Castello di Predjama, storia e trekking in Slovenia

castello di predjama_526868806
Castello di Predjama, trekking in Slovenia

Massiccio e soprattutto inespugnabile: stiamo parlando del Castello di Predjama, nella omonima località in Slovenia.

Il Castello di Predjama è stato costruito all’interno di una grotta carsica e domina uno strapiombo di 123 metri, proprio lì dove si inabissa il torrente Lokva perdendosi nel sottosuolo sotto il castello.

Praticamente quasi non si nota la diversità tra la mano della natura e quella dell’uomo, il tutto contornato da fitti boschi decidui. Il maniero è iscritto nel Guinness dei primati come il più grande castello di grotta in tutto il mondo.

Affascina in qualsiasi periodo dell’anno, in autunno quando le foglie degli alberi esibiscono i loro stupendi colori dall’arancio al rosso al marrone, in primavera quando è tutto un fiorire, in estate per la sua verdeggiante frescura, in inverno ricoperto di bianco. Insomma un posto magico, soprattutto per tutti gli appassionati di storia e antiche gesta ma anche di mistero.

Già, perché ancora oggi non si sa chi l’ha costruito e perché. Certo, si tratta di una zona in cui l’uomo era presente già 150mila anni fa, piuttosto vicino al mare e alla “via degli alberi”, una strada usata in tempi preromani.

Un posto di transito strategico, sia durante il dominio romano sia nel medioevo quando si attraversava il territorio per trasportare legnami e merci varie dall’interno verso la costa adriatica e i suoi porti per poi prendere il mare. Sicuramente, il luogo da sempre è parso sicuro e affidabile, anche grazie alla presenza di tante grotte in cui trovare rifugio.

Mappa

Informazioni utili

  • Località: Predjama, Slovenia
  • Nome completo: Grad Predjama
  • Costruzione: XIII secolo
  • Visitabile: sì (v. orari in fondo all’articolo)

La storia del Castello di Predjama

Di una struttura fortificazione-castello si parla in antichi documenti del XIII secolo ma probabilmente era tale almeno da un secolo, un’incredibile opera di ingegneria medioevale che sfrutta le cavità naturali e che affina il suo stile con il proprietario più famoso, il cavaliere Erasmo di Lueg (ecco perché il luogo si chiama anche Castel Lueghi), un barone del 1400 un po’ ladro un po’ eroe, rifugiatosi qui perché aveva ucciso un parente dell’imperatore d’Ungheria Mattia Corvino, che gli dava la caccia.

Erasmo attaccava le carovane imperiali fino a che il castello fu assediato, dice la leggenda, per un anno e un giorno. Il signorotto però usciva e entrava attraverso un cunicolo nella grotta sotterranea che lo portava verso il fiume Vipacco, dall’altra parte dell’altura, facendosi beffe dei soldati. Ma un servitore infedele lo tradì, indicando al capo delle truppe dove potevano colpirlo, la finestra del bagno, sullo strapiombo.

Così avvenne e finì la storia del prode Erasmo, anche se la sua fama continua con la quercia secolare fatta piantare dalla sua inconsolabile amata nella chiesa di Santa Maria dei Sette Dolori, nel villaggio di Predjama.

L’attuale aspetto del Castello è della fine del 1500, epoca pure di un tesoro trovato qui ai primi del 1900 e conservato nel Museo Nazionale di Lubiana.

Cosa visitare nel Castello di Predjama

Tra gli ambienti da vedere (i piani in totale sono cinque), la sala della soffitta principale del castello, ristrutturata e portata a nuova vita: da qui si vedeva tutta la vallata e i sentieri di accesso, ottimo punto di difesa. Oggi sono in esposizione le copie di armi medioevali.

Nel sistema di grotte carsiche che si snoda su più livelli sotto al castello, per oltre 14 km, c’è anche la cosiddetta “tana di Erasmo”. Di questo reticolato sono accessibili solo 700 metri privi di illuminazione, a ogni visitatore viene fornito un casco con torcia, una piccola avventura sotterranea sulle tracce di Erasmo.

Castello di Predjama. Orari di apertura ed eventi

La visita al Castello di Predjama (che tra le due guerre mondiali faceva parte del territorio italiano) si può effettuare in questi orari:

  • Da gennaio a marzo e nei mesi di novembre e dicembre dalle 10 alle 16
  • Aprile e ottobre dalle 10 alle 17
  • Maggio, giugno e settembre dalle 9 alle 18
  • Luglio e agosto dalle 9 alle 19

Da maggio a settembre si può visitare pure la grotta sotterranea (gli altri mesi no, per non disturbare l’importante comunità di pipistrelli in letargo)

A luglio si svolge la “giostra di Erasmo”, tra il castello e il villaggio, con tornei e vari eventi con i partecipanti tutti in abiti medioevali.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking