La Toscana come non l’avete mai vista: ecco i 3 castelli in Lunigiana da raggiungere a piedi per un trekking d’autore

Emma Valenti  | 21 Ott 2023

Un tuffo all’indietro, prendiamo la macchina del tempo. Torniamo sino ad un momento nella storia così remoto da essere affascinante, seducente per il suo mistero intrinseco. I castelli non fanno altro che stupirci, farci innamorare ancora di più della storia. Scopriamo insieme 3 castelli in Lunigiana che ci fanno venire voglia di leggere tra le righe dei libri di storia, per scoprire tutto quello che a scuola non ci veniva mai insegnato.

3 castelli in Lunigiana che fanno perdere il fiato: iniziamo dal Castello  Malaspina di Fosdinovo

3 castelli in Lunigiana

Ecco che la nostra prima tappa è il Castello Malaspina di Fosdinovo. Tra i 3 castelli in Lunigiana in cui lasceremo il cuore forse questo è il più misterioso. Non solo avremo l’opportunità di visitare tutti i meravigliosi 62 locali che compongono questa struttura, ma potremo anche soggiornarci. Infatti, questo è anche un albergo. Prima di avventurarci a dormire nel passato, un po’ di storia non fa mai male. Colui che diede il nome a questo castello fu Alberto Malaspina, discendente di Oberto, il capostipite dell’importante famiglia degli Obertenghi. Le leggende e le storie su come mai egli si chiamasse “Malaspina” sono molte. Tra le tante, si narra che Accino Marzio vendicò la morte del padre uccidendo il re dei Franchi Teodoboerto nel sonno, trafiggendolo con una spina, in gola. Il re avrebbe gridato: “Ah ! Mala spina !” e ciò avrebbe dato origine al cognome. Il motto di famiglia era infatti: “Sum mala spina bonis, sum bona spina malis“, il che si traduce in: “Sono una cattiva spina per il bene, sono una buona spina per il male”. Ma la storia del primo dei 3 castelli in Lunigiana che ci stupiranno non finisce qui. 

Il fantasma del Castello di Malaspina Fosdinovo

Tra i 3 castelli in Lunigiana che ci cambieranno la vita, in quello Malaspina di Fosdinovo impariamo una storia veramente perfetta per il periodo di Halloween, festività che si sta avvicinando sempre di più. Visitando il castello la guida, giunti nella sala del trono, ci racconterà della storia del fantasma di Bianca Maria Aloisia. Era figlia del marchese, e fu condannata a morte dal padre, venendo murata viva col suo cane ed un cinghiale (simbolo di ribellione). La sua storia è particolarmente triste, poiché la sua unica “colpa” era di essersi perdutamente innamorata di uno stalliere. In questa stanza vi sono delle macchie sul soffitto in cui possiamo scorgere il malvagio padre, la figlia e i due animali. Molte sono le persone che affermano di aver visto il fantasma della povera Bianca o di aver sentito un cuore battere nel letto di suo padre. Il primo dei 3 castelli in Lunigiana ti ha stupito? Andiamo avanti a tutta birra!

Il secondo dei 3 castelli in Lunigiana che ti lasceranno a bocca aperta: il Castello del Piagnaro

3 castelli in Lunigiana

Dopo aver esplorato il Castello di Malaspina Fosdinovo, puntiamo dritti al Castello del Piagnaro, un altro dei 3 castelli in Lunigiana pronto a sorprenderci e restarci nel cuore. Le sue radici affondano nel medioevo. Non sappiamo esattamente quando sia stato costruito, ma sappiamo che anche questo castello fu una proprietà dei Malaspina. Possiamo stimare che i primi lavori siano da attribuirsi all’XI secolo. Furono molte le famiglie che si contesero il dominio del Castello del Piagnaro, tra cui i Visconti di Milano e i Fieschi di Genova. Fu il XV secolo a vederlo sotto alla famiglia dei Rossi. Da quel momento in poi diventò una residenza signorile. La struttura di questa meraviglia cambiò e subì vari ampliamenti nel corso del tempo, tra cui il cortile interno e la torre di avvistamento. Quando la storia fece il suo corso, il Castello del Piagnaro diventò proprietà privata. Passò un periodo di abbandono per ritornare in vita negli anni ’70 del Novecento, con un restauro incredibile che donò a questo luogo lo splendore di una volta. Dal 1.975 è sede del Museo delle Statue Stele, un’esperienza da non perdere se visitate il castello.

L’ultimo dei 3 castelli in Lunigiana che ruberanno un pezzo della nostra anima: il Castello di Aulla

E come se tutta la meraviglia appena descritta non fosse abbastanza, ecco che arriviamo nel Castello di Aulla. L’ultimo dei 3 castelli in Lunigiana che ci stregheranno è anche detto Fortezza della Brunella di Aulla. Questa è una fortificazione militare che fu costruita durante il Rinascimento allo scopo di proteggere la Lunigiana. La sua posizione strategica permetteva di controllare tutti i valichi appenninici principali e le arterie stradali più importanti. Tuttavia, se sappiamo il perché non sappiamo ancora il quando. Abbiamo alcuni inizi sul chi, come Adamo Centurione e Giovanni dalle Bande Nere, dei personaggi molto importanti durante questa fetta di storia dell’uomo. Fu la famiglia inglese Waterfield a ristrutturare questo luogo per adibirlo a lussuosa residenza. Nel 1.977 fu comprata dallo Stato e resa sede del Museo di Storia Naturale della Lunigiana, decisione presa dal Comune di Aulla.

Informazioni utili

Credit immagine in evidenza: statuestele.org

Credit immagine nel primo paragrafo: www.castellodifosdinovo.it

Il credit immagine nel terzo paragrafo: statuestele.org

Credit immagine nel quarto paragrafo: www.google.com

 

Emma Valenti
Emma Valenti

Emma Valenti, della provincia di Trento, residente nel Parco Naturale dell'Adamello Brenta, da sempre appassionata di trekking e laureata in Beni Culturali. Promotrice del cammino meditativo, che ci aiuta a riappropriarci della centralità dell'anima.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur