Calze da trekking

Calze da trekking
Calze da trekking: come sceglierle e i migliori modelli in commercio

Quando si decide di uscire per un’escursione o per una o più giornate di trekking, le calze da trekking sono forse l’ultimo dei nostri pensieri. Ci si prepara al meglio cercando di non dimenticare strumenti o accessori indispensabili per affrontare al meglio il percorso, ma si fa poca attenzione a una parte di abbigliamento fondamentale.

La giusta calza serve a fasciare comodamente il piede, a garantire la giusta traspirazione e la corretta temperatura e ad evitare la formazione di vesciche che potrebbero essere d’ostacolo alla camminata.

Indossando una calza da trekking dalle buone caratteristiche si aumenta anche il valore performante della scarpa. Il piede è la parte del corpo che subisce maggiormente lo stress fisico e quindi si deve trovare una calza in grado di offrire il massimo comfort possibile.

Le caratteristiche da cercare nelle calze da trekking

Prima di acquistare le calze da trekking si deve valutare attentamente l’utilizzo che se ne andrà a fare.

Se si pensa di fare un’escursione in alta montagna, dove le temperature sono rigide o più in generale in inverno, è bene dotarsi di calze in grado di garantire un buon isolamento termico e un’ottima traspirazione per non far sudare il piede.

Se il clima per l’uscita è quello estivo allora si deve optare per delle calze leggere, molto traspiranti e che non scivolino sotto il piede. In commercio esistono moltissimi modelli di calze da trekking realizzate con materiali tecnici innovativi in grado di rendere la vostra esperienza molto più piacevole grazie ai sistemi di ammortizzazione e alle zone rinforzate sulle punte e sul tallone.

È bene fare molta attenzione alla composizione dei materiali, allo spessore e alla qualità della lana per le calze invernali.

La calza da trekking in estate

Le calze per le escursioni estive sono molto leggere e hanno lo scopo primario di tenere il piede asciutto; sono calze molto corte che in genere non superano la caviglia e molto sottili, bisogna però fare attenzione che siano rinforzate sulla punta e sul tallone. P

er le escursioni più impegnative quando si indossano scarponi più pesanti anche le calze devono essere adeguate, infatti generalmente si trovano calze più lunghe, a metà polpaccio e dalla struttura più consistente in modo da assorbire gli eventuali sfregamenti con la scarpa. I rinforzi, oltre che sulla punta e sul tallone, dovrebbero essere presenti anche all’altezza del malleolo e sul collo del piede.

La calza da trekking in inverno

Per quanto riguarda i materiali per l’inverno è preferibile scegliere calze in pura lana merinos, famosa per la sua morbidezza e la sua eccellente capacità di isolamento termico, mentre per le calze leggere è preferibile optare per un materiale tecnico traspirante e resistente all’usura.

Le migliori calze da trekking presenti sul mercato oggi

Trek Lite calze di Solewa

Queste calze sono perfette per il trekking alpino estivo e per escursioni con climi caldi in quanto sono molto leggere e traspiranti. Sono realizzate in poliammide all’85% e sono alte fino a metà polpaccio.

Hanno dei tempi di asciugatura molto rapidi e in più sono realizzate con delle leggere imbottiture laterali e sulle teste metatarsali in modo da ammortizzare l’impatto a ogni passo. Si tratta di una calza molto avvolgente che quindi garantisce una certa stabilità, inoltre ha una garanzia contro la formazione di vesciche del 100%.

È possibile acquistare queste calze online o cercando il rivenditore autorizzato al costo circa di 18,00 euro.

Calze da trekking Light TECH di Elbec

Questa calza bassa leggera è perfetta per il trekking nelle calde giornate estive e sono pensate proprio per lunghe escursioni in quanto sono molto resistenti all’usura.

Sono composte da un filato in lana merinos molto fine al 60% mentre il restante 40% è in polycolon, un materiale che aumenta la velocità di essiccamento in quanto trasporta l’umidità verso l’esterno garantendo una sensazione di piede asciutto per tutta la giornata.

Nonostante sia in lana merinos non si deve pensare che si tratti di un tessuto caldo in quanto è una fibra che evita il surriscaldamento dovuto alla frizione e quindi evita anche la formazione di fastidiose vesciche.

I rinforzi sulla punta, sullo stinco e sul tallone sono in polycolon in modo da garantire una maggiore resistenza nel tempo. Naturalmente essendo una fibra naturale e alquanto pregiata la calza non trattiene cattivi odori ed è molto più traspirante di quelle in fibra sintetica.

Il costo di queste calze si aggira intorno ai 22 euro e sono anche acquistabili direttamente sul sito ufficiale del prodotto.

Mountaineering Nature Blue di Elbec

Tra le calze da trekking migliori per l’inverno o per le temperature rigide della montagna quelle di Elbec ricoprono un ruolo di primo piano in quanto la loro lavorazione della lana merinos è una delle più famose.

Le calze sono alte al polpaccio e realizzate in lana merinos 91% certificata e lavorata senza cloro, quindi si tratta di un prodotto estremamente naturale per cui si riducono al minimo i rischi di allergie. Essendo una fibra naturale la calza è estremamente traspirante e i piedi sono sempre asciutti e senza cattivi odori, soprattutto in estate grazie alla fascia traspirante posizionata lungo il piede.

La particolare lavorazione del filato garantisce l’antisfregamento e quindi nessuna fastidiosa vescica che spesso non permette nemmeno di camminare. Ovviamente le calze sono rinforzate sulla punta, sullo stinco e sul tallone in modo da assicurare un grande comfort e una particolare durevolezza nel tempo. La punta è in elastane in modo da non stringere le dita, mentre è presente un’area di compressione sulla pianta, sul collo del piede e nella parte finale della calza, al polpaccio.

L’alta qualità della lana merinos mantiene i piedi sempre caldi, anche quando si sta fermi e quindi si rivelano essere degli accessori perfetti per affrontare temperature particolarmente rigide. Si tratta di una calza con un costo più elevato rispetto alle precedenti, ma giustificato largamente dalle fibre naturali e dalla particolare lavorazione della lana; il prezzo è di circa 29 euro.

Commenti

GoodTrekking

GoodTrekking