GPS per escursionismo, quale scegliere e perché è così importante per la tua sicurezza

GPS per escursionismo? Al giorno d’oggi, i dispositivi di Global Positioning System e le relative tecnologie sono ovunque. Dagli elementi di navigazione a bordo delle auto alle applicazioni, ai droni militari e persino a quelli personali, i sistemi di posizionamento globale sono diventati parte integrante del modo in cui molti oggetti di uso quotidiano si spostano e viaggiano nel mondo. 

Un GPS portatile è proprio questo: un dispositivo delle dimensioni di un walkie-talkie che comunica informazioni sulla posizione direttamente dalla mano dell’utente tramite satellite. Questi congegni sono più portatili e compatti che mai e oggigiorno stanno rapidamente diventando un elemento essenziale nello zaino di ogni escursionista! 

Perché il GPS per escursionismo è importante per la sicurezza 

Che voi siate esperti o che affrontiate il vostro primo trekking, l’importante è essere muniti di un GPS per escursionismo. Questo strumento infatti unisce i tradizionali vantaggi dell’antica bussola alla dinamicità di un moderno smartphone moderno. Ciò consente a escursionisti e ad appassionati di outdoor in generale, di pianificare e riprodurre i percorsi in tempo reale. Questo permetterà di sapere in ogni momento la propria posizione, evitando di perdersi. E soprattutto, in caso di incidente, di essere trovati grazie alla tecnologia del dispositivo attraverso la geolocalizzazione.

Sia che voi siate capitati fuori pista, o che il meteo abbia ridotto la visibilità o che non riusciate a individuare dei punti di riferimento, un dispositivo GPS per escursionismo fa davvero la differenza fornendo alcune informazioni come altitudine, direzione, posizione che servono a ritrovare il cammino o a farsi recuperare, se dotato di sistema di comunicazione. 

Molti GPS moderni, infatti, sono dotati di un software di tracciamento integrato e persino di mappe scaricabili. Permettono quindi, di conoscere esattamente le coordinate geografiche del luogo in cui l’escursionista si trova. Inoltre è facile pianificare un’escursione e valutare tutti i rischi e i fattori del percorso, inclusi dislivelli e distanze, oltre al fatto di poter condividere gli itinerari con altri esploratori, amici o familiari per garantire la propria sicurezza!

Come scegliere il GPS per escursionismo: i fattori da considerare

 gps escursionismo 2_1037920204

Sul mercato sono disponibili diversi modelli per escursionismo, la scelta dipende soprattutto dall’uso che se ne vuole fare e dalle caratteristiche aggiuntive che fanno del dispositivo il perfetto GPS! In generale i dispositivi sono progettati per la localizzazione di base. Tuttavia, ci sono molti fattori da considerare nella scelta del dispositivo giusto.  

  • Sistema GPS: se pensiamo al modo in cui la posizione viene rilevata, il primo aspetto da valutare è quello riguardante la tipologia di rilevamento. Ciò consiste nella capacità di agganciarsi ai vari sistemi satellitari. Tra questi abbiamo l’originario GPS made in USA, a cui si aggiungono l’europeo Galileo, il Glonass russo e il cinese Compass;
  • Forma e peso: la praticità è una caratteristica fondamentale per un buon modello. Questo si concretizza nel peso e nella forma. Solo una linea ergonomica permetterà al vostro GPS di essere comodamente usato con una mano. Ed è per questo che il dispositivo deve essere anche leggero e delle dimensioni giuste per essere riposto nello zaino o in tasca;
  • Touchscreen e display: se pensate di usare il vostro GPS anche d’inverno certamente vi faranno comodo quei modelli che hanno il touchscreen utilizzabile con i guanti. La dimensione del display deve essere adeguata alla visualizzazione delle informazioni, oltre all’aggiunta di una retroilluminazione che vi permetterà di utilizzarlo anche in caso di scarsa visibilità o nelle ore serali; 
  • Durata della batteria: se si parte per un’escursione bisogna far sì che la carica del vostro GPS sia tale da sostenere la durata dell’intero percorso. La maggior parte dei dispositivi ha una batteria la cui carica può andare da 10 ore all’intera giornata;
  • Memoria totale: una buona memoria, anche espandibile vi permetterà di caricare tutte le mappe e i percorsi che desiderate;
  • Fascia di prezzo: ultima ma non meno importante è certamente il fattore prezzo che deve essere valutato oltre che in base al rapporto qualità/prezzo, sicuramente anche in base alle vostre tasche.

Materiali e funzionalità aggiuntive

gps escursionismo 3_513975592

I materiali in cui sono realizzati i moderni GPS fanno la differenza, soprattutto a livello di peso. Ne esistono di vari in commercio, ma senza dubbio, il migliore è quello termoplastico resistente, che protegge il dispositivo dagli urti. Altro fattore è l’impermeabilità, da non sottovalutare soprattutto se siete fuori con la pioggia!

Se a questo aggiungiamo la compatibilità con altri dispositivi e software avrete un congegno capace non solo delle funzioni base, ma anche di stabilire una connessione con smartphone o altri mezzi di comunicazione dotati di un sistema integrato per inviare i messaggi.

Sul mercato esistono diversi marchi e modelli, dai palmari agli orologi e in Italia i più venduti sono i dispositivi della Garmin e della TwoNav. Scegliete il vostro GPS per escursionismo e partite in esplorazione in tutta sicurezza!

Leggi anche Orologio con gps: quale acquistare per le tue esigenze!

Commenti

Escursioni