Zanzariera: l’accessorio indispensabile delle escursioni più lunghe

Zanzariera
Zanzariera: consigli pratici per le zanzariere da escursione

La zanzariera è un accessorio che, nelle escursioni più lunghe – quelle cioè con pernottamento – può aumentare il comfort dell’escursionista. Con l’arrivo della stagione calda, infatti, è sempre più frequente e piacevole uscire per una passeggiata, un’escursione o per trascorrere uno o più giorni fuori all’aria aperta, seguendo percorsi di trekking e dormendo nelle tende.

Per farlo senza l’ossessione delle zanzare, si può ricorrere a questo oggetto che non è scontato nello zaino di un trekker, ma si tratta di un prodotto assolutamente necessario se si va in zone particolarmente frequentate da insetti.

Sia che dormiate all’aperto su un materassino o in un sacco a pelo, sia che vi rifugiate in un alloggio, una zanzariera può rivelarsi un prodotto estremamente utile e indispensabile.

Le caratteristiche di una buona zanzariera

In commercio esistono moltissimi tipi di zanzariere portatili che possono essere montate comodamente sopra il sacco a pelo o sopra il materassino, basterà, infatti, agganciarle al ramo di un albero per lasciarle cadere sul giaciglio in modo da assicurarvi un riposo ristoratore e tranquillo.

Qualora non ci fossero rami ci si può aiutare con i bastoni da trekking in modo da creare una sorta di capanna con la zanzariera. Inoltre le zanzariere sono assolutamente necessarie se si visitano luoghi come l’Africa, alcuni Paesi del Sud America e dell’Asia dove le zanzare possono essere addirittura potenzialmente letali. Esistono zanzariere leggerissime e che una volta ripiegate possono essere riposte nel proprio zaino occupando pochissimo spazio.

Per scegliere una buona zanzariere la caratteristica principale è quella che deve essere facile da montare sopra il luogo dove dormirete in modo da non dover perdere troppo tempo a sistemarla.

Inoltre è bene osservare attentamente la maglia che deve essere abbastanza fine da non permettere il passaggio degli insetti e delle piccole zanzare. Una zanzariera portatile, poi, dovrebbe essere più spaziosa all’altezza della testa in modo da garantire un minimo di movimento senza il rischio di far crollare tutto.

Non pensate che si tratti di un accessorio superfluo in quanto una buona zanzariera può garantirvi di riposare molto più tranquillamente, e una buona notte di sonno è alleata per l’escursione che verrà!

Le migliori zanzariere portatili

In commercio esistono moltissimi modelli, ma di seguito abbiamo analizzato tre delle migliori zanzariere raccomandate dalla redazione di GoodTrekking.

Zanzariera 1 persona di Decathlon

Questa zanzariera realizzata in poliestere 100% misura soli 28 cm una volta ripiegata e quindi può essere facilmente riposta nello zaino. Aperta è lunga 2 m, larga 1 m e alta 1,50 m. La zanzariera ha un anello nella sommità che permette di agganciarla al ramo di un albero o, se si alloggia in una stanza, al soffitto; una volta agganciata in alto si possono anche attaccare le 4 estremità al terreno in modo da avere una protezione più sicura e ottimale.

Volendo si può anche impregnare la tenda con della permetrina o con uno spray antizanzare e antizecche per avere una protezione ottimale. Questa zanzariera è dotata anche di una comoda sacca dove riporla in modo da poterla sistemare comodamente nel proprio zaino. Può essere lavata in lavatrice con il programma per capi delicati a basse temperature. Non ci sono nastri per fissare l’estremità agli alberi né i picchetti per fissare gli angoli, quindi è bene munirsi in anticipo di questi attrezzi.

Il costo si aggira intorno ai 15 euro.

Dimples Excel Zanzariera

Questa zanzariera pesa solo 170 g, ma una volta aperta copre una larghezza di 120 cm, una lunghezza di 220 cm e un’altezza di 100 cm. È riposta in una comoda sacchetta che misura solo 10 x 13 cm, quindi molto facile da riporre all’interno del proprio zaino.

Questa zanzariera è progettata in modo che i bordi vadano a finire sotto il materassino per evitare che gli insetti possano infilarsi al di sotto così da garantire una sicurezza totale contro le zanzare.

La rete è molto fine e quindi ostacola il passaggio anche degli insetti più piccoli, ma allo stesso tempo è abbastanza traspirante e permette un buon flusso di aria. A differenza della precedente è dotata di nastri per appendere più facilmente la zanzariera agli alberi, ma non ci sono picchetti per fissare gli angoli al suolo quindi ricordate di acquistare questi accessori. Il costo di questa zanzariera portatile è di circa 18 euro.

Riohouse Portable Travel

Se non volete perdere tempo a montare una zanzariera, a cercare i rami a cui appenderla e a fissare i picchetti allora potete optare per questo modello. Si tratta di una zanzariera che si apre automaticamente ed è completamente autoportante.

Misura 150 x 200 cm ed ha la classica forma di una piccola tenda da campeggio; le due entrate laterali la rendono estremamente comoda e la maglia molto fine permette di tenere fuori tutti gli insetti pur garantendo una buona areazione.

Si richiude molto facilmente seguendo le linee pieghevoli e una volta chiusa assume la forma di un cerchio. Naturalmente rispetto alle zanzariere precedenti occupa più spazio, infatti chiusa misura 58 x 58 x 2 cm, quindi non può essere risposta nello zaino, ma volendo può essere legata esternamente a questo con delle corde elastiche. Il costo è ovviamente più alto, infatti si aggira intorno ai 40 euro, ma ricordiamo che si tratta praticamente di una zanzariera a forma di tenda.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking