Abbigliamento trekking: consigli, recensioni e curiosità sull'abbigliamento da trekking

La scelta delle scarpe da trekking, piccola guida utile


Il mondo del trekking prevede escursioni anche molto lunghe, attraverso sentieri battuti e meno, o anche sentieri  al di fuori dei percorsi fissi. Uno degli elementi più importanti per chiunque voglia dedicarsi al trekking sono le scarpe, amiche più fidate delle escursioni, la scelta del modello giusto è fondamentale.

Indossare il modello sbagliato può significare ritrovarsi alla fine della giornata con i piedi doloranti e, con tumefazioni e ferite che potrebbero invalidare il restante percorso da compiere, rendendo più faticosa la passeggiata.

Passo dopo passo verso nuove avventure
Scarpe da trekking: i modelli più adatti

Come scegliere le scarpe da trekking

Un modo efficace per la scelta del modello giusto tra le diverse tipologie di scarpa da trekking è quello di classificarle in base:

  • Al tipo di terreno su cui si intende camminare (ad esempio scarpe da “alpinismo” per percorsi che prevedano neve e ghiaccio, o scarpe da “avvicinamento” per falesie e/o vie ferrate).
  •  In base alla temperatura e/o al meteo previsto nella località scelta (si va da scarpe particolarmente imbottite ed impermeabili a modelli che lasciano una o più porzioni di piede scoperto). Detto ciò le configurazioni principali delle scarpe da trekking sono tre: le scarpe “alte”, che offrono una protezione quasi totale della caviglia, quelle “mid”, che arrivano tendenzialmente alla zona dei malleoli, quelle “basse” che permettono maggiore libertà di movimento.
  • All’ aderenza al piede, importante per favorire movimenti armonici ed evitare spiacevoli traumi  alle dita o al piede che potrebbero causare vesciche o addirittura degenerare in lesioni da sfregamento e compromettere la camminata. Per questo bisogna porre molta attenzione alla differenza tra modelli da uomo e da donna, perché può succedere che a parità di numero la “calzata” può essere diversa per la conformazione fisiologica del piede maschile e femminile. Per una corretta andatura la corretta aderenza alla scarpa è pertanto fondamentale per garantire una maggiore stabilità nell’andatura.

Ogni anno tantissimi brand specializzati in hiking (termine inglese con cui si identifica il mondo delle escursioni) producono  nuovi modelli nella speranza di andare sempre più incontro alle esigenze del consumatore ed ogni anno è interessante cercare di capire in che direzione vadano i modelli, principalmente in base alle prestazioni della scarpa, ma assecondano anche la moda e la tendenza.

Di seguito vi proporremo alcuni dei modelli più presenti nelle classifiche nazionali ed internazionali, ma prima di scegliere le vostre nuove scarpe da trekking considerate sempre che è il vostro piede, con la sua conformazione unica, a dovere essere coccolato: anche la scarpa migliore del mondo potrebbe essere non adatta al vostro comfort e quindi valutate bene la scelta di qualsiasi modello prima di procedere all’acquisto!

Piccole accortezze per scegliere le giuste scarpe
Scarpe da trekking: i modelli più adatti per te

Ecco alcuni modelli che un vero trekker non può non provare:

La Salewa MS MTN Trainer Mid GTX: resistenza e vestibilità

Un prodotto che sta ottenendo un grandissimo riscontro sia da parte della critica che dal pubblico è sicuramente la Salewa MS MTN Trainer Mid GTX: uno scarponcino alto in pelle scamosciata con fodera sintetica e suola in gomma; presenta una chiusura stringata, copre la caviglia nella sua totalità ed è particolarmente adatto all’attraversamento della neve o di superfici bagnate.

Anche la Tecnica Makalu III GTX MS è composta da materiali tecnici di qualità assoluta: una scarpa resistente e leggera, caratterizzata da una vestibilità piuttosto comoda e da un’ottima traspirazione.

Il Salomoon Quest 4D GTX: prestigio assoluto

Un altro colosso degli stivali da trekking è senza ombra di dubbio il Salomon Quest 4D GTX, ai vertici di diverse classifiche di siti internazionali dedicati al mondo dell’escursionismo: una scarpa particolarmente costosa (difficilmente  acquistabile con meno di 250 euro), realizzata in pelle e tessuto, con suola sintetica e chiusura stringata, caratterizzata sia da una resistenza fuori dal comune che da un peso

Un modello di assoluto prestigio, che come unico limite presenta quello di una vestibilità non proprio ottimale, che potrebbe rischiare di dare fastidio ai camminatori meno preparati, specie se oberati da un bagaglio pesante.

La KEEN Voyageur: occhio all’acqua!

Chiudiamo questa breve lista di consigli per gli acquisti per i trekker parlando di una scarpa che troverete sia in versione “mid” che in versione “bassa”, ovvero la KEEN Voyageur: un modello che fa della comodità e della leggerezza il suo principale punto di forza, ma che purtroppo non è waterproof come i modelli indicati in precedenza.

Ancora una volta la scelta spetta a voi ed alle vostre esigenze: se contate di immergervi nei percorsi forestali di paesi esotici durante la stagione calda la KEEN potrebbe essere la scarpa che fa al caso vostro; se invece avete già puntato itinerari di montagna, fareste meglio ad optare per una delle proposte di scarpa alta di cui abbiamo parlato in precedenza.

La scarpe da trekking adatte per la montagna
Scarpe da trekking: come scegliere quelle per la montagna

Qualunque sia la vostra scelta sul tipo di scarpe più adatto alle vostre esigenze, non basatevi solo sul “sentito dire”, sui consigli di amici o in base alla moda del momento. Per trovare la scarpa migliore è bene informarsi con esperti, provare le scarpe per qualche minuto e, anche se sembrano comode, assicurarsi che sia possibile effettuare il cambio se, provate per qualche ora, non dovessero andare più bene.

Nella scelta del numero bisogna valutare sempre quello che lasci uno spazio di movimento tra l’alluce e la punta della scarpa, in modo da evitare traumi quando si è in discesa. La parola d’ordine nella scelta resta sempre e comunque: comodità.

Commenti

Articoli correlati