!

Clicca invece qui per vedere il sito ufficiale del comune di Chieti.

Emma Valenti
Emma Valenti

Emma Valenti, della provincia di Trento, residente nel Parco Naturale dell'Adamello Brenta, da sempre appassionata di trekking e laureata in Beni Culturali. Promotrice del cammino meditativo, che ci aiuta a riappropriarci della centralità dell'anima.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur