Red Bull Cliff Diving World Series: al via il campionato 2019

Cliff Diving
Cliff Diving

Quest’anno, il campionato di tuffi dalle grandi altezze più adrenalinico del mondo, fa ritorno con un totale di sette gare, propone tre inedite location e vede in competizione cliff diver di 18 nazionalità diverse

Tre nuovissime location, una medaglia olimpica tra gli atleti titolari e scogliere mozzafiato a fare da trampolino naturale per i diver in quasi la metà delle tappe: questo è ciò che attende i tuffatori dalle grandi altezze di 18 diverse nazionalità nel corso della Red Bull Cliff Diving World Series 2019, con i campioni da record Rhiannan Iffland (AUS) e Gary Hunt (GBR).

Volando da 27 metri di altezza, raggiungendo 85 km/h di velocità nei soli 3 secondi di caduta libera, senza alcuna protezione se non la concentrazione, l’abilità e il controllo fisico, le élite del Cliff Diving si sfidano per la conquista del glorioso King Kahekili Trophy, garantendo un vortice di emozioni durante tutta questa undicesima stagione.

Le tappe della competizione: 3 location-novità


Le 3 location-novità del campionato mondiale di quest’anno sono El Nido nella regione del Palawan delle Filippine, la capitale irlandese Dublino e una delle città più antiche del mondo, Beirut, in Libano. Destinazioni che si aggiungeranno in calendario alle amate tappe delle stagioni precedenti, in Italia, Portogallo, Bosnia-Erzegovina.

Sarà un viaggio tra luoghi storici, metropolitani o immersi nella natura, tutti di straordinario fascino fino al Gran Finale presso l’iconico Guggenheim Museum di Bilbao a settembre.

Confermata la presenza dell’unico atleta italiano in gara, Alessandro De Rose, che quest’anno parteciperà come wildcard. Dopo l’incredibile stagione del 2017 in cui ha siglato la prima vittoria assoluta della carriera nella sua Polignano a Mare, ritornerà a competere con determinazione ed energia per guadagnarsi un posto tra i grandi campioni.

La lotta per il titolo per gli atleti che si tuffano da un’altezza quasi tre volte più alta di quella olimpica, inizierà tra formazioni geologiche incontaminate, tartarughe e centinaia di specie di coralli e pesci, in una gara off-the-cliff in acque color smeraldo al largo della costa di El Nido, nelle Filippine. Dalla tappa più calda e remota a quella più urbana dell’anno, la seconda gara si svolgerà in Irlanda per un ulteriore debutto, qui, i diver saranno protagonisti con le loro evoluzioni aeree in caduta libera dal Gran Canal Dock di Dublino.

Giugno è il mese delle tappe classiche della Red Bull Cliff Diving World Series, si ritornerà infatti a Polignano a Mare, perla della Puglia, il luogo dove le case si ergono tra le rocce, e 70.000 appassionati tifosi attenderanno come sempre calorosamente gli high diver.

Il campionato proseguirà verso le fenomenali scogliere dell’isola portoghese delle Azzorre di São Miguel, dove gli atleti, per l’ottava volta consecutiva, spiccheranno il volo direttamente dalle rocce vulcaniche.
Luglio condurrà gli atleti di livello mondiale in luoghi inediti del Medio Oriente, al largo delle coste del quartiere di Raouché, in Libano, a Beirut dove i cliff diver più coraggiosi del mondo si lanceranno dalla pura parete rocciosa al largo delle “Pigeon Rocks” per dare avvio alla seconda metà della stagione. Per la penultima tappa gli atleti si immergeranno nelle gelide acque al di sotto del vecchio ponte Stari Most, nella cittadina di Mostar in Bosnia-Erzegovina, dove questa disciplina è una tradizione da secoli.

Una finale che è anche un debutto! Quando le piattaforme in cima al ponte La Salve di Bilbao si trasformeranno nel trampolino per la tappa finale del campionato 2019, sarà la prima volta che le atlete donna spiccheranno il volo, mostrando la loro arte, accanto al maestoso Guggenheim Museum di Bilbao.

Red Bull Cliff Diving World Series- la competizione

Il 2019 potrebbe diventare una delle stagioni più competitive nella storia della Red Bull Cliff Diving World Series, dopo che il livello si è nuovamente alzato l’anno scorso, con facce nuove sui gradini del podio e un’inedita generazione di atleti pronti a competere nella World Series. Anche se il 7 volte campione inglese Gary Hunt è l’atleta da battere, il direttore sportivo Greg Louganis ritiene che in questa stagione sia tutto in gioco per gli uomini, in quanto sempre più tuffatori si qualificano costantemente nel World Ranking e nella Coppa del Mondo FINA.
Allo stesso tempo, il leggendario Orlando Duque, colombiano, campione del mondo nel 2009 e plurititolare del titolo mondiale, è costretto a diventare wildcard dopo la stagione 2018, proprio come Ginger Huber, che lascia il posto di titolare alla connazionale americana Eleanor Townsend Smart. La prima atleta titolare britannica Jessica Macaulay sarà tra coloro che sfideranno la diver donna più decorata di questo sport, l’australiana Rhiannan Iffland.

Spingere al massimo i propri limiti per regalare 3 secondi di caduta libera da togliere il fiato. Aspettiamoci grandi colpi di scena dai più coraggiosi diver del mondo per questa imperdibile edizione della Red Bull Cliff Diving World Series 2019!

Calendario della Red Bull Cliff Diving World Series 2019

13 Aprile – El Nido, Palawaan, Filippine – NOVITÀ
12 Maggio – Dublino, Irlanda – NOVITÀ
2 Giugno – Polignano a Mare, Italia
22 Giugno – São Miguel, Azzorre, Portogallo
14 Luglio – Beirut, Libano – NOVITÀ
24 Agosto – Mostar, Bosnia-Erzegovina
14 Settembre – Bilbao, Spagna

Ulteriori informazioni sulla manifestazione e sugli atleti si possono trovare sul sito ufficiale di Red Bull

Commenti

Mariateresa Scionti