Gola di Vintgar, trekking tra cascate e marmitte fluviali

Gola di Vintgar
Gola di Vintgar, il percorso da sogno in Slovenia

Acqua verde, cascate, sentieri da far mancare il fiato: ecco quello che troverete visitando la Gola di Vintgar.

L’artista che ha dato i natali a tanta meraviglia è il fiume Radovna che dà origine alla spettacolare valle omonima. Il corso d’acqua ha molte sorgenti sotto la roccia e, per un tratto, scompare per poi riapparire quasi magicamente.

La Gola di Vintgar è affascinante quanto selvaggia:  unga ben 1600 metri tra i monti Hom e Boršt. La profondità della strettoia giunge sino ai 250 metri ed è dovuta al peso dell’acqua che, con grandi cadute, ha eroso verticalmente la superficie tra le due alture di 834 m (Hom) e 931 metri (Boršt).

La forra e i fiumi circostanti sono stati segnati fortemente nella loro natura da cambiamenti avutisi durante le varie ere e questo ha reso il territorio ancora più misterioso.

Formazione e caratteristiche della gola di Vintgar

Gola di Vintgar percorso
La Gola di Vintgar e i camminamenti per affrontare il percorso

Molto interessante è la formazione della Gola di Vintgar che è si è originata, pensate un po’, in tre modi:

  • mediante epigenesi vale a dire mediante processo di incisione
  • tramite antecedenza ossia sollevamento
  • grazie all’erosione detta regressiva cioè che va dal basso verso l’alto

Vi  sono delle passerelle in legno che rendono possibile la passeggiata lungo il percorso che si estende per circa 2 km, ma va detto che sabbia, ghiaia e pietre hanno parzialmente riempito il canyon.

Proprio per questo motivo, in determinati punti, esso va attraversato solo se minuti di apposita attrezzatura e con la guida di un esperto.  Pensate, infatti, che in quello che viene definito L’Inferno, le pareti distano solo pochi metri e che queste, in alcuni tratti, sono alte fino a 100 metri.

Grande interesse suscitano le marmitte fluviali dette anche dei giganti o del diavolo. Queste formazioni sono dovute all’acqua di scioglimento dei ghiacciai che, a causa di forti pressioni e grandi velocità, ha dato vita a dei vortici. Questi, a loro volta, hanno formato depressioni a forma di pozzo.

Molto particolare è anche la grotta sotterranea detta Jama.

Da non perdere durante la visita è la più grande cascata della Slovenia ossia la cascata Šum alta ben 13 metri. Anche la cascata Mali slap, sita in mezzo alla Gola di Vintgar, è molto affascinante.

Il Lago di Bled, la “perla slovena”

Lago di Bled, Gola di Vintgar
Lago di Bled, non lontano dalla Gola di Vintgar

La località di Bled è famosa per il lago al centro del quale vi è uno degli isolotti più romantici che esistano, simbolo della stessa Slovenia.

Questo meraviglioso luogo è facilmente raggiungibile dalla Gola di Vintgar che si trova a circa 5 chilometri a nord ovest da Bled.

Le sorgenti termali, i meravigliosi cigni e le imbarcazioni tradizionali fanno di questo luogo un pit-stop obbligato sia per le coppie che per gli appassionati di sport dato il grande numero di attività praticabili in loco.

Sull’incantevole isola di Bled che al tramonto regala riflessi fiabeschi, una volta vi era un tempio dedicato a Živa, dea slava dell’amore. Attualmente, al posto del tempio, c’è la Chiesa di Santa Maria Assunta che merita una visita nonostante i 99 scalini per raggiungerla.

Non dimenticate di suonare la campana: la leggenda vuole che in tal modo si avveri il desiderio espresso mentre lo si fa. Se poi vi trovate ad assistere ad un matrimonio, sarete ancora più fortunati poiché potrete vivere le tradizioni e divenirne, in un certo qual modo, partecipi.

Come arrivare alla Gola di Vintgar

Fino al 1891 la Gola di Vintgar era totalmente isolata e sconosciuta ai più; solo dal 1893 ha avuto inizio la costruzione di gallerie e ponti che oggi ne rendono possibile la visita. La forra è sita a Gorje, esattamente  in località Podhom: vi si può accedere da Bled sia in auto che in bici.

Bled è raggiungibile dalla Gola di Vintgar in circa 15 minuti: è necessario prendere Seliška cesta e Bled- Gorje verso Spodnje Gorje e poi procedere in direzione Podhom.

Se amate la bici non potete non effettuare un tour lungo la pista ciclabile che si addentra nella valle del fiume Radovna: seguendo il percorso segnaletico ben organizzato potrete entrare in perfetta simbiosi con la natura circostante.

Scopri anche le cascate di Kegon, un tocco d’Oriente

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking