Stai cercando una passeggiata estiva? Queste 5 nelle langhe piemontesi sono perfette per un fresco respiro

Leonardo Anchesi  | 27 Giu 2024

Situate nel basso Piemonte, a cavallo fra le province di Asti e Cuneo, le Langhe, oltre ad essere famose per i vini blasonati, l’ottimo cibo e i borghi medievali, rappresentano il luogo ideale per gli amanti del trekking nella sua declinazione più dolce; infatti, il territorio collinare che le caratterizza è perfetto per camminate su pendenze mai troppo decise e dislivelli gradualmente distribuiti.

Gli ampi sentieri che attraversano le Langhe, spesso circondati da vasti appezzamenti di filari di vite che scandiscono armoniosamente il territorio, sono il luogo ideale dove cercare un po’ di pace dal caos della vita quotidiana senza rinunciare a un po’ di sano movimento. Scopriamo quindi 5 percorsi di trekking da fare in estate adatti a tutti.

Sentiero delle grandi vigne a La Morra

SH:2060627645

Un grande classico del trekking nelle Langhe è certamente il sentiero delle grandi vigne a La Morra, un itinerario ad anello, perfetto per addentrarsi sino nel cuore dei vigneti di Nebbiolo e dei ricchi noccioleti. Il percorso inizia dalla frazione Annunziata, dove sarà possibile posteggiare l’auto; per chi lo desiderasse, sarà possibile anche partire direttamente da La Morra. Costeggiando la chiesa della Santissima Annunziata, si seguiranno le indicazioni per borgata Ciotto.

Il cammino alterna discese e salite raggiungendo, dopo un tratto sulla strada provinciale, la big bench rossa, una delle prima panchine giganti realizzate dal designer statunitense Chris Bangle; qui, una foto è d’obbligo. La strada inizia quindi a salire fino a raggiungere La Morra che, infatti, si trova in posizione sopraelevata rispetto al panorama circostante tanto da guadagnarsi il soprannome di “belvedere delle Langhe”. L’itinerario, dopo aver attraversato le borgate di Baiolo e Torrione, conduce nuovamente al punto di partenza.

Da Sale delle Langhe a Sale san Giovanni

SH:1921475363

Per andare alla scoperta della Langa cebana, al limite meridionale delle Langhe dove le vigne lasciano il passo ai boschi e ai prati in fiore, non c’è miglior modo che percorrere gli 8 km di anello che si sondano fra i comuni di Sale delle Langhe e di Sale san Giovanni, due graziosissimi borghi medievali. Punto di partenza designato è Sale delle Langhe, da dove si dovranno percorrere circa 500 m di strada provinciale per poi imboccare il sentiero.

Dopo un breve tratto in salita si raggiungerà l’arboreto Prandi, un bosco di 12 ettari realizzato nel ‘900 con specie vegetali rare che, qui, diventano un tutt’uno con quelle autoctone. Il sentiero prosegue dentro il bosco sino a raggiungere il Poggio e, poco dopo, Cascina Carrettini. Una leggera discesa conduce poi a Case Giavellotto; da qui, attraverso il profumo della lavanda che si fonde con il timo selvatico, si giungerà in breve a Langhe San Giovanni. Prima di iniziare il tratto che conduce nuovamente al punto di partenza, concedetevi una visita nell’incantevole borgo.

Trekking nelle Langhe tra le colline di Dogliani

SH:1433643125

Cittadina tanto cara alla famiglia Einaudi e paese natio di Michele Ferrero, fondatore della famosa industria dolciaria, Dogliani è certamente uno dei centri più caratteristici delle Langhe. Un semplice itinerario ad anello vi permetterà di scoprirne il territorio attraverso i suoi dolci pendii. Si partirà quindi da un’area attrezzata sulla strada per Mochiero per poi proseguire verso Montà e San Giacomo. Attraverso vigne e noccioleti, si giunge alla tenuta San Giacomo, un tempo residenza privata del Presidente della Repubblica Luigi Einaudi.

Il percorso prosegue in senso antiorario, donando una vista privilegiata su Mochiero e Novello, fino a cascina Fusina e, a seguire, borgata Santa Lucia, che viene solo lambita. La strada, infatti, piega a destra verso Cascina Toscana e conducendo fino al Bricco San Bernardo, punto più elevato sul percorso dal quale si gode di una vista eccezionale. Si riprende poi in discesa per attraversare borgata Nocello e rientrare al punto di partenza.

Sentiero delle cappelle di Cigliè

Il sentiero delle cappelle di Cigliè vi permetterà di immergervi nella terra delle Langhe e poter apprezzare appieno le sue bellezze paesaggistiche e architettoniche. Si partirà da Cigliè, dopo aver lasciato l’auto nel parcheggio vicino alla chiesa parrocchiale barocca dedicata ai Santi Pietro e Paolo, che merita una visita. Si attraverserà quindi il paese per raggiungere la cappella di San Sebastiano e, successivamente, prendere verso destra in direzione di Montiglio.

Dopo circa 1 km, si svolterà a sinistra in direzione I Ciri, iniziando a risalire il crinale; nella frazione si trova la cappella di San Gottardo, del XVII secolo, e, poco più avanti, il sacrario partigiano di San Bernardo. Superata frazione La Gava, sarà invece il momento della cappella di San Giorgio, realizzata sul punto più in alto e più panoramico del percorso. Superate alcune cascine, l’ultima cappella sull’itinerario è quella di San Sebastiano, prossima al punto di arrivo.

Sentiero del lupo di Montelupo Albese

SH:1563831505

Come suggerisce il nome stesso, sulla terra ove oggi sorge Montelupo Albese un tempo regnavano i lupi. Il tema è ricorrente in tutto il borgo, grazie agli artisti che hanno dedicato, nel tempo, numerosi murales a questo maestoso animale selvatico. Il sentiero del lupo è il modo migliore per scoprire Montelupo e il territorio che lo circonda. Partendo dal parcheggio in piazza Castello, si attraverserà il paese, potendo così godere dei bellissimi murales, fino a raggiungere il sentiero che si immerge nei noccioli. Si raggiungerà poi borgata Torretta sottana per poi nuovamente tornare nel bosco, in uno scenario quasi incantato.

Il sentiero si dirige quindi tra le case di cascina Bormida; un breve scorcio urbanizzato prima di inoltrarsi tra gli armoniosi filari di vigne. Si tornerà quindi tra i noccioli per poi necessariamente guadare un piccolo rio e raggiungere così borgata Brantegna, ultima tappa del percorso prima di tornare nuovamente a Montelupo e ultimo tragitto per questo trekking nelle Langhe.

Leonardo Anchesi
Leonardo Anchesi


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur