Alta Valle Mesolcina, i sentieri in MTB del Canton Grigioni in Svizzera

passo san bernardino_514718347
Il segnale che indica l'altezza di 2.066 metri sulla vetta del Passo di San Bernardino, in Svizzera

Una bella escursione in MTB nell’Alta Valle Mesolcina, Cantone dei Grigioni, Svizzera, percorrendo gli itinerari attorno alla località montana di San Bernardino, 1.626 metri di altezza.

In questo percorso, prendiamo spunto dai percorsi della gara di cross country Sanbike, che si svolge periodicamente nel territorio ed è legata alla lotta contro il cancro nell’iniziativa Greenhope/Sanbike.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 34,80 chilometri
  • Durata (senza soste): circa 5 ore
  • Principali punti attraversati: Passo di San Bernardino, Lago d’Isola, Laghetto Moesola
  • Livello di difficoltà: Facile/Media/Difficile
  • Dislivello: 1400  metri circa
  • Tipologia di itinerario:  MTB
  • Partenza e arrivo: Monda (Pian San Giacomo)

Da dove si parte

Lo start è in località Pian Giacomo, frazione del comune di Mesocco, soleggiato terrazzo che costeggia il torrente Moesa (si arriva dall’autostrada A13 Bellinzona-Coira).

Si parte per la precisione dalla piccola frazione di Monda, a 1.190 metri di altezza, dove c’è un parcheggio. Dopo pochi primi metri in asfalto, la strada passa in mezzo ai boschi per raggiungere la località Lago d’Isola, un itinerario in cui ci sono tratti con pendenze fino a 18%. La meta è la diga che dà il nome alla zona e che si raggiunge con un dislivello di circa 500 metri, arrivando a quota 1.605 metri.

Siamo nell’area del parco avventura di San Bernardino dove tra l’altro si può “camminare” sospesi da un albero all’altro in piena sicurezza fino a 10 metri d’altezza. Ma la bike ci chiama e non ci si può fermare (al momento).

Oltre il ponte ciclopedonale

Oltrepassando un ponte ciclopedonale in legno sulle acque del Moesa, si arriva sul versante opposto del lago, sempre percorrendo tratti nel bosco di conifere intervallati da qualche metri di strada asfaltata, fino a superare quota 1.700, in zona Forestin.

A questo punto c’è una discesa in un percorso sterrato per quasi 150 metri che porta a circa 1.590 metri, in località Fregeira. L’itinerario qui risale, attraverso la cantonale e con un sentiero dai tratti sconnessi per procedere verso l’Alpe de Pian Doss, tra pascoli, foreste, torbiere, piccoli laghi: si è a 1730 metri.

Si continua ad andare su. L’obiettivo sono i 1.876 metri di Pian Lumbrif, dopo aver superato un tratto sterrato scarsamente pendente dalle parti di Pian Scundù.

Lagh de Pian Doss, Svizzera
La zona del Lagh de Pian Doss, tra le Alpi Svizzere del Grigioni

Si sale e si scende

Da segnalare che l’itinerario diventa ora un mix tra pendenze più o meno forti e tratti molto dissestati con paesaggi bellissimi tra rocce e aree umide spesso con scarsa vegetazione.

La meta è il Passo di San Bernardino, oltre 2mila metri di altezza, spartiacque tra il bacino del Po e quello del Reno, dopo aver affrontato una discesa non lunghissima e un tratto di strada asfaltata. Qui il paesaggio diventa ancora più incantevole con la presenza del laghetto alpino Moesola.

Verso San Bernardino

Si prosegue per San Bernardino su una salita che si affronta portando la bike a mano fino a un sentiero verso valle che è un po’ problematico nella discesa, poiché il fondo ha vari punti ripidi ed è pieno di pietre di varie dimensioni e in alcune parti anche scivoloso. Qui va prestata particolare attenzione.

Dopo questo tratto difficoltoso la situazione va un po’ meglio, scendendo ai 1.980 metri di Sass de la Golp, proseguendo verso i 1.690 di Gareida Sot ma qui ritorna ad esserci il “regno” dell’asfalto e il rientro verso San Bernardino e quindi a Pian San Giacomo di Mesocco è più agevole.

GoodTrekking

GoodTrekking