In Puglia c’è un percorso incredibile che collega le acque di due mari diversi!

Benedetto Sensini  | 19 Giu 2023
SH: 1059201929

La Puglia è una regione incredibile, ma questo lo sapevamo già. Situata nel cuore del Mediterraneo e bagnata dalle acque dell’Adriatico e dello Ionio, questa affascinante terra incanta i visitatori con la sua bellezza naturale, la sua ricca storia e la sua cultura autentica. Per non parlare dei famosissimi Trulli di Alberobello, dell’incantevole centro storico di Bari, e poi il cibo irresistibile. Potremmo andare avanti all’infinito.

Ma oggi non siamo qua solo per decantare le doti di questa regione fantastica, che tutti conoscono e amano. Anzi, quasi l’opposto. Oggi andiamo alla scoperta di un itinerario alternativo nella terra tra i due mari. Un modo unico per vivere una settimana di viaggio in queste terre incantante, attraversando l’entroterra pugliese che collega le acque di due mari diversi. Un viaggio nella Puglia più autentica. Ecco a voi la Rotta dei due mari: da Polignano a Taranto!

Un’introduzione alla Rotta dei due mari

La rotta dei due mari da Polignano a Taranto

L’idea di un cammino che attraversi la regione da costa a costa non è nuova. Ad essere particolare è il perché della nascita di questo percorso di trekking. Tutto nasce dall’intenzione di riscoprire la gioia del turismo “slow” e di permettere ai camminatori di vivere un’esperienza autentica, lenta e indimenticabile. Il percorso di sei giorni, infatti, non si districa nei distretti più caotici del turismo pugliese, ma si sviluppa tra gli ulivi secolari delle campagne, muretti a secco e alcuni dei paesi più suggestivi della Puglia. Detto questo però, il cammino è stato pensato anche per permettere di visitare alcuni dei luoghi più belli della Puglia, come Polignano a Mare, Alberobello, Locorotondo e infine la città dei due mari: Taranto.

È un percorso stupendo, da completare in circa una settimana – giorno più giorno meno – senza fretta e senza scadenze. Le tappe sono 6 e i chilometri 132, mentre il dislivello positivo non supera mai i 500m, rendendolo un cammino rilassante e relativamente facile. Inoltre, è percorribile anche in bicicletta in 2-3 giorni.

Perché cimentarsi nel cammino da Polignano a Taranto?

La rotta dei due mari da Polignano a Taranto

Questa domanda potrebbe sembrare retorica, dopotutto, la Puglia è considerata una delle località di mare più belle d’Europa, quindi perché concentrarsi sull’entroterra? E la risposta è che in Puglia c’è un mondo intero lontano dal mare, fatto di cultura, storia e tradizioni incredibili, che va assolutamente scoperto. E quale modo migliore se non traversare la regione da costa a costa per scoprire tutte le cose magnifiche che la Puglia e il Salento hanno da offrire?

Lo scenario cambia in continuazione ad ogni chilometro di cammino e si scoprono alcuni dei luoghi più belli e suggestivi del Sud Italia. Oltre ai paesi già menzionati sopra, si passano così tanti luoghi diversi e interessanti che quasi non si sa dove fermarsi. Tra questi, però, necessitano una visita approfondita le Grotte di Castellana, il centro storico barocco di Martina Franca e il borgo antico di Taranto.

Le tappe della Rotta dei due mari

La rotta dei due mari da Polignano a Taranto

Come detto sopra, il percorso si divide in sei tappe da circa 20km l’una. Visto il dislivello contenuto e soprattutto l’idea che si tratti di un cammino dedicato alla scoperta del turismo lento, il trekking si può completare in meno o più tempo, l’importante è perdersi nella scoperta di luoghi nuovi e interessanti!

Ecco come si sviluppa la Rotta dei due mari:

Prima tappa: da Polignano a Castellana Grotte
Km: 19,11
Dislivello: 302m
Fondo stradale: Carrarecce, strade secondarie

Seconda tappa: da Castellana Grotte ad Alberobello
Km: 21,21
Dislivello: 440m
Fondo stradale: Carrarecce, strade secondarie

Terza tappa: da Alberobello a Locorotondo
Km: 19,10
Dislivello: 436m
Fondo stradale: Sentieri boschivi, strade secondarie

Quarta tappa: da Locorotondo a Martina Franca
Km: 14,79
Dislivello: 444m
Fondo stradale: Sentieri boschivi, strade secondarie

Quinta tappa: da Martina Franca a Crispiano
Km: 27,88
Dislivello: 500m
Fondo stradale: Sentieri boschivi, strade secondarie

Sesta tappa: da Crispiano a Taranto
Km: 24,5
Dislivello: 268m
Fondo stradale: Sentieri boschivi, strade secondarie

Benedetto Sensini
Benedetto Sensini


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur