Abbigliamento e attrezzature per il trekking

Attrezzatura da sci: come prepararsi all’arrivo dell’inverno


I consigli di GoodTrekking per la scelta del giusto kit di abbagliamento che garantisca calore, praticità ma anche tanto comfort

Dopo mesi d’attesa, gli amanti della neve, possono finalmente esultare. Sono arrivate le prime nevicate, i monti cambiano aspetto e colore e permettono a tutti gli appassionati di inaugurare la stagione dello sci e di tutti quegli sport all’aria aperta da fare sulla neve.

Le cime imbiancate portano inevitabilmente lo sguardo ed il pensiero verso lo sci e le stazioni sciistiche con le sue piste e gli impianti di risalita. Esiste, infatti, una grande fetta di vacanzieri che adora spendere le ferie nel periodo invernale piuttosto che in quello estivo per godersi l’ebbrezza della montagna con la neve.

Bisogna quindi tirare fuori dagli armadi e dagli scatoloni tutto il kit di abbigliamento e attrezzatura che ha riposato per un lungo anno. Tute da sci, ciaspole, scarponi pesanti, guanti, pile, occhiali da sole e quant’altro, pronti ad uscire dall’armadio per cimentarsi nei primi assaggi di itinerari invernali.

Ma gli appassionati di montagna e neve sanno bene che non ci si può improvvisare trekker. Quando si cammina sul manto nevoso è sempre bene organizzarsi, non lasciare nulla la caso, lasciando fretta ed il troppo entusiasmo a casa. È bene essere prudenti e prestare molta attenzione perché i pericoli e le sorprese di un ambiente severo come quello innevato possono giocare brutti scherzi. Meglio quindi muoversi “con i piedi di piombo” e pianificare al meglio la propria escursione.

Indispensabile un’attrezzatura adeguata, soprattutto da sci, che vi permette di non trovarvi impreparati all’impatto con la neve. Vediamo insieme, dunque, alcuni consigli su come preparasi all’arrivo dell’inverno e come affrontare il trekking invernale.

Attrezzatura da sci: come sceglierla

Kit di abbigliamento, come prepararsi all’inverno

Per non trovarsi impreparati sulla neve e godersi al meglio la giornata è essenziale, come dicevamo, scegliere un ottimo abbigliamento da sci, che garantisca calore, praticità e comfort. Non solo una scelta estetica dunque ma anche e soprattutto una scelta consapevole che sia sinonimo di  precise caratteristiche tecniche.

Equipaggiarsi dunque con un abbigliamento adeguato è il primo passo per preparasi al meglio al trekking sulla neve. Importante tenere sempre a mente che la montagna è soggetta a variazioni di clima e temperatura estreme, soprattutto in inverno. Per questo, sole e temperature piacevoli non devono trarvi in inganno.  Giacca impermeabile, pile, guanti, cappello e abbigliamento intimo di ricambio non possono mai mancare nello zaino.

Ma vediamo adesso quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione per scegliere un buona attrezzatura da sci. Tre i punti principali ai quali fare riferimento: impermeabilità, traspirabilità e vestibilità.

L’impermeabilità, solitamente, è la prima caratteristica che si guarda in un capo da sci. È essenziale, infatti, che il tessuto non assorba il freddo ed il bagnato della neve. Sulle etichette dei capi viene indicato con un numero (solitamente molto alto) seguito dalla dicitura “Colonna d’acqua”. Essa indica la pressione che un liquido esercita sul materiale. Il valore della colonna d’acqua parte da un minimo di 1300 millimetri. Da questo valore in su i capi sono impermeabili, ma è bene prendere in considerazione capi che riportano sull’etichetta 5000 mm per parlare di un’impermeabilità media. Occhio dunque non solo ai consigli dei commessi ma anche alle indicazioni riportate sulle etichette.

Passiamo ora alla traspirabilità, ovvero la capacità del tessuto di liberare il vapore acqueo causato dalla sudorazione. E già perché non basta che un capo sia solo impermeabile. Non bisogna dimenticare che sulla neve ci si muove, e anche tanto, e per questo il nostro corpo produce calore e dunque sudore che non può rimanere intrappolato nei vestiti altrimenti rischieremmo di ritrovarsi bagnati fradici. È bene dunque che il sudore evapori e non si asciughi sul nostro corpo. Il valore della traspirabilità è dunque un altro valore importante che deve essere valutato in fase di acquisto. Esso esprime quanto vapore (in grammi) viene espulso da un metro quadrato di tessuto in  ventiquattro ore (gr/mq/24h). Il valore medio di traspirabilità di un capo si aggira intorno ai 10000 gr, partendo da un valore base di 4000 sotto il quale il capo di abbigliamento non è di certo adatto allo sci.

Più sono alti questi due valori, più il capo da sci sarà impermeabile e traspirante.

Attrezzatura da sci, come sceglierla

Ultima cosa, ma non per importanza, a cui guardare nella scelta dell’attrezzatura da sci, la vestibilità dei capi. Può sembrare una sciocchezza ma non lo è. Scegliere dei capi che abbiamo dei tagli comodi e che seguano i movimenti del corpo è essenziale perché è sinonimo di comfort. Sulla neve bisogna sentirsi anche liberi di muoversi e non sentirsi costretti, chiusi in abiti resistenti e che non siano comodi.

Passiamo ora agli sci e agli scarponi. Se amate avere un’attrezzatura tutta vostra che possiate portare con voi ogni qual volta desideriate andare sulla neve senza fittare sci e scarponi conviene acquistare dei buoni prodotti.

Certamente non è facile scegliere un paio di sci così su due piedi, considerando che non è possibile provarlo in condizioni reali. E allora come fare? Seguire il proprio profilo da sciatore ed acquistare l’attrezzatura in base al proprio livello tecnico, considerando anche la frequenza con la quale si scia, come si scia e l’utilizzo che se ne fa dell’attrezzo, senza tralasciare le proprie caratteristiche fisiche.

E poi ci sono gli scarponi, altro tassello essenziale per l’attrezzatura da sci. Scegliere lo scarpone ch meglio si adatta al vostro piede non è cosa facile, il piede è una delle parti più delicate del corpo e per questo non bisogna avere fretta. Essenziale è che lo scarpone si debba adattare al piede e per farlo non si deve guardare solo la lunghezza ma anche il volume dello scarpone. Lo scarpone adatto sarà quello che riuscirà a “contenere” il piede senza comprimerlo troppo.

Non resta dunque che andare in negozio e scegliere l’attrezzatura adeguata senza trovarsi impreparati sia nell’acquisto che all’arrivo dell’inverno!

 

Commenti

Articoli correlati