Colli Albani, trekking d’autore ai Castelli Romani

Colli Albani

La provincia di Roma non offre solo storia, cultura e buon cibo, ma anche la bellezza di percorsi escursionisti come quelli dei Colli Albani.

Ci troviamo nella zona dei Castelli Romani, a circa 20 chilometri a sud di Roma, per farvi scoprire questa parte di provincia capitolina sotto un aspetto differente: quello (amato e bramato) del trekking.

La zona, tutelata dall’ente Parco regionale dei Castelli Romani, è densa di sentieri da percorrere e di attività da provare. Escursione a cavallo, canoa sul Lago di Nemi, mountain bike o nordic walking. Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta!

In questo itinerario andiamo alla scoperta dei Castelli Romani, solcando le vette più alte dei Colli.

Cammineremo sempre vicini alla soglia dei 1.000 metri, respirando aria pulita immersi nel silenzio della natura, a due passi dalla Capitale.

Colli Albani mappa

  • Lunghezza: 80 chilometri
  • Durata: 5-6 giorni
  • Principali località attraversate: Rocca di Papa, Colle Iano, Monte Cavo, Maschio delle Faete, Monte Peschio, Maschio dell’Ariano, Rocca Priora, Tuscolo
  • Difficoltà: Media
  • Tipologia d’itinerario: Trekking/Escursionismo
  • Partenza e arrivo: Rocca di Papa

Trekking sulle vette più alte dei Colli Albani: l’itinerario

Il nostro punto di partenza è Rocca di Papa, piccolo centro incastonato sulla parete nord dei Colli Albani.

La città, facilmente raggiungibile con i mezzi dalle località vicine e da Roma, ospita la sede del Parco regionale dei Castelli Romani. L’edificio, Villa Barattolo, è una splendida abitazione del Novecento vicino alla piazza principale.

Oltre a visitare il paese, ricordatevi di fermarvi proprio nella sede del parco, così da reperire cartine escursionistiche e info utili alla causa.

Colli Albani - Rocca di Papa
Rocca di Papa, punto di partenza e d’arrivo del nostro itinerario trekking sui Colli Albani

Partite dunque in direzione Colle Iano. Questa punta, raggiungibile attraverso sentieri segnati, è la quarta per altitudine di tutti i Castelli, grazie ai suoi 938 metri.

Qui è possibile sostare per rifocillarsi e godere dello splendido panorama che dà sulla campagna romana e, nelle giornate più limpide, anche su quella viterbese.

La seconda tappa, invece, è la cima più famosa dei Colli Albani: Monte Cavo. Qui, dove i romani celebravano i trionfi presso il Tempio di Giove Laziale, oggi vi passeggiano escursionisti e nordic walker, non solo per il colpo d’occhio ma anche perché tanti itinerari hanno come destinazione proprio questa punta.

Lungo la strada d’arrivo a Monte Cavo, soffermatevi ad ammirare la splendida Via Sacra, di epoca romana, e il belvedere dei due laghi (Nemi e Albano), detto in gergo “occhialone”. Rimarrete estasiati dalla bellezza della natura.

La terza cima che incontriamo nel nostro viaggio a piedi è il Maschio delle Faete. Si tratta della vetta più alta dei Castelli Romani, con i suoi 956 metri di altezza.

Dal cocuzzolo elevato, al quale si può giungere solo ed esclusivamente con un percorso escursionistico, è possibile ammirare la piana dei Campi d’Annibale.

Trekking Colli Albani. Da Rocca di Papa verso Velletri

Un ottimo luogo dove sostare, anche con la tenda, date le temperature sempre fresche, in particolare d’estate, e l’impareggiabile quiete.

Se invece volete proseguire, la tappa successiva è il Monte Peschio, sulla sponda dei Colli del Vivaro appartenente a Velletri.

In questo caso ci dirigiamo verso sud, lasciando la catena Cavo-Faete-Iano ed esplorando l’altopiano dei Pratoni del Vivaro.

Giungiamo poi al Maschio dell’Ariano, l’unica delle vette menzionate a non raggiungere i 900 metri di quota (si ferma a 891). Con questa tappa entriamo in un nuovo territorio, quello di Lariano, che segna il confine sud-est dei Colli Albani.

Da qui comincia il nostro lento ritorno. La destinazione successiva è Rocca Priora, che con i suoi 768 metri è il comune più elevato dei Castelli Romani.

Dopo Rocca di Papa, quindi, torniamo “alla civiltà” per visitare uno dei borghi più caratteristici della zona. Anche in questo caso, da visitare assolutamente è piazza Umberto I, sopra al quale sorge un belvedere unico nel suo genere, che dà a est verso i Monti Simbruini.

Tuscolo
Il Tuscolo, una vera e propria terrazza naturale dei Colli Albani

Infine, prima di fare ritorno nella nostra sede di partenza, vale a dire Rocca di Papa, incontriamo sulla nostra strada un altro di quei luoghi densi di significato: il Tuscolo.

Questo colle, sebbene non molto alto (sfiora i 700 metri), è sede di un anfiteatro romano di inestimabile valore, nonché rappresenta l’ennesimo punto panoramico della zona.

Un’autentica terrazza naturale su Roma e sull’area tuscolana, dalla quale ammirare anche tutta la strada che abbiamo fatto. Modo migliore per terminare il nostro viaggio non c’è.

Trekking sui Colli Albani: l’attrezzatura necessaria

Data la lunghezza e la complessità degli itinerari, il nostro consiglio è di compiere il percorso in più giorni, ponderando le soste a seconda delle necessità e delle esigenze.

In ogni caso, ricordate di partire tenendo sempre d’occhio la sicurezza e l’aspetto rilevante che possono avere gli accessori in un percorso a tappe e in più giorni.

Prima di pianificare gli itinerari per il vostro trekking tra le vette più alte dei Castelli Romani, quindi, abbiate cura di controllare il vostro equipaggio.

Decathlon, come spesso accade quando si tratta di sport estivi di montagna, è la soluzione giusta per uno shopping ponderato e dal giusto equilibrio qualità/prezzo.

Occhio alle scarpe da trekking, all’intimo, a cappelli e berretti, occhiali da sole, bussole, orologi, impermeabili e a tutte quelle componenti indispensabili per ogni trekker.

Se avete qualche dubbio sull’abbigliamento, scegliete la nuova linea Forclaz, vero e proprio must dell’estate 2018, grazie ai neonati prodotti della collezione:

  • La T-Shirt uomo Trek 500: disponibile nelle varianti grigia e arancio, questa maglia è perfetta per la vostra escursione nella provincia romana, soprattutto nei mesi caldi luglio e agosto. Grazie al suo ecodesign resistente alle abrasioni e compatto, la t-shirt Forclaz è traspirante e limita i cattivi odori, senza dimenticare il tessuto estensibile e l’incredibile leggerezza. Tutti elementi importantissimi per un’ottima riuscita dell’escursione sulle vette dei Castelli Romani.
  • Gli Short uomo Trek 700: il secondo prodotto, disponibile nelle colorazioni grigio scuro, marrone chiaro e verde, è un ottimo compromesso per ogni escursionista esigente che non sottovaluta l’aspetto economico. Questi pantaloncini garantiscono una rapida asciugatura, fattore essenziale in un trekking di più giorni, e libertà di movimento, senza rinunciare a traspirabilità e comodità.
  • Lo Zaino uomo Trek 700 70+10: il terzo elemento consigliato per la vostra escursione sulle vette più alte dei Colli Albani è il nuovo zaino della linea Forclaz. Verde oliva, dall’aspetto decisamente mimetico e in linea con i boschi della provincia romana, questo prodotto è la sintesi perfetta delle esigenze del trekker di ogni livello, capace di sostenere anche e soprattutto un’escursione prolungata e duratura. Il trasporto è comodo, così come la resistenza, nonostante i 15 Kg di peso sopportati e la capienza di più di 70L. Uno zaino adatto a ogni vostra caratteristica e predisposizione: non sentirete affatto il peso del carico. Provare per credere.

Commenti

Avatar

Emanuele Di Baldo