In Trentino nella Valle delle Cascate: questo bellissimo salto d’acqua in inverno si trasforma in una grandiosa scultura di ghiaccio

Maria Bolettieri  | 25 Gen 2024
IS_696924328

Siete mai stati in Trentino nella Valle delle Cascate? È proprio qui tra i boschi che si trova il magnifico salto d’acqua delle Cascate Nardis!
Se l’estate è il momento migliore per ammirare la loro massima portata, di certo l’inverno è il periodo più bello per ritrovarsi immersi in un regno incantato. La maestosità e il fascino della natura imbiancata creano un meraviglioso paesaggio che circonda questa grandiosa scultura di ghiaccio attirando numerosi  escursionisti e ice climbers. Questa stagione è perfetta per chi desidera esplorare le Cascate Nardis attraversando i suggestivi sentieri della Val Genova tra panorami da cartolina e villaggi alpini.
Scopriamole insieme!

 

In Val Genova il meraviglioso spettacolo delle cascate 


Dove si trova la Val di Genova? Siamo in Trentino dove il Parco Naturale Adamello Brenta, tra cascate e magnifici esemplari di fauna e flora alpina, fa da sfondo a questa bellissima valle laterale della Val Rendena. Attraversata dal fiume Sarca, la valle di origine glaciale, è caratterizzata da incredibili salti d’acqua che creano un’atmosfera davvero suggestiva.
Questa terra infatti è ricca di leggende e credenze popolari. Si narra che la Val Genova sia abitata da diavoli e streghe relegati qui dai Padri del Concilio di Trento. Molti di questi furono trasformati da Dio in rocce che tuttora è possibile ammirare tra boschi e ruscelli.
Perché la Val Genova si chiama così? Il nome deriverebbe dalla parola latina janua ovvero porta, per via della presenza di antichi fienili un tempo presenti all’ingresso della valle a mo’ di porta.
IS_1583389268
La Val Genova è conosciuta anche come
“Valle delle Cascate”, qui gli appassionati di sport invernali trovano l’ambiente ideale per il trekking su sentieri imbiancati e per praticare l’arrampicata. La zona è infatti tra le destinazioni preferite del Trentino per chi desidera fare ice climbing sulle cascate di ghiaccio.
Ogni cascata è unica e il modo migliore per ammirarle nella loro totalità è di certo percorrere il Sentiero delle Cascate. Tra le più rinomate vi sono quelle del Lares, di Folgorida, di Casina Muta, di Gabbiolo, di Pedruc, di Cercen e del Matarot.
È proprio in questa cornice che si trovano le Cascate Nardis!

 

Cascate Nardis: in Trentino tra ghiaccio e leggende

IS_1486008621
Le magnifiche cascate nascono dall’omonimo fiume, il Rio Nardis. La sua sorgente è collocata sul lato orientale della Presanella, che con i suoi 3.558 metri è annoverata come vetta più alta del Trentino. Le leggende attorno alla nascita del salto d’acqua non si sprecano.
Si narra infatti che Presanella fosse innamorata di Vermiglio, ma i due purtroppo erano ostacolati nel loro amore. La principessa quindi decise di trasformare entrambi in roccia per restare l’uno di fronte all’altra senza mai potersi toccare. Fu proprio questo dolore a generare le lacrime che diedero vita alle Casate Nardis. Ma se la fantasia le ha rese famose, la storia non è stata da meno. Difatti esse hanno il primato come prime cascate di ghiaccio mai arrampicate sulle Alpi! Fu nel 1958 che Cesare Maestri, il “ragno delle Dolomiti” compì la prima salita e ispirò Ezio Alimonta a effettuare insieme, nel 1977, la risalita di questo bellissimo salto d’acqua ghiacciata.
IS_514678391
Le Cascate Nardis rappresentano ancor oggi la meta ideale per viene in Trentino per l’ice climbing. Ma questo spettacolo della natura non attira solo gli amanti delle salite verticali, infatti sono molti gli escursionisti che giungono qui, in ogni stagione, per una semplice passeggiata.
Arrivare qui è facile, le cascate in auto distano circa un’ora da Trento.
Una volta a Carisolo continuate per Via Val di Genova con il fiume Sarca alla vostra sinistra e giungerete al parcheggio nei pressi del Ponte Verde. Lasciate la macchina e incamminatevi alla volta delle splendide cascate di ghiaccio.
In cerca di altri trekking in Trentino? Scoprite la bellissima ciaspolata sul Lagorai al Passo 5 Croci, sarà un’esperienza davvero unica!

Maria Bolettieri
Maria Bolettieri

Lucana di nascita e nomade per vocazione, ama viaggiare a 360°. Da sempre affascinata dalla scrittura e dal mondo del turismo, ha realizzato itinerari e audioguide per diversi Tour Operator, agenzie di viaggio e musei. Come web editor racconta le sue passioni (Travel, Food e DIY) collaborando con blog a tema. Dal trekking urbano alle passeggiate nella natura, è sempre un buon momento per godere della bellezza che ci circonda e trasmetterla con le parole.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur