Al Parco nazionale di Yok Don flora e fauna spettacolari

Parco nazionale di Yok Don
Tipiche imbarcazioni nel Parco nazionale di Yok Don, nel Vietnam

Il Parco nazionale di Yok Don è di certo uno dei pit-stop da non perdere in terra vietnamita.

Istituita nel 1992, l’area protetta si estende su una superficie di più di 100.000 ha nella provincia di Dak Lak la cui capitale è Buôn Ma Thuột.

Sono davvero tante le riserve naturali in Vietnam. Tra queste, figura il Parco nazionale di Yok Don che è da enumerare insieme alle aree di Tam Dao, di Hoang Lien, di Ba Be, di Cat Ba, di Pu Mat e di Phong Nha-Ke Bang, solo per citarne alcune. Da visitare è anche la cosiddetta ”zona umida” di Cat Tien, un’oasi verde di rara bellezza.

Tra le aree protette ve ne sono più di 20 di tipo marino mentre 45 sono i siti di interesse culturale e storico.

Il Parco nazionale di Yok Don, in particolare, si trova al confine con la Cambogia ed è famoso in tutto il mondo per le particolarità delle sue flora e fauna.

Più di 60 razze di mammiferi sono infatti presenti in loco oltre a quasi 50 tipi di rettili e circa 200 specie di uccelli: numeri che non lasciano indifferenti.

Parco nazionale di Tam Dao
Splendidi scorci e colori dal Parco nazionale di Tam Dao

Attività praticabili nel Parco nazionale di Yok Don

Sono davvero tante le attività praticabili nel Parco nazionale di Yok Don e vale davvero la pena testarle tutte per godere appieno delle potenzialità del territorio e coglierne la sua magia.

Affidandovi agli enti o alle agenzie di competenza, potrete prenotare in anticipo tour di uno o due giorni. Potrete anche scegliere tra itinerari più lunghi, ma quelli brevi sono i più richiesti.

Sicuramente per gli amanti della canoa, consigliamo la discesa del fiume per rilassarsi e vedere a pelo d’acqua le sfumature che quest’ultima offre in tutta la sua trasparenza e naturalezza.

Gli amanti del birdwatching troveranno sicuramente pane per i loro denti: le miriadi di uccelli colorati sono un vero incanto!

Se il vostro desiderio è quello di vedere più da vicino gli elefanti del Parco nazionale di Yok Don, potete farlo testando anche un’esperienza da badante. Una guida esperta vi dirà come fare il bagno al mammifero e come invogliarlo a mostrarvi tenerezza facendo quello che più lo aggrada!

Il trekking è un modo per entrare in contatto diretto con la natura del luogo (ed è possibile farlo anche di notte, accompagnati da apposite guide) ma anche andare in bici è altrettanto rilassante. I tour più gettonati sono quelli di circa 5 ore con l’accompagnamento di una guida.

Se poi la vostra passione è la cucina, non dimenticate di prenotare una giornata al Parco nazionale di Yok Don con le minoranze etniche, a tu per tu con le donne del luogo che prepareranno insieme a voi ottimi piatti di tradizione locale perlopiù a base di pesce e di verdure tipiche della foresta.

Volendo, potrete anche cucinare da voi del buon pesce pescato nel parco: il campeggio è permesso nel rispetto delle regole vigenti.

Oltre agli “assaggi” di foresta, potrete godere le specificità di quest’ultima con tour guidato della flora.

Escursione a Ban Don Village

A circa 40 chilometri dalla località di Buon Ma Thuot, ai confini del Parco nazionale di Yok Don, sorge il Ban Don Village, luogo turistico molto gettonato.

Presso questo particolarissimo villaggio, si potrà assistere a feste e riti tribali indissolubilmente legati alla realtà territoriale.

Un giro a cavallo di un elefante, un trekking nelle foreste multicolore, ma anche una crociera in barca sul lago sono attività praticabili in zona. Prima dei riti propiziatori e delle danze, le popolazioni locali vi faranno bere vino con delle particolarissime cannucce realizzate in bambù.

Il clima

Il periodo consigliato per la visita del Parco nazionale di Yok Don è quello compreso tra novembre e gennaio poiché d’estate la grande percentuale di umidità rende i tour faticosi.

GoodTrekking

GoodTrekking