A ben 930 metri di quota si trova il lago balneabile più alto delle Alpi: visitarlo è un'esperienza da sogno | GoodTrekking

A ben 930 metri di quota si trova il lago balneabile più alto delle Alpi: visitarlo è un’esperienza da sogno

Emma Valenti  | 16 Set 2023
IS: 1424859838

Prati di un verde speranza, un lago di un colore smeraldo. Ecco che la Carinzia sfodera uno dei suoi migliori assi nella manica: il Weißensee. Una camminata rilassante, oppure una sfida: sta a noi decidere. Qualunque cosa decideremo di fare, vivremo un’esperienza rigenerante, un’aria che entra nei polmoni ed esce dall’anima lasciando un segno. Prepariamoci dunque ad indossare il nostro sorriso lungo tutto il percorso, stampato perennemente sul nostro viso come la perla più luccicante sul fondo dell’oceano.

Un respiro rigenerante al Weißensee

IS: 1346580541

 

Siamo in Carinzia, in Austria, già nota per i suoi prati particolarmente verdi, i boschi con un profumo intenso, il silenzio che le persone rispettano come un vecchio amico. Il Weißensee gioca la carta del suo fascino. Situato a 930 metri di quota, sul quale sorge il caratteristico paesino di Techendorf. La passeggiata inizia direttamente dal comodo e grande parcheggio a pagamento (7 € per tutto il giorno). Dopo un primo inizio nel bosco, arriviamo al campeggio sul lago (seecampig Müller), perfetto per chi cerca un alloggio in cui potersi svegliare ogni giorno con la meraviglia di quei colori del Weißensee che riempiono gli occhi, l’anima e il cuore. Una volta superato il campeggio, il bosco ci aspetta con poetici scorci su ampi prati verdi. Usciti dal bosco, sempre in piano, la vista si apre: alla nostra sinistra la bellezza del Weißensee, mentre alla nostra destra una distesa verde la cui meraviglia è difficilmente descrivibile.

Tra strudel e il proseguimento del giro ad anello

IS: 1066863930

Proseguiamo sempre in piano, dopo aver ammirato il lago da un pontile circolare abbastanza rialzato che ci permette di avere una prospettiva meravigliosa. La strada da seguire è solo una, dunque non possiamo sbagliarci. Durante il percorso incontriamo anche alcuni punti vendita perfetti per una pausa vista lago veramente mozzafiato. In Austria prendere lo strudel è una sicurezza che mangeremo qualcosa di veramente buono, dunque non risparmiatevi! Una volta raggiunto il ponte potremo fare una scelta: se lo attraverseremo opteremo per un giro più corto, ma che concluderemo comunque avendo fatto circa 8 km. Se invece continueremo dritti, ad un certo punto dovremo salire sulla montagna per poi scendere nuovamente verso il lago, facendo il giro completo. Se scegliete questa ultima opzione, è consigliabile partire la mattina presto poiché si rivela un’escursione abbastanza lunga e anche impegnativa per il tratto sulla montagna. Noi attraversiamo il ponte.

Tra la bellezza del Weißensee e gli alberi di frutta

Attraversato il ponte, dovremo passare per un breve tratto di paese prima di prendere una stradina a sinistra che ci ricongiunge alla riva del lago. Da qui iniziamo il nostro rientro. Siamo a metà strada. Continuiamo a camminare tra alberi di frutta e graziosi ristoranti in stile austriaco, con poggioli in legno scuro. Molti sono i punti perfetti per fermarsi a fare un buon pranzo al sacco, come all’ombra di un alberello di mele. Continuando per la strada sterrata, percorrendo circa 4 km ci troveremo nuovamente al parcheggio da cui abbiamo iniziato la nostra avventura. Parliamo certamente di un giro ad anello affascinante e molto semplice, perfetto anche da fare con passeggini e bambini. Durante tutta questa strada, abbiamo camminato in piano e ci siamo dedicati al nutrimento dell’anima. L’aria fresca, la possibilità di fare un meraviglioso bagno rinfrescante, la bellezza della natura attorno a noi sono tutte cose che contribuiscono ad un benessere profondo.

Informazioni utili

Ovviamente, anche se questo percorso è relativamente semplice, per camminare sul ghiaino saranno sempre utili almeno delle scarpe da ginnastica per rendere l’esperienza il più confortevole possibile. Il Weißensee ci aspetta!

Scopri di più sulle meraviglie dell’Austria! Clicca qui!

Emma Valenti
Emma Valenti

Emma Valenti, della provincia di Trento, residente nel Parco Naturale dell'Adamello Brenta, da sempre appassionata di trekking e laureata in Beni Culturali. Promotrice del cammino meditativo, che ci aiuta a riappropriarci della centralità dell'anima.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur