Borgo San Giuliano, passeggiando nel borgo di Fellini

Borgo San Giuliano, passeggiando nel borgo di Fellini
Borgo San Giuliano, passeggiando nel borgo di Fellini

Borgo San Giuliano è un rione della città di Rimini, storicamente noto come quartiere di pescatori e marinai, che tutt’oggi mantiene una forte tradizione ben radicata nel territorio, ma che negli ultimi anni si sta trasformando in un magnifico teatro per eventi artistici e culturali.

Le viuzze, le palazzine basse e colorate nelle tenui tinte pastello, le piazzette che si allargano quasi a sorprendere il visitatore, hanno rischiato di sparire quando, alcuni decenni fa, il progetto di un’ampia zona residenziale, ha minacciato di radere al suolo questo gioiello di storia, ma i suoi orgogliosi abitanti hanno messo in atto una protesta tanto forte quanto singolare: hanno organizzato una grande festa per dimostrare quanto fosse bello quel quartiere e che delitto sarebbe stato farlo scomparire.

Da allora la Festa de’ Borg con musica e degustazioni gastronomiche, si celebra ogni due anni sempre nel primo weekend di settembre, per ricordare e celebrare quell’evento.

La visita di Borgo San Giuliano parte proprio dal cuore del borgo: è infatti passeggiando tra le sue stradine che si possono ammirare i murales dipinti da artisti riminesi, che traggono ispirazione dai film del grande regista Federico Fellini e che contribuiscono a donare a questo piccolo quartiere, un’aria magica, come se fosse sospesa e il tempo si fosse fermato. L’indimenticato regista riminese amava molto andare a passeggio in questo luogo, da cui traeva spesso e volentieri ispirazione per le sue pellicole ricche di suggestioni, ma nello stesso tempo piene di vita reale. Dall’anno della sua scomparsa, nel 1994, La Festa de’ Borg gli viene totalmente dedicata e la dolce vita, con la sua amabile leggerezza, viene ad abitare tra le case del quartiere.

I tanti, bellissimi murales che decorano le vecchie palazzine del borgo, ritraggono anche i paesaggi del mare con i suoi personaggi più caratteristici e la vita che ruota intorno al porto.

Tra i principali punti di interesse che meritano senz’altro una visita, c’è la Chiesa di San Giuliano Martire, fondata sulla base di una chiesa del XI secolo, recuperata e restaurata nel ‘500. Al suo interno, nel centro dell’abside, troneggia la pala raffigurante il martirio di San Giuliano, capolavoro ad opera di Paolo Veronese.

La Festa de’ Borg rappresenta sicuramente l’appuntamento più importante sia per gli abitanti del luogo, che contribuiscono tutti insieme affinché l’organizzazione sia perfetta, sia per i turisti che hanno un’occasione davvero speciale per vivere Borgo San Giuliano nel pieno del suo fervore, tra spettacoli di artisti di strada, concerti, balli e naturalmente tanto buonissimo cibo emiliano da gustare nelle osterie, nei chioschi e perfino nelle case dei borghigiani più ospitali, smaniosi di offrire gustose delizie emiliane fatte in casa.

Consigli utili per la visita e luoghi d’interesse

Per arrivare nel borgo, basta attraversare a piedi il Ponte di Tiberio, costruito in epoca romana e diventato un simbolo della città di Rimini e si arriva direttamente in questo angolo della cittadina, ricco di vialetti lastricati, colorato e affascinante.

La Piazza sull’acqua, situata parallelamente al ponte, è un lavoro di architettura in acciaio e legno da cui si ha una panoramica eccezionale di tutto il circondario.
Il Parco Marecchia è un bellissimo percorso naturalistico dove poter osservare fiori e piante selvatiche ed anche la simpatica fauna locale costituita ad esempio da folaghe, poiane e aironi.
Per trascorrere una piacevole giornata in famiglia, c’è anche un’area ben equipaggiata con giochi per bambini e per gli sportivi ci sono delle zone attrezzate per il fitness.

Negli ultimi anni Borgo San Giuliano sta vivendo una trasformazione che lo vede alla ribalta come il nuovo centro della movida di Rimini: nell’ora dell’aperitivo, della cena o del dopo cena, si popola di avventori che oltre al buon cibo e al buon bere, si godono l’atmosfera rilassata tipica della forma mentis del luogo.

I bar, le enoteche, le osterie di pesce, presentano le prelibatezze della tradizione e scegliere tra i vari locali è difficile unicamente per la vastità delle proposte.  Per chi volesse soggiornare, ci sono due zone strategiche da cui si raggiungono facilmente sia il centro di Rimini che Borgo San Giuliano e sono Marina centro, collocata tra piazzale Kennedy e il Porto canale, e San Giuliano a Mare presso la darsena di Marina di Rimini. Le vecchie case dei pescatori, interamente ristrutturate e modernizzate con tutti i confort, sono a disposizione di chi desidera vivere e immergersi in pieno nell’atmosfera del luogo, circondati dalle apparizioni e dalla magia delle suggestioni felliniane, vive e presenti nei generosi murales.

Borgo San Giuliano, passeggiando nel borgo di Fellini
Borgo San Giuliano, passeggiando nel borgo di Fellini

I bar, le enoteche, le osterie di pesce, presentano le prelibatezze della tradizione e scegliere tra i vari locali è difficile unicamente per la vastità delle proposte.  Per chi volesse soggiornare, ci sono due zone strategiche da cui si raggiungono facilmente sia il centro di Rimini che Borgo San Giuliano e sono Marina centro, collocata tra piazzale Kennedy e il Porto canale, e San Giuliano a Mare presso la darsena di Marina di Rimini. Le vecchie case dei pescatori, interamente ristrutturate e modernizzate con tutti i confort, sono a disposizione di chi desidera vivere e immergersi in pieno nell’atmosfera del luogo, circondati dalle apparizioni e dalla magia delle suggestioni felliniane, vive e presenti nei generosi murales.

Come arrivare

Per chi arriva in auto, prendere dall’A14 l’uscita Rimini Sud per circa 3 chilometri: dal momento che visto il borgo è piccolo ed è preferibile girarlo a piedi o in bicicletta, ci sono comodi parcheggi sia lato monte (Tiberio) oppure lato mare su viale Matteotti e via Madonna della Scala.

Per chi arriva in treno, dalla stazione di Rimini percorrere Viale Dante per circa un chilometro.

Scopri Borgo San Giuliano con il tour proposto da Wantrek.com.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking