Salita sul Monte Cusna, un trekking sull'Appennino Reggiano | GoodTrekking

Salita sul Monte Cusna, un trekking sull’Appennino Reggiano

Benedetto Sensini  | 04 Mar 2023

Nell’Appenino Tosco-Emiliano svetta, a 2121m d’altezza, il Monte Cusna. Seconda vetta più alta di tutto l’Appennino Settentrionale, il Monte Cusna forma una catena montuosa insieme al Sasso del Morto e al Monte La Piella ben visibile dalla Pianura Padana. Circondata da una bellissima faggeta, la salita sul Monte Cusna è un’esperienza imperdibile e praticabile quasi tutto l’anno.

La vetta è raggiungibile da tutti i versanti attraverso cinque sentieri principali con punti di partenza e livelli di difficoltà diversi. Inoltre, le magnifiche camminate sulla catena del Cusna non si limitano solo al Monte Cusna, ma regalano anche qualche variante interessante.

Andiamo quindi ad esplorare i sentieri del Monte Cusna.

I sentieri partendo da Peschiera Zamboni

Da Peschiera Zamboni partono i primi due sentieri per il Cusna, il 617 e il 619. Questi due tracciati rappresentano la via più facile e breve per toccare gli oltre duemila metri del Monte Cusna. Attraverso il bosco che parte da Febbio e arriva fino al Monte Contessa (1720m) in circa 4km entrambi i sentieri salgono dal versante orientale fino alla croce in vetta al Cusna. Il dislivello è di quasi 1.000m per entrambi i sentieri, che sono categorizzati entrambi come difficoltà E – Escursionistico. È necessaria quindi un po’ di esperienza in montagna, una buona forma fisica e soprattutto equipaggiamento adatto come scarponcini o scarpe da trekking.

La salita da Casalino

Si può affrontare la salita al Monte Cusna anche dal versante Nord del monte, partendo da Casalino. Da qui, il sentiero 625 si dirige verso Sud, nella Val d’Ozola. In poco più di 5km e 1200m di dislivello, passando per il Monte Bagioletto (1758m) si arriva in fine in vetta al Monte Cusna. Anche a questo sentiero, come ai precedenti, è stato assegnato il livello di difficoltà E – Escursionistico.

La via occidentale

Una veduta del Monte Cusna

Ad Ovest, partendo dal parcheggio di Presa Alta, vicino alla diga dell’Ozola, si può raggiungere facilmente la vetta del Cusna grazie al sentiero 627. Anche qui, il sentiero escursionistico non è dissimile in difficoltà dai precedenti, in circa 4.5km e 920m di dislivello sale prima attraverso il bosco e poi, lungo il sentiero, a fianco delle pareti rocciose del Monte Cusna fino ad arrivare alla croce.

Esistono poi delle varianti più interessanti per chi è alla ricerca di un’avventura un po’ più lunga ed è disposto a macinare qualche chilometro in più. Infatti, partendo dai paesi di Ligonchio o Casalino è possibile seguire due sentieri che portano ai Prati di Sara, una bellissima prateria quasi pianeggiante e circondata dalla faggeta. Dai Prati di Sara poi si sale lungo il sentiero in cresta che porta in cima al Monte Cusna.

Il trekking da Case Civago

Per concludere, la via più lunga e (forse) più bella si può affrontare partendo dalla frazione di Civago. Dal paese ci si addentra prima nella faggeta e si prosegue lungo il sentiero 607 in direzione Nord-Ovest per 10km e quasi 2000m di dislivello. È un sentiero lungo e a tratti ripido e faticoso, che regala però viste panoramiche e creste mozzafiato e che tocca tutte le cime più alte della catena del Monte Cusna. Per gli appassionati di fauna, risalendo lungo questo versante non è raro qualche incontro con l’animale del luogo: la marmotta alpina.

Da Civago, inoltre, è possibile per gli amanti dell’arrampicata cimentarsi in due spettacolari e impegnative vie ferrate. Molto vicino al paese c’è, infatti, la ferrata del Monte Penna, mentre a poca distanza si trova la Ferrata “El Barranco del Dolo”. Insomma, sul Monte Cusna per gli appassionati della montagna c’è tanto da fare.

Raggiungere il Monte Cusna, grazie anche alla possibilità di affrontarlo da tanti versanti, è abbastanza semplice da Bologna (in 2 ore) e da Modena, Reggio Emilia e Parma. Il Cusna si può raggiungere anche in poco più di due ore e mezza di auto da La Spezia e da Firenze.

Benedetto Sensini
Benedetto Sensini


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur