Albsteig Trail, trekking sulle Alpi Sveve

Albsteig Trail, Donauwörth

In Germania hanno un’attenzione molto particolare ai loro sentieri, soprattutto se sono storici, poiché fruiti da un sacco di tempo.

È proprio il caso dell’Albsteig Trail, il più antico delle Alpi Sveve, tanto che per le sue bellezze paesaggistiche e gli interessi culturali-storico nel tragitto, ha ottenuto ben due riconoscimenti ufficiali: il QualitY Trek e il Top Trail of Germany.

Le Alpi Sveve sono anche conosciute come Giura Svevo, un’area pedemontana, la Svevia, che arriva fino al Danubio, nella regione del Baden-Württemberg, a circa 40 chilometri da Stoccarda.

Un posto molto interessante poiché qui, in questa riserva della biosfera, riescono a convivere insediamenti intensamente industrializzati e molto popolati e zone naturali dal valore geologico elevato, con tra l’altro una tortuosa valle, quella del fiume Lauter, da visitare (è un’idea, dopo l’Albsteig Trail!) in lunghi giri in canoa. Ed è un luogo ricchissimo di castelli e fortezze.

Il tragitto può iniziare a Donauwörth, sulle rive del fiume Danubio, e terminare nella cittadina industriale di Tuttlingen.

Il percorso si svolge nel 20% su asfalto, un 46% su superficie naturale, un 34% in mezzo ai campi. Il punto più alto è attorno ai 100 metri, quello più basso meno di 400.

In breve

  • Lunghezza: 365 km
  • Durata: dalle 10 alle 25 tappe
  • Principali punti attraversati: Fortezza Hohenzollern, Bad Urach, Weilheim an der Teck
  • Livello di difficoltà: media/difficile
  • Tipologia di itinerario: Trekking
  • Partenza e arrivo: Donauwörth-Tuttlingen

Albsteig Trail: impegnativo ma magnifico

Da dire subito che accanto a una scenografia superlativa, l’impegno per affrontare i 365 km di tutto Albsteig Trail è notevole, poiché il grado di difficoltà è elevato: così, per gli escursionisti allenati si consiglia di mettere in conto 10/15 tappe (più o meno, rispettivamente, circa 37 o 24 km al giorno), per gli altri almeno 25, per una 15a di km quotidiani. In ogni caso, l’emozione, più o meno di lunga durata, è garantita.

Come sottolineiamo spesso, naturalmente questi sono tempi indicativi, poiché dipende molto dalle attenzioni che ciascuno di noi vuole rivolgere alle visite nelle diverse soste, paesaggistiche, storiche, culturali, enogastronomiche (quelle, sicuri, sono più che gradite), persino termali.

Quando andare? Il periodo che va da marzo a ottobre è il migliore, poiché il rischio di pioggia (e talvolta di neve) è limitato e si può godere con maggiore soddisfazione dell’itinerario.

I paesaggi dell’Albsteig Trail

Hohenneuffen
Il Castello di Hohenneuffen, uno dei punti più panoramici dell’Albsteig Trail

L’Albsteig Trail presenta numerosi punti davvero unici.

Tra tutti, la fortezza Hohenzollern: a 900 metri di altezza esibisce tutto il suo mirabile stile neogotico, risalente alla prima metà del 1800.

E il panorama che si osserva dalla cima Zeller Horn, lo sottolinea chi c’è stato, è uno dei più belli della Germania, da cui osservare da una stupenda prospettiva il Castello Hohenzollern.

Nelle sue vicinanze, da non perdere il campanile della cattedrale luterana di Ulm, 161,53 metri di altezza, il più elevato d’Europa.

C’è anche da vedere il Castello di Lichstenstein (vero e proprio maniero che nelle sue forme rimanda alle favole), pure dal mood neogotico. Che dire delle rovine del Castello di Hohenneuffen? Magnifiche! La struttura sta lì, dall’alto dei suoi 743 metri, almeno dal 1100 ma nonostante non sia in ottima forma, non ha perso nulla del suo fascino.

E poi, lasciando davvero a bocca aperta, in quelle tante scenografie naturali e umani che si incontrano nel Giura Svevo, ecco le cascate di Bad Urach.

Si trovano all’interno della Valle Maisental, la cui acqua cade con due salti (30 e 57 metri) lungo le rocce calcariche della zona.

Nel distretto di Ochsenwang vicino a Weilheim an der Teck, in tutte le particolarità geologiche del Giura Svevo, è possibile ammirare il Randecker Maar.

È una depressione prodotta da un’attività vulcanica di circa 17 milioni di anni fa: un luogo ideale per gli appassionati di birdwatching poiché molto battuto dal passaggio di uccelli migratori.

Commenti

GoodTrekking