Escursioni e camping sul Conero: esperienza tra mare e natura

camping sul Conero

Scegliere le Marche e la zona del Conero per le vacanze non è una semplice questione di turismo balneare o di relax assoluto tra mare cristallino, spiagge tra le più belle dell’intera costa adriatica e campeggi dotati di ogni comfort.

Ogni anno sono numerosi, infatti, i turisti che soggiornano presso i migliori camping del Conero per le vacanze attive tra il mare e la natura del Parco del Conero, un paradiso delle escursioni che offre la bellezza di 18 sentieri nel verde della macchia mediterranea, con punti panoramici che aprono la vista sulla bellissima riviera marchigiana.

Sirolo, Conero
Conero, la spiaggia di Sirolo

Con i suoi 572 metri sul livello del mare, il Monte Conero è una destinazione di primo piano per gli appassionati di trekking che amano la varietà dei paesaggi e degli itinerari, senza però rinunciare alla possibilità di tornare al camping per rilassarsi prima di un bagno al mare o di una serata nei numerosi locali della Riviera del Conero.

Perfetti per chi ama camminare e per le uscite in mountain bike, i sentieri del Conero offrono diversi livelli di difficoltà adattandosi a ogni tipologia di turista, dal più sportivo a quello che non disdegna un po’ di attività fisica finalizzata al benessere. Un’escursione sul Conero, infatti, è un viaggio tra flora e fauna spettacolari, con perle che spaziano dai caratteristici laghetti di Portonovo, il Lago Profondo e il Lago Grande o del Calcagno, alle terrazze naturali dalle quali è possibile ammirare i colori del mare, delle spiagge e della natura di questo incantevole tratto di costa marchigiana.

Monte Conero
Monte Conero, il punto più alto della zona

A chi soggiorna nei camping delle Marche, sul Conero o nelle zone limitrofe, interesserà poi sapere che il più famoso tra i sentieri è senza dubbio la Traversata del Conero, della durata di ben 4 ore e ideale da percorrere a piedi, in bici o a cavallo da Poggio S. Pietro. Si tratta di un itinerario turistico, lungo 8,26 km, ideale quindi anche per i turisti che cercano un ricordo particolare delle vacanze in camping sul Conero.

Tra i sentieri più lunghi figurano poi quelli dell’anello della Gradina, del Boranico, del Betelico e l’anello della Pecorara, caratterizzati da circa 3 ore di percorrenza e distanze variabili dai 4,5 ai 5 km.

Più brevi, ma molto caratteristici e panoramici, sono poi i percorsi del Belvedere Nord, delle Due Sorelle, del Trave, dei Sassi Neri, di S. Michele e di S. Andrea, dai chiari riferimenti ai nomi di alcune delle spiagge più belle del Conero.

Caratteristici sono poi i sentieri delle Grotte Romane, 2,28 Km da percorrere a piedi in circa 2 ore, e delle Incisioni Rupestri, appena 0,7 km per 30 minuti di camminata. Insomma, che siate de grandi appassionati di trekking o dei semplici curiosi, sul Monte Conero c’è sempre un sentiero che fa per voi!

Commenti

GoodTrekking