News – Notizie e consigli dal mondo dell'escursionismo

Global liveability report, le città più vivibili del mondo sono anche “green”

Melbourne

Come ogni anno, il noto giornale The Economist ha pubblicato il suo Global Liveability Index, una importante classifica che tiene conto di cinque parametri fissi per stabilire l’indice di vivibilità delle principali città del mondo.

Come già negli ultimi anni, la Top 10 delle città più vivibili al mondo è occupata in larghissima parte da due paesi, Australia e Canada, con tre sole eccezioni: Auckland in Nuova Zelanda (settima posizione), Helsinki in Finlandia (nona posizione) e Amburgo in Germania (decima posizione).

Dallo studio dell’Economist emerge che la città con la migliore qualità di vita al mondo sia, ancora una volta, Melbourne. Una conferma per la metropoli australiana che ha ottenuto un punteggio di 97,5 su 100 punti complessivi. Quasi un plebiscito, che poggia soprattutto sui pilastri di salute, educazione ed infrastrutture,

Ciò che stupisce, in ogni caso, è che pressoché ogni città nella Top10 del Global Liveability Index abbia anche un punteggio molto alto per quanto riguarda il settore che più ci interessa, ovvero “cultura e ambiente”.

Qui, però, non è Melbourne la città cn il valore più alto, bensì Vancouver, in Canada, che ottiene un formidabile 100/100 attestandosi come “meta green” per eccellenza tra le più grandi città mondiali. Di poco inferiore è il posizionamento di Toronto (97,2/100) e di Auckland (97/100), mentre la prima in classifica, Melbourne, ottiene un pur valido 95,1. Fanalino di coda per Perth ed Helsinki, che si fermano entrambe a 88,7.

Cosa possiamo dedurre dunque da questi dati? Innanzitutto, che anche le città più grandi e le metropoli, generalmente considerate come poco amiche del verde, siano in realtà sempre più al centro di una rivoluzione ecologica e ambientalista, che include l’apertura e l’ampliamento degli spazi verdi, una sempre maggiore attenzione all’ecosostenibilità (nel campo dei trasporti e dei rifiuti, soprattutto) e una generale volontà di attirare un pubblico anche attraverso l’offerta naturale.

Del resto, la stessa Vancouver sorge su un’area, antistante l’Oceano Pacifico, particolarmente ricca di riserve naturali e di parchi, mentre Vienna può essere considerata una tappa d’eccellenza per quanto riguarda il trekking urbano, grazie ad alcuni luoghi di incredibile pregio come il Parco Schonbrunn o i giardini che sorgono tutt’intorno alla città.

E non dimentichiamo la stessa Helsinki che, pur in decima posizione, sorge in uno dei paesi, la Finlandia, dove è più forte l’attenzione ecologica, all’utilizzo sostenibile delle materie prime (particolarmente il legno) e la protezione delle aree verdi.

Insomma: città al top per la qualità della vita, città da scoprire anche all’insegna della natura e del trekking urbano!

Commenti

Articoli correlati